Home » Salita » FAGGIOLI NELLA PRIMA SALITA

FAGGIOLI NELLA PRIMA SALITA

Michele Fattorini (Speed Miotor - Lola B02/50 # 4)Il fuoriclasse toscano dell’Osella svetta nella prima salita di gara alla iglesias sant’Angelo. Sfortunato e fermo Merli, bene Fattorini

E’ il sole a fugare ogni dubbio sulla perfetta effettuazione della prima salita di gara. I seimila metri del tracciato tra i monti del Sulcis Inglesiente dà certezze ai piloti, ma il fondo asfaltato non è “gommato” e non offre il grip atteso ed i cronomen sono chiamati a manovrare volante ed acceleratore con sensibilità e accortezza supplementari, di quelle che fanno le differenze.

Salgono tutti, prendendosi rischi pur di guadagnare qualche decimo per superare i rivali. C’è chi non sale agli onori della cronaca per la prestazione assoluta o inattesa, ma per un errore di valutazione nell’affrontare la prima curva: è Paolo Parlato che arriva di terza e troppo veloce alla staccata, la Clio chiude la traiettoria e compie uno spettacolare testacoda. Il triestino riesce a ripartire, rallentando però Rudi Bicciato che gli partiva dietro, anche Fulvio Giuliani rischia sull’asfalto sporco.

Immancabilmente è Simone Faggioli a segnare il miglior crono in 2’48″07, mentre l’atteso Christian Merli “buca” la salita stoppato dallo spegnimento della sua Osella a trequarti di percorso, per un problema alla batteria.
Sono sulla buona strada della progressione sia il giovane Michele Fattorini, secondo tempo a 15″66 dal fuoriclasse toscano che il trentino Diego De Gasperi, terzo assoluto a 17″27
Quarto tempo assoluto per Omar Magliona, primo tra i CN, a pochi decimi da De Gasperi ma con cinque secondi su Antonio Lasia con il primo dei prototipi E2b.
Bottura è ottavo, Merli settimo nonostante l’empasse elettrico, poi Pedrotti e Grussu il pilota locale che guida il gruppone delle Turismo.
Primo di Gruppo A è il bolzanino della Mendola, Bicciato, Roberto Ragazzi è leader tra le GT con la Ferrari 458. Armin Hafner capeggia il Gruppo N con la Mitsubishi lancer.
In Gruppo Racing Satart, il bresciano Novaglio con la Mini Cooper S ferma le prestazioni offerte nelle prove, staccando il bergamasco Tacchini con la Opel Corsa OPC.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

SCOLA DA RECORD A COLPI DI POWERSHIFT

Dopo il sontuoso terzo posto di Liber a Cividale, il campionissimo calabrese firma ad Erice ...