SIM RACING

ESPORTS WTCR | BALDI È CAMPIONE, PRIME VITTORIE PER FIDUCI ED ANTONOV

Con 309 punti e 7 vittorie, Gergo Baldi si è laureato Campione di Esports WTCR 2020 su RaceRoom.


L’ungherese ha chiuso la partita grazie al secondo posto ottenuto in Gara 1 sul Circuit Zolder alle spalle della Lynk & Co di Gianmarco Fiduci (Team Fordzilla), al primo successo dell’anno imitato anche da Kirill Antonov (LADA Sport Rosneft eRacing Team).

Nonostante la pressione, il portacolori della M1RA Esports per tutto il 2020 ha brillato a bordo della sua Hyundai, conquistando trionfi preziosi come al Nürburgring Nordschleife e precedendo alla fine Bence Bánki (Red Bull Racing Esports), in forma a Slovakia Ring e MotorLand Aragón senza mai arrendersi.

In terza posizione troviamo invece l’Audi RS 3 LMS di Dávid Nagy (M1RA Esports), con Fiduci e Florian Hasse a completare la Top5 davanti ad Antonov, Adam Pinczes, Zoltán Csuti, Martin Barna e Bence Zsupanek.

Direttamente dal WTCR – FIA World Touring Car Cup, Esteban Guerrieri ed Yann Erhlacher si sono dati battaglia nell’ultimo weekend, con l’argentino a punti in Gara 2, mentre il francese ha avuto problemi tecnici


Gara 1: prima vittoria per Fiduci, Baldi è Campione
Dopo aver svettato nelle pre-qualifiche, Bánki non è riuscito a ripetersi e la pole position è andata a Fiduci seguito da Baldi.

Nagy e Florian Hasse (EURONICS Gaming / Honda) sono partiti dalla seconda fila con dietro Bánki e Zsupanek (M1RA Esports / Audi). 23° Ehrlacher, 20° Guerrieri.

Fiduci ha mantenuto il primato, Ehrlacher si è avvicinato a Guerrieri andando a lottare alla chicane. L’italiano si è poi trovato pressato da Baldi, tornando quindi a spingere per guadagnare.

Bánki ha superato Zsupanek nella lotta per il quinto posto, Zoltán Csuti (M1RA Esports / Audi) ha rimontato mettendosi dietro prima Martin Barna e poi Zsupanek, con Antonov a perdere terreno.

Fiduci ha continuato a fuggire via, Bánki ha iniziato ad insidiare Hasse, con le Audi a lottare per il sesto posto grazie a Csuti, Zsupanek e Barna.


Fiduci non ha avuto rivali andando a vincere comodamente davanti a Baldi, incoronato Campione di Esports WTCR Championship 2020. Podio per Nagy con dietro Hasse, Bánki, Csuti, Zsupanek, Barna, Pinczes e Juan Manuel Gomez.

Ehrlacher non ha avuto fortuna con un aggiornamento al computer che l’ha costretto a rinunciare a tutto l’evento. Fuori in avvio anche le Alfa Romeo di Pointeau e Smirnow.

Gara 2: Baldi festeggia con stile, Guerrieri a punti
Il neo-Campione Baldi si prende la pole positiondi Gara 2 con dietro Fiduci ed Hasse. Guerrieri termina 16° e meglio di 9 simracer.

Baldi tiene il primo posto al via inseguito da Fiduci ed Hasse, mentre Guerrieri sale 13° e Rasmus Salo va KO in un grande incidente nelle retrovie.

In mezzo al gruppo sono Bánki e Nagy i protagonisti di un duello per il quarto posto, col sesto di Norbert Leitner.

Hasse perde il secondo posto costretto a rallentare per una penalità legata ai track limits, dando modo a Fiduci e Nagy di continuare la rincorsa al podio inseguiti da Bánki.

Baldi controlla la situazione andando a vincere per la settima volta, Fiduci e Bánki vanno a podio, Nagy viene beffato all’ultimo giro. A punti ci sono anche Hasse, Leitner, Pinczes, Zsupanek, Leandro Werle (Snow Schatten Esports) e Matija Markovic (Absolute Motorsports) al debutto con la Lynk & Co. Guerrieri è 15°.

Gara 3: l’anno finisce con il primo hurrà di Antonov
Antonov balza a sorpresa in pole position battendo Zoltan Csuti e al via si difende bene dal rivale, con Hasse, Baldi e Leitner subito dietro.

Quest’ultimo però non regge il passo dei rivali e perde la posizione a vantaggio di Fiduci, Bánki e Barna. Csuti intanto non riesce a superare Antonov.

A 10′ dal termine, mozza azzardata di Fiduci alla curva 7 per sfilare il quarto posto a Baldi, il quale si ritrova poi dietro Bánki chiudendogli la porta.

Antonov resiste a Csuti e il 16enne russo per la prima volta vince in Esports WTCR. Podio per Hasse, punti per Fiduci, Baldi, Bánki, Leitner, Zsupanek e Salo. Guerrieri è 17° con sorpasso su Márk Balazsin nel finale.

Fuori i gemelli Werle al via, nella ghiaia finisce anche Gianpietro Venieri, con Alessandro Ottaviani in testacoda.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker