Home » Salita » CUBEDA CONCLUDE IL 2012 ALLA 55° COPPA MONTI IBLEI

CUBEDA CONCLUDE IL 2012 ALLA 55° COPPA MONTI IBLEI

Reduce dalla super prova della Sila, il veloce pilota etneo sarà al via in Sicilia della settima prova del TIVM Sud nel weekend del 21 ottobre al volante della Radical SR4 con la quale ha già vinto la classe 1600

CATANIA, 17 ottobre 2012. Chiudere al meglio la stagione. Questo l’obiettivo principale di Domenico Cubeda alla 55° Coppa Monti Iblei. La cronoscalata ragusana, settima prova del TIVM Sud, nel weekend del 21 ottobre rappresenta l’ultimo impegno 2012 per il sempre veloce pilota catanese, che grazie ai brillanti risultati ottenuti nell’arco dell’annata ha confermato la vittoria della Coppa di classe 1600 tra le biposto del gruppo E2/B, ancora una volta al volante dell’agile sport-prototipo Radical SR4 preparata dall’Autosport Sorrento. Già in evidenza nelle salite anche nella massima serie nazionale (il CIVM), a Chiaramonte Gulfi il portacolori della Cubeda Corse ha dunque tutte le intenzioni di confermarsi tra i top driver della stagione pur dovendo battagliare con una combattiva e preparata concorrenza, in parte anche dotata di bolidi con motorizzazioni più elevate. Una sfida che Domenico ha già dimostrato di saper affrontare cogliendo addirittura un secondo posto assoluto due domeniche fa alla Salita della Sila su un tracciato tra i più complessi d’Europa, dove era all’esordio.

“Stavolta il tracciato lo conosco – dichiara Domenico -, ma sarà altrettanto impegnativo svettare tra così tanti rivali. Ci proveremo ancora, visto che quest’anno ci siamo riusciti spesso non solo nel Trofeo, ma anche nel Campionato Italiano. Di certo farà molto piacere gareggiare e dare il meglio davanti al pubblico della mia regione, sempre così ‘caldo’ e appassionato. Cercheremo di sfruttare al meglio le prove ufficiali per poi presentarci in gara con la Radical in perfetta forma. Vogliamo chiudere questa positiva stagione togliendoci ulteriori soddisfazioni proprio in Sicilia. Non potremo lottare per l’assoluta, però daremo battaglia in classe e per le posizioni di vertice, cercando di abbassare il tempo dello scorso anno. Quindi concentrazione massima e giù la visiera e il gas.”

Il tracciato ragusano misura 5,35 chilometri e presenta un dislivello tra partenza e arrivo di 318 metri. Il programma di gara prevede nella mattinata e nel pomeriggio di venerdì 19 ottobre le verifiche sportive e tecniche, sabato 20 due manche di prove ufficiali a partire dalle 10 e domenica 7 ottobre il via di gara-1 alle 9, con gara-2 a seguire.

L’Ufficio Stampa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

PAVAN: ECCO LA TURBO MINI MK2

Un progetto nato nel 2012 dalla passione di otto appassionati, che oggi conosce un’evoluzione significativa ...