CIVM

DOPPIO SCOLA D’AGOSTO

Subito Morano e poi Luzzi per il campione italiano 2017, entrambe a bordo dell’Osella PA2000 Evo della Samo Competition, gommata AVON. 


Al contrario di altre sue pause agonistiche, questo intervallo fra la sua ultima gara di Ascoli e lo start di Morano non è stato vissuto in forma statica da Domenico Scola, impegnato come istruttore ufficiale della Lamborghini Automobili prima in Sardegna e poi sul celeberrimo circuito di Spa Francorchamps. 

Un cavallo di razza come lui ha però sempre bisogno del ritorno all’ippodromo, così il talentone cosentino affronterà le due prossime crono in sequenza del Civm 2021, quella tra Morano e Campotenese dell’8 agosto e quella fra Luzzi e Sambucina del 22, con la voglia matta di riattivare il proprio feroce istinto primordiale di pilota.

DOPPIO SCOLA D’AGOSTO

L’asset tecnico attorno al sediolo, non cambia: per lui ancora l’Osella PA2000 Evo del team Samo Competition di Luigi Sambuco, gommata AVON per precisa volontà del campione bruzio ed equipaggiata di ripetizione al volante POWERSHIFT, lo stesso cambio che lo ha accompagnato nella cavalcata tricolore del 2017, sulla sua FA30 del tempo. 

Se il traguardo esistenziale più importante delle prossime settimane sarà certamente il matrimonio con la compagna nonché madre di sua figlia, anche questo doppio Play sulla traccia CIVM riveste grande importanza per il percorso agonistico di Domenico Scola, che non ha mai nascosto la sua voglia di tenersi in forma per provare a tornare in pianta stabile nel circus a tre colori, della massima assise nazionale in pendenza. 


Speranza sua, speranza nostra. 

Francesco Romeo 

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker