Home » Salita » CUBEDA E L’OSELLA CONQUISTANO I MONTI IBLEI

CUBEDA E L’OSELLA CONQUISTANO I MONTI IBLEI

Il miglior tempo assoluto in gara-1 assicura il successo della prova siciliana del TIVM Sud all’alfiere della Cubeda Corse. Corona è al top dei prototipi CN, mentre Portale si aggiudica la competizione delle minicar. Gara-2 sospesa per forte maltempo

Chiaramonte Gulfi (RG), 5 ottobre 2014. È triplo il successo della Cubeda Corse a Chiaramonte Gulfi. La classifica di gara-1 della 57^ Salita dei Monti Iblei assegna la vittoria assoluta a Domenico Cubeda su prototipo Osella PA2000 Honda. Con il tempo di 2’33”48, l’alfiere catanese della scuderia siciliana, premiato dagli organizzatori sul podio, è il più veloce anche del gruppo delle biposto E2/B, al quale è iscritta la PA2000 curata da Paco74 e LRM che Cubeda ha sviluppato in collaborazione diretta con il patron Enzo Osella. A metà della disputa di gara-2, il forte maltempo abbattutosi nella zona del ragusano interessata dall’undicesimo round del TIVM Sud ha indotto la direzione gara alla sospensione delle partenze e dunque i riferimenti cronometrici più rapidi restano quelli della prima salita, dove, appunto, sull’asciutto ha svettato Cubeda, che aumenta il proprio bottino personale confermandosi tra i top-driver della specialità e portando a tre i successi stagionali dopo Morano e Popoli.

Per la Cubeda Corse, la cui direzione sportiva è curata da Salvo Castro, in gara-1 è arrivato anche il successo nel gruppo dei prototipi CN grazie a GiuseppeCorona, che nonostante alcuni problemi patiti nelle prove del sabato, disputate sotto la pioggia, ha segnato il miglior tempo di categoria (2’47”77), ottavo assoluto, al volante dell’Osella PA21/S Honda con la quale è sempre stato competitivo in stagione.

Per il team etneo c’è poi un altro giovane catanese messosi in evidenza. Infatti, Daniele Portale ha messo a segno un’importante vittoria nella sempre agguerrita categoria delle minicar, che sono riuscite a disputare le due salite di gara prima delle avverse condizioni meteo. Il giovane catanese ha dominato l’intera competizione e quindi anche la classe Sicily Challenge segnando il miglior tempo in entrambe le gare al volante della Fiat 126, confermando le talentuose doti mostrate durante tutta la stagione e allungando nella classifica del Campionato Siciliano.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Francesco Di Tommaso, ritorno al primo amore.

Riparte da una Saxo RS 1.6 l’esperienza salitara del driver di Pianella dopo la breve ...