CIS

FABIO EMANUELE: “GRAZIE A TUTTI, SONO DAVVERO AFFRANTO”

TORREGROTTA – Una sbandata a pochi attimi della start di gara-2, dovuta ad un bug nel comando del gas, ha provocato la collisione contro un albero. Ingenti i danni, all’Osella più vittoriosa  in attività. L’intervista. 


Resta, di questa domenica infausta  e senza precedenti nella sua trentennale e dorata carriera, quantomeno la stima e l’affetto della gente. 

Affranto e avvilito, ma mai domo e soprattutto riconoscente verso quel paddock che gli ha dimostrato tanto affetto. 

Fabio Emanuele è incappato in uno di quei perversi scherzi del destino, che lo hanno sorpreso a pochi minuti dalla sua ennesima partenza in carriera. Dopo una prima manche molto prudente per via della pioggia, fuori dalla zona punti come esito finale, il molisano si apprestava a cercare l’affondo nella seconda salita. Mentre riscaldava le coperture il comando del gas gli è rimasto aperto, provocando un repentino pendolo e l’impatto subitaneo contro un vicino albero. 

Il tipo di collisione “a strappo” ha confinato i danni alla sola vettura e non al pilota, che è sceso immediatamente dal cockpit della sua Osella Super90, uscita però seriamente danneggiata dal colpo, come dimostrato chiaramente dalle immagini scattate da molti cellulari dei vari presenti.


FABIO EMANUELE: “GRAZIE A TUTTI, SONO DAVVERO AFFRANTO”

Ruote del lato destro, sospensione, radiatore, semiasse, tubazioni, cerchi, carene, freni, organi di sterzo e probabilmente anche la vasca del telaio aggiornato a 90, risultano parzialmente danneggiati o taluni componenti non più utilizzabili. Ampia la fuoriuscita di liquido sotto la vettura. 

Adesso sarà corsa contro il tempo, anche se non è scontato ne’facile che il sei volte campione italiano possa farcela a partecipare a Serrastretta con la vettura ripristinata. 

Il commento di Fabio Emanuele: 

“Dopo questo episodio sfortunato, non posso che ringraziare la gente per l’affetto incredibile che mi ha dimostrato. Aver seminato bene nella vita, ti porta a ricevere poi vero calore in queste situazioni avverse. La macchina mi è partita di colpo, dalle nostre analisi postume abbiamo poi capito che si sia incantato il comando del gas, infatti ad un certo punto l’ho sentita partire via e puntare verso il bordo strada. Non andavo affatto forte, il fatto è che quando sbatti contro un ostacolo rigido e grosso come un albero, soprattutto nelle fiancate, fai presto a provocare tanti danni. Basti vedere i crash test delle vetture, realizzati anche a velocità basse, per rendersi conto delle forze in gioco. 

Ora con i miei tecnici valuteremo il da farsi, la mia vettura era fatta ad hoc in tutto e questo aumenta le complicazioni. Valuto anche l’ipotesi di noleggiare un’altra macchina per Serrastretta, vedremo. Ci sono ancora venti giorni, andranno utilizzati al meglio. Grazie di cuore a tutti per le tante attestazioni ricevute, sono davvero commosso ed onorato”. 


Articolo di FRANCESCO ROMEO 

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker