Home » Pista » ELMS » ELMS | Rovera all’esordio su Ferrari 488 GTE alla 4 Ore di Portimao
ELMS | Rovera all'esordio su Ferrari 488 GTE alla 4 Ore di Portimao

ELMS | Rovera all’esordio su Ferrari 488 GTE alla 4 Ore di Portimao

Dopo la vittoria tricolore di domenica scorsa a Monza con la GT3, il campione italiano GT Sprint guiderà per la prima volta la versione “mondiale” della rossa di Maranello del team AF Corse, che il 1° novembre lo affiancherà in equipaggio ai francesi Perrodo e Collard. Per il varesino sarà debutto assoluto anche sulla pista portoghese e nella serie endurance europea dell’ACO Le Mans: “Mi sono preparato al meglio”


Un esordio “totale” attende Alessio Rovera nel weekend del 1° novembre. Il 25enne pilota varesino guiderà per la prima volta la Ferrari 488 GTE, ovvero la versione della supercar del Cavallino utilizzata nel Mondiale Endurance, alla 4 Ore di Portimao, ultimo round dell’European Le Mans Series. Esordio nell’esordio, il portacolori del team AF Corse sarà anche per la prima volta impegnato sul tecnico circuito portoghese dell’Algarve che questo weekend ospita la F1 e per la prima volta parteciperà a una tappa della serie endurance europea promossa dall’ACO Le Mans. Reduce dalla vittoria tricolore di domenica scorsa a Monza in coppia con Giorgio Roda con la versione GT3, a Portimao sulla 488 GTE Evo numero 88 il campione italiano GT Sprint completerà l’equipaggio del team diretto da Amato Ferrari alternandosi al volante con i piloti francesi François Perrodo ed Emmanuel Collard.

“Ho deciso di prepararmi al meglio per questa nuova sfida per cercare di farmi trovare il più pronto possibile – dichiara Rovera -; in settimana sono stato a Monza e ho provato la 488 GTE e Portimao al simulatore di Avehil. Ho iniziato a prendere confidenza con auto e pista in base ai dati messi a disposizione dalla squadra: non è così diversa rispetto alla GT3. Dispone comunque di un’elettronica più evoluta e per regolamento non si può utilizzare l’Abs in frenata, fattore che la rende ancora più divertente, anche se devi stare più attento nel dosare la forza frenante. Con Avehil l’allenamento è stato davvero proficuo, abbiamo alternato guida e training fisico per una giornata di lavoro completo. Nel weekend di gara, comunque, durante le libere avrò un po’ di tempo per rifinire bene quanto iniziato al simulatore e abituarmi al circuito, soprattutto nei tanti cambi di pendenza. Sono curioso di scoprire un po’ tutto della ELMS, dove insieme alle GT corrono i Prototipi, segnando un’ulteriore variabile. Sarà impegnativo ma sono determinato a dare un contributo utile alla squadra e a fare più esperienza possibile”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

ELMS, Hanson-Albuquerque coppia d’oro dell’Endurance: a Monza il loro terzo titolo del 2020

ELMS, Hanson-Albuquerque coppia d’oro dell’Endurance: a Monza il loro terzo titolo del 2020

L’equipaggio della United Autosports è il primo a vincere nello stesso anno il titolo mondiale, ...