CIS

D’ANGELO APRIPISTA A ROCCADASPIDE

Il pluricampione italiano salita, contento della nuova efficace partnership con il tuner Mauro Paolillo, presenzierà allo slalom tricolore di casa da lui ideato nel 2004. 


La considera in parte una sua creatura. A ragion veduta. 

La sfida a birilli di Roccadaspide, paese natio di Giuseppe D’Angelo, oggi tappa della massima serie nazionale slalom, è un concept fortemente voluto e sospinto al tempo da Giosi71, che quasi vent’anni fa aveva intravisto le potenzialità tecniche e velocistiche di questo bellissimo percorso, teatro nel primo week end di settembre della tappa del CIS. 

L’occasione sarà propizia per essere pregiato apripista della gara indigena con la sua potente Clio di taglia E1-2000, da poco rilevata dalla Kedda Racing e seguita oggi dal noto specialista Mauro Paolillo, affermato preparatore più volte campione italiano. 

L’inizio della partnership con Paolillo a Luzzi è coincisa con una sonante vittoria di classe, circostanza in cui D’Angelo ha potuto constatare competenza e passione verace alla base dei successi di questo tuner campano. Fra pilota e preparatore insomma, già amici di vecchia data, si è innescata subito una naturale sintonia tecnica, che ha avuto come frutto un immediato miglioramento dinamico della Mangusta, grintoso nickname della sua Clio. 


Il rapporto proseguirà quindi nella doppia tappa siciliana di fine Civm 2021 e si protrarrà per tutto il Tricolore Salita 2022.

Con metodo e abnegazione, il target è quello di trovare un migliore database stabile di prestazione della vettura, da adattare poi ai vari appuntamenti. 

Il commento di D’Angelo: “Sono contentissimo di tornare nel mio paese per onorare la gara di casa, che senza presunzione considero anche una mia creatura, visto l’impegno profuso in quegli anni per dare vita a questa idea. Parliamo del lontano 2004 ed al tempo decisiva fu l’azione del GIERRE TEAM dell’esimio direttore di gara Antonio Cappelli così come l’opera dei preziosi Rosario Moselli e di Vittorio e Claudio Ingenito, protagonisti di quella fase che avrebbe dato il La alla gara che oggi si è guadagnata il tricolore. Attualmente, grazie agli sforzi della Cilento Racing coordinata da Massimiliano Cormidi, Gianluigi De Conte e Giovanni Russo, corroborati nella loro opera dalla fattiva collaborazione della giunta comunale guidata dal più che valido sindaco Gabriele Iuliano, lo slalom di Roccadaspide è unanimemente riconosciuto come uno dei migliori slalom italiani in senso assoluto, quanto a quota tecnica del percorso e ad organizzazione. Non mi dimentico della disponibilità e della professionalità di Giovanni Fusco (Fusco Gomme), altra figura più che meritoria del luogo. Questa gara di Roccadaspide insomma, rappresenta un fiore all’occhiello non solo per la Campania, ma per l’intero bacino centro-meridionale della penisola. Serve crederci ed impegnarsi e sono certo che il futuro porterà frutti ancora migliori a questo evento a motore. Quanto al mio Civm 2021, la svolta tecnica intrapresa con Mauro Paolillo, tuner fra gli altri ottimi piloti del campione italiano di gruppo Marcello Bisogno, mi ha subito convinto che io abbia fatto la scelta più giusta. Con Mauro c’è feeling, stima e comune spirito di abnegazione. Se tanti piloti vincenti lo hanno scelto, ci deve essere un forte e perdurante perché. Sono certo che il nostro lavoro porterà risultati via via sempre crescenti”. 

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker