Home » Salita » Domani le prove a Luzzi

Domani le prove a Luzzi

26-08-2011 – Alle 10 partirà la prima delle due salite per i concorrenti oggi impegnati nelle operazioni di verifica. Pronti alla sfida i migliori protagonisti del C.I.V.M. in arrivo da tutta Italia.

Luzzi (CS). Domani a partire dalle 10 si svolgeranno le due salite di prove ufficiali della 16^ Luzzi Sambucina, durante le quali i piloti prederanno familiarità con i 6,150 Km del bellissimo tracciato al volante delle vetture da gara.

Giornata odierna dedicata alle verifiche tecniche e sportive che sono in pieno svolgimento in località Gidora, per i 230 concorrenti iscritti alla terza prova di Trofeo Italiano Velocità Montagna, che assegnerà anche l’ambito Challenge “Silvio Molinaro” di cui è quarta e decisiva gara.
I piloti in lizza per il successo assoluto sono tanti, e tutti affamati di vittorie. Le prove di domani serviranno per mettere a punto gli ultimi dettagli tecnici alle vetture, e per prendere conoscenza di un tracciato che la Tebe Racing del campione luzzese Eugenio Molinaro ha predisposto in totale sicurezza, sotto il coordinamento dei Direttori di gara Flavio Candoni e Roberto Bufalino.
Proprio il Direttore di Gara Flavio Candoni ha avuto fin da subito parole di elogio per il circuito, parlando di un «bellissimo tracciato, magnificamente valorizzato, in una manifestazione che sta continuando ad acquisire grandi consensi».
Impossibile, visto un così alto numero di pretendenti, azzardare pronostici in merito al successo assoluto. L’agrigentino Bruccoleri (Osella Pa 27 da 3000 cc., E2B) cercherà di bissare il successo ottenuto a Luzzi nel 2009 sfruttando la smisurata potenza della sua vettura.  Il campione veneto Denny Zardo (che ha cominciato a prendere familiarità col tracciato percorrendolo già da ieri a bordo di un’auto “civile”) ritorna tra le moderne su una monoposto Tatuus, mentre, smaltito l’infortunio, il reggino Scaramozzino tornerà a far ruggire il motore della sua Lola Zytek per dare l’assalto all’assoluto, come è accaduto a Cellara. Il fasanese Francesco Leogrande e il calabrese Attilio Ferragina affronteranno la due giorni a bordo di Gloria Cp 08, mentre il salernitano Giovanni Loffredo guiderà una Lola Dome 2000 Acn Forze di Polizia.
In gruppo CN, invece, svettano tanti veterani ancora affamati di vittorie. I meccanici del castrovillarese Rosario Iaquinta hanno montato le nuovissime gomme Avon – dopo i problemi riscontrati nell’ultima salita calabrese, costati la rottura di un cerchio – con le quali il campione affronterà la cronoscalata. Sarà forse l’ultima, per Iaquinta, a bordo di una Osella Pa 21 S (Catapano corse), perché è già quasi pronta la nuova Osella Evo che guiderà nella prossima stagione. Emilio Scola e Silvio Reda sono in cerca di punti Tivm, mentre il giovane Domenico Scola, oggi ha provato la sua nuova Osella Pa 21 S 2000 Honda (con sostanziali modifiche aerodinamiche rispetto all’ultima salita) sul circuito internazionale di Montalto. Il giovane cosentino dalla prossima stagione dovrebbe invece guidare una Gloria.

Domenico Scola junior

Tra le biposto E2 i veterani calabresi Ritacca e Iaria (entrambi a bordo di Osella da 3000 cc. motorizzata Honda) tenteranno di migliorare il loro palmares, e cercheranno di mettersi in evidenza, su Radical, il calabrese Franz Caruso e il messinese Domenico Cubeda, mentre su vetture biposto Elia correranno i calabresi Francesco D’Acri, Francesco Ferragina ed Eugenio Scalercio, e il catanese Domenico Polizzi. L’altro siciliano Sebastiano Grillo, invece, correrà a bordo di una Osella Pa 20 S 2500.
A dare lustro alla cronoscalata, spiccano le presenze di Totò Riolo (tre volte vincitore della Targa Florio) su Bmw M3 di gruppo E1, e il napoletano Nappi che correrà con le insegne del cavallino, come il locale Ivan Fava. Il fresco vincitore Civm, il napoletano Luigi Sambuco, gareggerà su Alfa Romeo 155. Il catanzarese Natalino Scarpelli correrà su una Mitsubishi Lancer 3000 mentre l’ingegnere di Villapiana Giuseppe Aragona (Peugeot 106) cercherà di far valere il fattore casalingo.
In gruppo A il cosentino Roberto Spadafora vanta il successo (2006) su questo tracciato, ma dovrà vedersela con piloti del calibro di Giancarlo Aquila e Giuseppe D’Angelo. Tra le Gt, il medico siciliano La Delfa correrà su una Porsche997, mentre in gruppo N, il cosentino Luigi Malizia su Honda Civic sarà tra i protagonisti.
Tra i piloti di casa, spicca in E2M il giovane Giulio Molinaro, che tenterà di inserirsi nella bagarre a bordo di una monoposto Renault Formula azzurra da 1600 cc. Luzzese è anche il “tedesco” Egidio Pisano, che già da ieri faceva la spola tra paddock e tracciato per mettere a punto gli ultimi dettagli sulla sua Golf Spiess 1600. “E’ una grande emozione tornare qui a casa – ha spiegato il pilota – a gareggiare su un tracciato così bello e tecnico”.
In gara anche venti Minicar. Francesco Mercuri correrà su una Fiat 126 mentre su 500 saliranno Antonio Ferragina, Domenico Procopio e Fernando Gallo.

Maxi Car Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Nuove proposte della Commissione Salita sulle pre iscrizioni

La Giunta Sportiva ACI dovrà dare il via libera alle facilitazioni nelle procedure che favoriscono ...