CIP

Emil Hellberg espugna Vallelunga ed è il Campione Italiano Sport Prototipi 2023

Lo svedese conquista entrambe le vittorie nell’ultimo round della stagione e completa una clamorosa rimonta su Davide Uboldi e Matteo Roccadelli (BHK Motorsport)

Emil Hellberg è il nuovo Campione Italiano Sport Prototipi: grazie alla vittoria ottenuta in gara-2 presso l’Autodromo di Vallelunga, lo svedese ha così vinto il titolo al termine di una gara ricca di colpi di scena, che ha visto il campionato prendere la direzione di Emil solo negli ultimi minuti. Hellberg riesce così a ribaltare la classifica grazie al doppio trionfo capitolino di questo fine settimana, battendo Matteo Roccadelli (BHK Motorsport) per soli sette punti e diventando così il successore del campione uscente Giacomo Pollini.

“È davvero incredibile. Alla vigilia del weekend non mi aspettavo di vincere il titolo, perché sapevo di aver bisogno di due vittorie e di qualche passo falso da parte di Uboldi e Roccadelli; sono però riuscito a vincere entrambe le corse e a diventare il nuovo Campione Italiano Sport Prototipi, e ne sono davvero felice. Nell’ultimo giro sentivo di avere qualcosa in più rispetto a Yoong, e quindi mi sono detto di provarci e basta. Alla fine è andata bene, abbiamo spinto entrambi al limite ma senza mancarci di rispetto in pista. Devo ringraziare tutto il team per il lavoro svolto nell’arco di tutta la stagione, e non vedo l’ora di festeggiare con loro, e poi tornerò in Svezia per spendere la serata con la mia famiglia e raccontare tutto ai miei ragazzi” racconta lo svedese sul podio.

Allo spegnimento dei semafori di gara-2, il poleman Arduino Giretti non ha avuto uno scatto felice, con Roccadelli che è subito riuscito a prendersi la prima posizione. Il vercellese è stato poi messo sotto attacco da Jesse Menczer, con il britannico che ha provato a conquistare la vetta della corsa senza però riuscire a sorpassare il suo rivale. Ottimo anche lo spunto di Emil Hellberg, che dall’ottava piazza in griglia è riuscito a salire fino al terzo posto, con Alister Yoong e il fratello Linus alle sue spalle. Nelle retrovie, Davide Uboldi ha attaccato Giretti alla Campagnano per la sesta posizione; i due sono arrivati al contatto, con il debuttante che è finito in testacoda terminando prematuramente la sua corsa. L’incidente ha causato l’ingresso in pista della safety car al termine del primo giro, con Uboldi che è riuscito a continuare la gara riportando tuttavia danni all’ala posteriore.

In fase di ripartenza, il pluricampione italiano ha però visto sfumare le sue possibilità di portare a casa il titolo per via di un tamponamento causato da Donald Milokanovic, che ha colpito Uboldi mettendolo così fuori gioco; il contatto ha anche coinvolto Pietro Ferri (Emotion Motorsport), costretto al ritiro. Dopo un’ulteriore intervento della safety car, la gara è ripartita al settimo giro: il leader della corsa Roccadelli ha però accusato un problema tecnico, che lo ha rallentato in fase di ripartenza e lo ha costretto a perdere terreno. La leadership è stata ereditata da Menczer, che è stato tuttavia sorpassato da Emil Hellberg in curva 4; il britannico si è poi ripreso la testa della corsa alla Campagnano, prima di scivolare al quarto posto alla Soratte per via di un bloccaggio. Ne ha dunque approfittato Yoong, che è così salito al comando della gara davanti ai fratelli Emil e Linus Hellberg.

Il giro successivo ha visto il ritiro di Roccadelli per un problema al propulsore, con la vettura di sicurezza che è stata chiamata in causa per la terza volta per permettere ai commissari di percorso di recuperare l’auto del vercellese. La gara è ripartita in occasione dell’ultima tornata: Emil ha attaccato Yoong per la prima posizione, riuscendo a prendersi la testa della corsa al termine di una bella lotta iniziata in curva 2 e terminata solo alla Campagnano. Alle loro spalle Linus ha cercato di insidiare Menczer per l’ultima posizione sul podio, tamponando però il britannico alla Soratte e permettendo a Giovanni Mazza (Emotion Motorsport) di salire terzo. Emil Hellberg ha dunque vinto la corsa diventando così il nuovo Campione Italiano Sport Prototipi, mentre Yoong si è dovuto accontentare del secondo posto dopo aver assaporato la vittoria nel corso degli ultimi minuti.

Terza posizione finale per Mazza: il vincitore della Coppa ACI Sport Master è così riuscito a salire sul podio assoluto per la prima volta in stagione in occasione della gara conclusiva del 2023. Quarto posto finale per Menczer, mentre Linus Hellberg ha chiuso quinto. Sesta piazza per Roccadelli, che vede il titolo sfuggire dalle sue mani proprio nell’ultima corsa.

Emil Hellberg aveva già centrato il successo in gara-1 a Vallelunga: lo svedese ha trasformato la pole position conquistata venerdì in una vittoria tanto meritata quanto necessaria per sferrare l’attacco decisivo nei confronti di Matteo Roccadelli (BHK Motorsport) in classifica generale. I colpi di scena sono iniziati ancora prima dello start, con Pietro Ferri (Emotion Motorsport) che è stato costretto a partire dalla pit-lane per non aver lasciato la corsia box in tempo in fase di schieramento, vanificando così la quarta piazza conquistata in qualifica. In fase di partenza, Emil Hellberg è riuscito a partire bene, difendendosi dagli attacchi di Davide Uboldi e mantenendo la leadership della corsa; meno fortunato suo fratello Linus, finito in testacoda in curva 4 nel corso della prima tornata per un contatto con Jesse Menczer. Ottimo anche lo scatto di Roccadelli, che dalla settima posizione è riuscito a risalire fino al quarto posto mettendosi all’inseguimento dei suoi rivali in campionato.

Emil è rimasto in vetta alla classifica nelle prime fasi di gara nonostante l’elevata pressione messa sulle sue spalle da Uboldi, mentre nelle retrovie Ferri e Linus Hellberg hanno recuperato terreno, portandosi a ridosso della top-5. Uboldi ha provato ad aumentare il ritmo nel tentativo di portarsi in testa alla corsa: alla fine del settimo giro, il pluricampione italiano ha pizzicato la ghiaia in uscita dalla curva Roma, e in uscita da Cimini 1 nella tornata successiva ha perso il posteriore della sua Wolf GB08 Thunder per via di una rottura del portamozzo che lo ha costretto al ritiro. Nel corso dello stesso giro, Roccadelli ha portato l’attacco nei confronti di Alister Yoong, sopravanzandolo per la seconda piazza; tuttavia, il malese non ha perso terreno, riuscendo a riprendersi la posizione nel corso dell’undicesima tornata. Roccadelli ha cercato di limitare i danni nel finale di gara, perdendo tuttavia anche l’ultimo posto sul podio ai danni di Jesse Menczer, che è così salito terzo.

Negli ultimi giri Yoong ha provato ad attaccare Emil Hellberg per la vittoria, ma lo svedese si è ben difeso ed è riuscito in volata a centrare il terzo successo stagionale. Il malese si è invece dovuto accontentare della seconda posizione, risultato che conferma la crescita nella seconda parte di stagione del figlio dell’ex-pilota di Formula 1 Alex. Terzo Jesse Menczer, che è così tornato sul podio dopo un difficile weekend presso l’Autodromo Internazionale del Mugello; ha chiuso quarto Matteo Roccadelli. Quinta piazza per Pietro Ferri, bravo a recuperare dopo essere partito dalla pit-lane, mentre Linus Hellberg ha concluso al sesto posto. Settimo il vincitore della Coppa ACI Sport Rookie Donald Milokanovic, mentre il debuttante Arduino Giretti e il campione della Coppa ACI Sport Master Giovanni Mazza (Emotion Motorsport) hanno terminato la corsa in ottava e nona posizione rispettivamente. Dopo le celebrazioni sul podio è stato anche assegnato il secondo Trofeo Belotti, premio intitolato all’ex pilota del Campionato Italiano Sport Prototipi, Guglielmo Belotti appunto, e assegnato a colui che ha dimostrato il maggior fair play nel corso della stagione. Il trofeo è stato vinto da Linus Hellberg.

Pulsante per tornare all'inizio