Home » Salita » DOMANI LE VERIFICHE DELLA 18. LUZZI-SAMBUCINA

DOMANI LE VERIFICHE DELLA 18. LUZZI-SAMBUCINA

Scaramozzino_FattoriniEntra nel vivo la gara calabrese organizzata dalla Tebe Racing che aprirà il girone sud del Campionato Italiano Velocità Montagna. Dalle 14.30 alle 20 le operazioni di controllo dei documenti e delle vetture. Sabato 11 maggio le due salite di prove ufficiali e domenica 12 le due gare. In fermento l’intero territorio per nomi e vetture particolarmente altisonanti tra cui l’attore e pilota Ettore Bassi, Cinelli, Cubeda, Fattorini, Iaria, Leogrande, Iaquinta, Merli, Scola jr. e Scaramozzino.

Luzzi (CS) 9 maggio 2013. La 18^ Luzzi – Sambucina, prima prova del Campionato Italiano velocità Montagna Zona Centro Sud e Trofeo Italiano Velocità Montagna girone sud, che assegnerà il “Trofeo Silvio Mollinaro” sta per entrare nel vivo. Domani, venerdì 10 maggio, il primo atto della gara organizzata dalla Tebe Racing in collaborazione con la locale Amministrazione comunale, con le operazioni di verifica per i 171 iscritti, in Contrada Gidora dalle 14.30 alle 20, nella zona industriale di Luzzi, dove lo staff coordinato da Eugenio Molinaro ha predisposto ogni cosa per il controllo dei documenti dei piloti e la punzonatura delle vetture da gara. In fermento l’intero territorio luzzese, con il caratteristico centro cosentino che si appresta a vivere per la prima volta l’atmosfera di un evento C.I.V.M.. Sabato 11 maggio alle 10 il Direttore di gara Francesco Tartamella e l’aggiunto Rosario Moselli, daranno il via alle due salite di prove ufficiali, due opportunità di ricognizione dei 6,150 Km di tracciato per i piloti al volante delle auto da corsa. La 18^ Luzzi – Sambucina prenderà il via alle 9.30 di domenica 12 maggio quando scatterà gara 1, a cui seguirà gara 2.

-“Esordire in C.I.V.M. con dei numeri del tutto positivi è senz’altro un buon inizio – ha commentato Eugenio Molinaro – ora dovremo proferire ogni sforzo per ripagare la fiducia che tanti piloti e numerose squadre in arrivo da tutta Italia ci hanno confermato. Nel territorio si respira l’atmosfera del grande evento e questo ci emoziona, ma ci dà sempre più l’idea della responsabilità”-

Si potranno veder le squadre all’opera ed i piloti impegnati nella pianificazione delle strategie di gara, già da domani nel centro di Luzzi, il paese che ad ogni edizione della gara si trasforma in un grande Paddock e che vive l’evento in prima persona. Tra i più attesi, i beniamini di casa che avranno il compito arduo di sbaragliare tanti concorrenti in arrivo da ogni parte d’Italia: a partire dal vincitore dell’edizione 2012, quel Domenico Scola jr. di Rende a bordo di un’Osella della Cosenza corse. Non sarà facile difendere il primato contro tanti avversari accreditati, come il pugliese di Fasano Francesco Leogrande, secondo nel 2012 e che ora su Osella FA 30 Zytek, un altro giovane arrembante l’orvietano Michele Fattorini su Lola Zytek, il trentino Christian Merli che proseguirà lo sviluppo della nuova Osella PA 2000 di gruppo E2/B, Franco Cinelli, il toscano che sarà al volante di una Lola Zytek da tremila cc di cilindrata; Prototipo di classe 1600  per il reggino di Pellaro Carmelo Scaramozzino; il catanese Domenico Cubeda si allenerà con Radical Sr4, il castrovillarese Rosario Iaquinta terrà a battesimo la Ligier JS 51 BMW della scuderia Vesuvio. Ma tante altre le presenze attese come il reggino Antonino Iaria, su Osella Pa 20, il cosentino Eugenio Scalercio su Elia Avrio, il calabrese Ferragina su Elia. Tra le vetture CN l’attore Ettore Bassi il più atteso su Osella PA 21/S, Antonio Fuscaldo su Sighinolfi. In gruppo GT il cosentino Ivan Fava su Ferrari 360 della Cosenza corse contro il catanese Serafino La Delfa sulla Ferrari F430. In E1 tensione alta con i teramani Roberto di Giuseppe e Marco Gramenzi con le Alfa 155 ex DTM, il napoletano Piero Nappi sulla Ferrari 550, la Lancia Delta S4 del pugliese Lucio Peruggini e la Ford Escort Cosworth dell’orvietano Fabio Pelorosso, in classe 2000 il locale Kalè su Alfa 147, ma contro tutti il napoletano Luigi Sambuco su Alfa 147 GTA, Giuseppe Aragona su Peugeot 106 in classe 1600. contro il pesarese Franco Cimarelli che arriva sulla Alfa 147. In Gruppo A il cosentino Eugenio Aceto su Alfa 156 duellerà tra gli altri con il campano Sandro Acunzo su Mitsubishi Lancer, mentre nel gruppo N spicca il nome del padrone di casa e organizzatore Eugenio Molinaro su Peugeot 106, nella stessa classe e su vettura gemella il giovane Mario Alex Greco ed il salernitano Cosimo Rea su Citroen Saxo, nella classe reggina le Mitsubishi di Mario Lupinacci e del rientrante salernitano Giovanni del Prete, mentre tra le 2000 la Honda Civic del catanese Giuseppe Corona. Boom di adesioni in gruppo Racing Start, grande successo per la categoria promossa da due anni dalla federazione, tra cui si trova il campione in carica Roberto Chiavaroli su Renault New Clio, il pugliese Ivan Pezzolla su MINI Cooper S, il poliziotto salernitano Giovanni Loffredo con la Opel Corsa OPC, il pugliese Oronzo Montanaro su Renault Clio e l’esordiente Volkswagen Polo GTI 6R del pescarese Sergio Santuccione, oltre al catanese Salvo D’Amico ora su Honda Civic. Le lotte non mancheranno nemmeno tra le vetture di categoria E3, le protagoniste del recente passato, dove svettano i nomi di Ennio Donato e Pasquale Santoro sulle Ford Escort Cosworth. Tra le Minicar, attesi su Cinquecento i vari calabresi Procopio, Ferragina e Mercuri.

La gara cosentina assegnerà anche i trofei Tony D’Acri (al primo tra gli under 25), Giorgio Pincitore (al primo assoluto), Enrico Lupinacci (al primo assoluto tra i piloti luzzesi su vetture moderne). Verrà inoltre assegnato il settimo trofeo Neon Sila alla prima tra le vetture da competizione (Formula o Sport).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Il ritorno alle auto moderne per la “Cronoscalata Pieve S. Stefano-Passo dello Spino” nel 2021

Dopo il successo organizzativo della 7ª Salita Motociclistica dello Spino di fine settembre, l’autunno appena ...