Home » Rally » ERC » ERC: LUKYANUK PRONTO PER IL SECONDO ANNO CON SAINTÉLOC

ERC: LUKYANUK PRONTO PER IL SECONDO ANNO CON SAINTÉLOC

Alexey Lukyanuk sarà ancora al via del FIA European Rally Championship senza alcuna pressione, avendo rinnovato con il Saintéloc Junior Team per correre la stagione 2020 con la Citroën C3 R5.

Il Campione 2018 ha dovuto abdicare nel novembre scorso in un finale mozzafiato in Ungheria in favore di Chris Ingram. Al suo fianco ora ci sarà Dmitriy Eremeev, che prende il posto di Alexey Arnautov (il quale si ferma per una pausa dopo oltre 10 anni da navigatore) nella rincorsa ad una nuova corona europea, ma senza alcuna ansia.

Velocità e lavoro
Tutti i rivali hanno sempre etichettato Lukyanuk come uno dei più veloci piloti del mondo, nonostante alcuni incidenti ne abbiano frenato la crescita. Il 39enne ne è consapevole e per quest’anno predica ancora calma e testa bassa in quello che deve fare.

“Lo so che sono veloce, ma dispiace vedere che non sempre questo si tramuta in bei risultati. Ho ancora tanta passione ed energia dentro di me per lottare, spingere e fare bene andando forte. Devo continuare a lavorare su di me e sulla macchina, tutto qui”.

Stile di guida da affinare
“I rally significano molto per me, le auto di oggi sono molto divertenti da guidare, semplici e velocissime, ci si esalta. Questa è la sensazione più importante. Ovviamente sarebbe utile ottenere bei risultati con tutto ciò. So che il titolo è importante, non posso negarlo, ma per vincerlo devi metterti molta pressione e la mia idea è concentrarmi sulla mia guida. Ogni anno sembra che riusciamo ad accumulare esperienza e ad essere più forti, a volte si sbaglia perché comunque il peso di tutto ciò sulle tue spalle è importante. Quello che conta è non strafare, rimanere calmi e fare ben cose semplici divertendosi alla guida. Credo che questa sia la strategia migliore. Abbiamo tanti piccoli segreti che non voglio svelare, ma che possono portarci in alto. Non voglio parlare di titolo, ne ho già vinto uno e quello è stato un bel traguardo”.

Ancora con Saintéloc
“Abbiamo iniziato l’anno scorso da un foglio bianco e ora sappiamo molte cose su macchina e team, quindi sarà molto più semplice per tutti. Credo che si possa tirare fuori di più dalla macchina in termini di velocità e affidabilità. Sarà interessante ricominciare il lavoro iniziato nel 2019, dove ci siamo concentrati sul bilanciamento, assetti, soluzioni per avere più aderenza su asfalto e così via. La macchina è solida e potente, facile da controllare, sarà interessante vedere dove arriveremo con la C3 quest’anno”.

Le otto gare del 2020
“Otto gare sono ottime, si va in posti diversi con rally differenti. Ho ottimi ricordi di tutti, alcuni non sono stati fantastici, ma con 8 gare, una per mese, il calendario è perfetto e ottimo per il budget. Ogni evento è impegnativo e ci sono piloti locali molto veloci, tutti gli anni è entusiasmante combattere”.

Grazie Arnautov, benevenuto Eremeev
“Quest’anno avrò un nuovo co-pilota, Dmitriy Eremeev, ma prima di tutto vorrei ringraziare Alexey per gli anni passati assieme. E’ stato al mio fianco dal 2009 e abbiamo vinto tanti rally e titoli. E’ uno dei ragazzi mentalmente più forti che conosca, sempre calmo e responsabile in quel che fa. Si è sempre preso cura di me incitandomi, calmandomi, occupandosi di tante cose e lasciandomi libero di concentrarmi sulla mia guida. Con Alexey tutto era naturale e facile, in macchina c’era calma. Sono stati anni di rispetto e passione, risultati e amicizia. Dmitriy è stato navigatore di piloti molto veloci e ha esperienza, anche se non ha corso tantissimo negli ultimi 5 anni mi piace il suo approccio. Non è facile trovare una persona che abbia le tue stesse aspettative, con Alexey sapevamo già dove volevamo arrivate. Ma Dmitriy è un’ottima scelta, abbiamo lavorato sulle note e ci siamo allenati facendo ottimi passi avanti in preparazione. Sono convinto che andrà tutto bene fin da subito, e che faremo ottime cose già nelle prime PS”.

Il nuovo compagno di squadra Griebel
“Marijan è uno consistente e ha esperienza, un ragazzo ottimo e aperto che conosco da molti anni. Possiamo fare una bella stagione da compagni di squadra, sono pronto a mettere a sua disposizione la mia esperienza sulla macchina e aiutarlo ad essere veloce. Lo farò con tutti i miei compagni di squadra, così come sono pronto ad imparare da loro. L’Azores Rallye si avvicina sempre di più e l’ERC mi mancava da tempo, sono felice di iniziare subito!”.

Ducher contento del supporto di Pirelli e Citroën Racing
Il team manager della Saintéloc, Vincent Ducher, ha ringraziato Pirelli e Citroën Racing per il supporto: “Non potevamo non provare a tenere Alexey in squadra, ha vinto più PS di tutti l’anno scorso e ha sfiorato il titolo. Abbiamo sempre da imparare e analizzando il 2019 siamo convinti che il 2020 sarà di grande successo”.

Maxi Car Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

ERC

ERC | MARCZYK: “SCELTA NATURALE E MIGLIORE PER ME”

Miko Marczyk ha spiegato cosa lo ha spinto a correre nel FIA ERC per il ...