Home » Salita » CONCORDIA MOTORSPORT E LUIGI BRUCCOLERI AL LAVORO PER LA DIFFICILE COPPA CAROTTI DI DOMANI

CONCORDIA MOTORSPORT E LUIGI BRUCCOLERI AL LAVORO PER LA DIFFICILE COPPA CAROTTI DI DOMANI

Oggi nelle prove ufficiali della 50° Rieti-Terminillo il giovane pilota agrigentino si è concentrato sulle regolazioni della sua nuova Osella PA27/S-BMW da 3000 cc, riscontrando però qualche noia al propulsore, che si sta cercando di risolvere, come a Erice. La gara scatta alle ore 11

RIETI, 9 luglio 2011. È iniziato il weekend della 50° Rieti-Terminillo per Concordia Motorsport e Luigi Bruccoleri. Il giovane pilota agrigentino di Favara ha affrontato le due salite di prova del settimo round del Campionato Italiano Velocità Montagna e ottavo dell’Europeo cercando il setup perfetto in vista della gara di domani. La sua nuova Osella PA27/S-BMW da 3000 cc, con la quale ha conquistato il podio alla Coppa Nissena all’esordio, è ancora un prototipo da svezzare in pieno e quindi il lavoro è stato particolarmente complesso e, anzi, è ancora in corso, dopo che Bruccoleri si è dovuto precauzionalmente fermare lungo il percorso durante la seconda manche.

“Siamo appena al terzo weekend con questa vettura e nell’unico che abbiamo concluso la gara si è svolta su manche unica sotto la pioggia – dichiara Bruccoleri -, quindi è normale che si riscontri qualche inconveniente di gioventù, specie su un tracciato così lungo e veloce in una giornata così calda. Oggi nella prima prova ho sofferto da subito con le temperature del motore. Un surriscaldamento che abbiamo cercato di risolvere al più presto e che ci ha condizionato anche nella seconda manche, quando ho percorso appena un chilometro. Non riuscendo a spingere al massimo non abbiamo potuto ottenere nemmeno dati certi per l’assetto, anche se alcune regolazioni su altezze e sospensioni potrebbero risultare positive in vista della gara. So che sarà tutt’altro che semplice, vista anche la concorrenza agguerrita, ma, se potremo, giocheremo le nostre carte cercando di portare a un buon livello di sviluppo la vettura, anche in vista dei prossimi impegni.”

Le vetture verificate alla 50° cronoscalata Rieti-Terminillo – 48° Coppa Bruno Carotti, tra moderne e storiche, sono 165. Il percorso di gara, veloce e tecnico, misura 14,8 km e presenta un dislivello tra partenza e arrivo di 1125 metri, per una pendenza media del 7,5%. Domenica 10 luglio l’unica manche di gara a partire dalle ore 11.

L’Ufficio Stampa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

PEZZOLLA: MERLI E FAGGIOLI COME IRLANDO E DANTI

Molto preoccupato: questa figura carismatica delle corse in salita, ci ha rappresentato la sua estrema ...