TCR Europa

DOPPIO PIAZZAMENTO IN TOP TEN PER AGGRESSIVE TEAM ITALIA A MONZA NEL TCR EUROPE

Nel round sulla pista di casa, la scuderia pavese ottiene un settimo ed un decimo posto con Pepe Oriola. Sfortuna per Levente Losonczy, costretto alla resa dopo un contatto in gara-1

Il bilancio del fine settimana è senza dubbio soddisfacente, anche se rimane un pizzico di rammarico per un risultato che non rispecchia appieno il potenziale espresso in pista. Si può riassumere in questo modo lo stato d’animo dell’Aggressive Team Italia, al termine del sesto round stagionale del TCR Europe andato in scena sull’Autodromo Nazionale di Monza. L’atteso appuntamento sulla pista di casa ha infatti visto la scuderia diretta da Mauro Guastamacchia conquistare un doppio piazzamento nella top ten con lo spagnolo Pepe Oriola, mentre la sfortuna ha costretto il giovane ungherese Levente Losonczy a chiudere in anticipo il proprio week-end per un contatto di gara.

Come già emerso in occasione della precedente trasferta al Nurburgring, Oriola si è confermato tra i piloti in assoluto più veloci e competitivi del lotto al volante della Hyundai Elantra TCR N, in uno schieramento che in occasione della tappa sul circuito brianzolo ha fatto registrare il record stagionale di presenze. Il settimo ed il decimo posto ottenuto dal catalano nelle due gare rende solo parzialmente giustizia alle ambizioni della vigilia, visto che senza qualche episodio sfavorevole il bottino sarebbe potuto essere ben più corposo.

Il debutto nel TCR Europe non ha invece portato fortuna a Losonczy, eliminato da un contatto verificatosi sotto la pioggia nelle fasi iniziali di gara-1, in seguito al quale ha riportato una piccola frattura alla mano destra che gli ha impedito di presentarsi in pista l’indomani per la seconda manche. Il talentuoso driver ungherese ha comunque già dato appuntamento per il round finale di Barcellona, dove conta di ripresentarsi in perfetta forma per accumulare l’esperienza indispensabile nel competitivo contesto europeo.

Dopo aver dedicato la prima giornata ad ottimizzare il set-up delle vetture nel corso delle prove libere, la sfida è entrata nel vivo con la sessione di qualifiche, svoltasi nella mattinata di Sabato 24 Settembre sotto una pioggia insidiosa. Condizioni che non hanno di certo agevolato il giovane Losonczy, il quale ha comunque evitato saggiamente qualsiasi rischio ottenendo la P22 sullo schieramento di partenza. La fortuna non ha invece aiutato Pepe Oriola il quale, proprio mentre stava per migliorare sensibilmente il proprio tempo, è stato stoppato da una bandiera rossa che gli ha impedito di andare oltre la tredicesima piazza.

La prima gara è scattata in condizioni di visibilità precarie a causa della pioggia, con i piloti chiamati a dover fare i conti anche con un asfalto particolarmente scivoloso. Una situazione che di certo non ha intimorito lo scatenato Oriola, partito come una furia dalla settima fila e capace di guadagnare sin dalle prime battute diverse posizioni. Lo spagnolo ha approfittato con grande intelligenza anche delle disavventure altrui per recuperare terreno sul gruppo di testa, evitando di rimanere coinvolto in contatti e girando su un passo estremamente competitivo. Una tattica che ha dato i propri frutti, visto l’eccellente settimo posto che Pepe è riuscito a cogliere sotto la bandiera a scacchi, portando in dote altri punti preziosi per il campionato. La gara di Losonczy è invece durata pochi giri, almeno fino a quando l’ungherese non è stato coinvolto in un contatto con un avversario nella staccata della Prima Variante: il contraccolpo ricevuto sul volante gli ha causato un infortunio alla mano destra, che di fatto ha posto fine anticipatamente al suo week-end.

Presentatosi al via della gara di Domenica 25 con il solo Pepe Oriola, l’Aggressive Team Italia è partito con l’ambizione di ripetere la rimonta messa a segno nel giorno precedente. Sfortunatamente, il caos della prima staccata non ha risparmiato lo spagnolo, il quale si è ritrovato costretto a tagliare la Variante perdendo ben sei posizioni. Da quel momento è comunque ripartita la rincorsa di Oriola, il quale a suon di sorpassi è riuscito nell’impresa di riportarsi all’interno della top ten chiudendo in decima posizione sul traguardo.

Mauro Guastamacchia (Team Principal – Aggressive Team Italia): “Siamo sicuramente soddisfatti per il potenziale messo in mostra, anche se siamo consapevoli che avremmo potuto puntare a qualcosa in più. Ci tenevamo molto a ben figurare sulla pista di casa, ma gli episodi purtroppo non sono stati dalla nostra parte. Pepe si è confermato un gran pilota, mettendo a segno due bellissime rimonte in gara dopo una qualifica sfortunata, e confermandosi nella top ten dopo il quarto posto ottenuto al Nurburgring. Dispiace per quanto accaduto a Levente, poiché sarebbe potuta essere un’ottima occasione per consentirgli di macinare chilometri al debutto in questo campionato: mi è comunque piaciuto molto il suo approccio e contiamo di averlo al top per la gara di Barcellona. Un grazie a tutto il team che ha lavorato in maniera splendida e a tutti coloro che ci hanno supportato nel corso del week-end”

Pepe Oriola (Pilota – Aggressive Team Italia): “Abbiamo un po’ di rammarico perché avremmo potuto lottare per la Top-5 e forse addirittura per il podio, se non fossimo stati condizionati dalla bandiera rossa in qualifica. In gara-1 abbiamo fatto una bella rimonta risalendo fino alla settima posizione, mentre nella seconda manche siamo riusciti a recuperare dalla P19 sino al decimo posto. Sono convinto che a Barcellona potremo fare delle ottime cose: il potenziale c’è e questa è la cosa più importante”

Levente Losonczy (Driver – Aggressive Team Italia): “Sono dispiaciuto di aver dovuto terminare in anticipo il mio primo week-end nel TCR Europe. Purtroppo ho rimediato una piccola frattura al metacarpo della mano destra nel colpo ricevuto dal volante e non ho potuto fare altro che alzare bandiera bianca. Peccato perché stavo cercando di sfruttare ogni singolo giro per acquisire ulteriore esperienza, dopo i positivi test svolti a Cremona nella settimana precedente. Adesso l’obiettivo è di rimettermi al più presto e presentarmi nelle migliori condizioni per il week-end finale a Barcellona!”

Aggressive Team Italia affronterà l’ultimo impegno stagionale nel TCR Europe in occasione del round in programma sul circuito di Montmelò, nel week-end del 14-16 Ottobre.

Articoli correlati

Back to top button