Home » Salita » Entra nel vivo la 58° Coppa Nissena. 154 gli iscritti e domani le verifiche

Entra nel vivo la 58° Coppa Nissena. 154 gli iscritti e domani le verifiche

Il fiorentino Simone Faggioli favorito per la vittoria su Osella FA30-Zytek.

CALTANISSETTA – Sono 154 gli iscritti alla 58° Coppa Nissena, terza prova del Campionato Italiano Velocità Montagna, che entra nel vivo domani (venerdì 4) con le operazioni di verifica ante-gara, in programma dalle ore 14 alle 20.30 presso lo Stadio Tomaselli ed il Palacannizzaro, in contrada Pian del Lago. Prove (sabato 5) e gara (domenica 6) avranno inizio alle ore 9.00. Grande favorito per la vittoria (ne vanta cinque in questa gara, organizzata dall’Automobile Club Caltanissetta) sarà il fiorentino Simone Faggioli, con la potente Osella FA30-Zytek E2M, che fa il suo debutto stagionale nel Civm, dopo aver saltato le prime due gare (a causa delle concomitanze con altrettante gare del Campionato Europeo, entrambe vinte). Sul veloce percorso siciliano, potranno contrastare Faggioli i piloti alla guida di vetture di 3.000 c.c. di cilindrata: il ragusano Gianni Cassibba (Picchio P4), l’umbro Michele Fattorini (Radical SR8), ed il marsalese Vincenzo Conticelli (Osella PA30-Zytek). Fra tutti potrà comunque inserirsi il leader del Campionato Italiano Assoluto, il trentino Christian Merli, che disporrà della stessa Radical 1600-Suzuki di Gruppo E2B con la quale ha vinto sotto la pioggia a Vittorio Veneto.
I 154 piloti iscritti risultano così suddivisi nelle varie categorie: 71 nei vari gruppi ammessi al Civm, 30 in Gruppo E3 (Auto con omologazione scaduta, 10 delle quali concorrono al Trofeo Assominicar riservato alle Fiat 500 e 126, delle classi 600 e 700), e 53 Autostoriche, che concorreranno al Campionato Siciliano della specialità.
Fra i conduttori che sono al comando delle varie classifiche di gruppo mancheranno a Caltanissetta solo quelli del Gruppo N (Bicciato, impegnato nella serie Europea), e GT (Forato, per motivi di lavoro); mentre è confermata la presenza dei leaders di Gruppo CN, il sardo Omar Magliona (Osella Pa21 CN 2000, secondo assoluto nel Civm), di Gruppo E2M, il trentino Dino Pedrotti (Tatuus Formula Master), di Gruppo E1 Italia, il bolognese Fulvio Giuliani (Lancia Delta Evo), di Gruppo N, il veneto Lino Vardanega (Mitsubishi Lancer).
Fra le Autostoriche iscritte, nei vari Raggruppamenti spiccano le presenze di Giuseppe Di Benedetto e Ciro Barbaccia (Biposto, rispettivamente su Lotus B23 e Paganucci), e fra i piloti delle vetture Fuori Omologazione da menzionare Rizzo, Nasca e Dierna (tutti su Ford Escort Cosworth) ed il nisseno Roberto Lombardo (Renault Clio Williams).
Di grande importanza una novità di questa edizione: l’Assessore Regionale al Turismo, Daniele Tranchida, ha inserito la Coppa Nissena fra le sette manifestazioni della provincia nel calendario di quelle “di grande richiamo turistico per la Sicilia”. Un importante riconoscimento della valenza economica e sportiva della gara, nata nel 1922. La Coppa Nissena sarà patrocinata anche (nonostante gli inevitabili tagli dovuti alle ristrettezze di bilancio dei due Enti) da Comune di Caltanissetta e Provincia Regionale di Caltanissetta.
Così come nel 2011, nelle gare che prevedono due manches (proprio come la Coppa Nissena), ogni manche sarà considerata come una gara a sé stante, ed assegnerà la metà dei punteggi previsti per le gare su unica salita; questo per consentire ai piloti che si ritirano in una manche di poter marcare punti almeno nell’altra manche. Dalla classifica per somma dei tempi delle due manches verrà comunque fuori il nome del vincitore assoluto da iscrivere nell’albo d’oro della gara.
Tutte le informazioni, e l’elenco degli iscritti sono visibili sul sito www.acicl.it, nel quale si potranno anche consultare le classifiche.
Il percorso (sulla SS 122 Capodarso-Caltanissetta e lungo 5.450 metri), è stato riasfaltato nei punti danneggiati, grazie alla fattiva collaborazione dell’Anas, compartimento di Palermo. In ossequio alle nuove norme di sicurezza vi sarà posizionata una chicane di rallentamento, posta a circa metà tracciato, nel rettilineo chiamato “delle zabare”. Il percorso verrà chiuso al traffico alle ore 07.30, ma gli spettatori solo nella giornata di domenica potranno usufruire del servizio navetta con un bus messo della Scat, che dalla stazione dei Carabinieri di Villaggio Terrapelata farà la “spola” fino alla “Curva della Madonnina”.
Il Comitato Organizzatore della manifestazione, presieduto da Vincenzo Calandruccio è stato rinnovato con l’inserimento di Calogero Granata (entrambi vice-Presidenti dell’Automobile Club Caltanissetta), che si affiancano a Giuseppe Attilio Alessi (direttore dell’Automobile Club Caltanissetta). Dirigerà la gara, come consuetudine, l’esperto Claudio Dimaria.
Alla Coppa Nissena sono abbinati il Trofeo Michele Tornatore, il Memorial Luigi Campione e la Coppa Circolo dell’Antico Pistone, quest’ultima assegnata alle Autostoriche. Daranno il loro apporto all’organizzazione della manifestazione anche le aziende private, quali la Sara Assicurazioni, il Banco di Sicilia-Unicredit Group, la Q8 Petroli e la Guadagni Concessionaria Alfa Romeo per Caltanissetta, Agrigento e Sciacca.
GLI ALTRI ISCRITTI NEI VARI GRUPPI
In gruppo E2M confermata la presenza del giovane ragusano Samuel Cassibba (Tatuus Formula Master), e del catanese Orazio Maccarrone (Gloria CP7-Suzuki 1600).
Combattuto sarà anche il gruppo E2B, dove sono iscritti anche il calatino Domenico Cubeda, Adolfo Bottura e Achille Lombardi, tutti su Radical 1600.
Nel gruppo CN (prototipi biposto) saranno al “via” i primi due della classifica, nell’ordine il sardo Omar Magliona, il cosentino Rosario Iaquinta, nonché il giovane marsalese Francesco Conticelli (tutti su Osella PA21S 2.000 c.c.).
Nel gruppo GT si conta un solo iscritto: il siracusano (nato a Cagliari) Ignazio Cannavò, su Ferrari F430.
Svettano in gruppo E1 Italia, le presenze del napoletano Piero Nappi, su Ferrari 550 Gti, del teramano Marco Gramenzi (Alfa Romeo 155 Itc), e del laziale Marco Iacoangeli (Bmw 320i)
In gruppo A è iscritto il campano Luigi Sambuco (Mitsubishi Lancer, secondo in classifica), ed il catanese Salvo D’Amico (Renault Clio Rs)..
In Gruppo N saranno al “via” il pugliese Oronzo Montanaro (terzo su Honda Civic), ed il nisseno Giuseppe Territo (Mitsubishi Lancer).
Nella categoria Racing Start (vetture quasi del tutto di serie) correranno anche Giovanni Loffredo (Opel Corsa Opc) e Roberto Chiavaroli (Mini Cooper S).
Fra le vetture di scaduta omologazione (Gruppo E3) sono favorite le Ford Escort Cosworth di Rizzo e Scigliano, nonché la Ford Sierra Cosworth di Nasca.
In gara vi saranno anche le Minicar (bicilindriche da 600 a 700 c.c. che disputano un loro Trofeo); fra i protagonisti Angelo Mercuri, primo in classe 700.
Nelle Autostoriche da segnalare anche Fabio Varsalona, Claudio La Franca ed il nisseno Luigi Di Natali (tutti Porsche 2° Raggruppamento), ed Aldo Geraci (Ferrari 308 Gt4, 3° Raggruppamento).

L’ADDETTO STAMPA Piero Libro

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Il ritorno alle auto moderne per la “Cronoscalata Pieve S. Stefano-Passo dello Spino” nel 2021

Dopo il successo organizzativo della 7ª Salita Motociclistica dello Spino di fine settembre, l’autunno appena ...