TIVM

FINALE TIVM: OTTO PILOTI DELLA SPEED MOTOR ALLA 48ESIMA CRONOSCALATA DELLA CASTELLANA

MICHELE FATTORINI E ANGELO MARINO CHE ASPIRANO ALLE PRIME POSIZIONI ASSOLUTE. TORNA LUCA GIOVANNONI CON LA WOLF, MENTRE GIANNI URBANI STRIZZA L’OCCHIO AL PRIMATO IN CN. GIANLUCA DE MASI NELLA RACING START PLUS E SAURO ROSSI E SAMUELE PAZZAGLIA NELLA RACING START SONO I PARTECIPANTI FRA LE TURISMO ED ERIC NICCHI E’ L’UNICO FRA LE STORICHE


Sono ben 8 i portacolori della scuderia Speed Motor che prenderanno parte alla 48esima edizione della Cronoscalata della Castellana di Orvieto, che quest’anno riveste un valore particolare: è infatti per la prima volta la finale del Trofeo Italiano di Velocità in Montagna e può contare su un elevato numero di iscritti. Fra i favoriti d’obbligo c’è Michele Fattorini nella veste di beniamino di casa, abitando nella vicina Porano, ma anche di plurivincitore della corsa: si è imposto infatti in quattro circostanze (2015, 2017, 2018 e 2019), dapprima con l’Osella Pa 2000 e poi con l’Osella Fa 30 Zytek ed è stato capace di superare nell’albo d’oro anche il padre, Fabrizio, che ha collezionato tre successi. Di Michele Fattorini sono anche i record di manche (2’47”34) sui 6190 metri del tracciato e per somma di tempi (5’34”97), per cui il 31enne pilota cercherà l’ennesima prodezza con la Lola B99/50 del Team Dalmazia, anche se gli avversari da battere non mancano, a cominciare dal campione Simone Faggioli – ancora un titolo tricolore per lui – che si presenta con la Nova Proto Np1, per continuare con il diretto rivale in E2-SS, Diego Degasperi su Osella Fa 30 Zytek e con gli altri della E2-SC: Stefano Di Fulvio su Osella Pa 30, Luigi Fazzino su Osella Pa 2000 turbo, Franco Caruso su Norma M20 Fc e il compagno di scuderia Angelo Marino su Osella Pa 2000 del team Paco 74, anche lui in E2-SC. Il salernitano della Speed Motor è reduce dall’assoluto dello scorso 10 ottobre a Popoli e darà vita a una entusiasmante battaglia sia per l’ingresso nella “top ten”, sia soprattutto per un gradino del podio. Torna al volante per l’occasione anche l’orvietano Luca Giovannoni, al debutto con la Wolf GB08 Thunder del Campionato Italiano Sport Prototipi in una nutrita classe 1000 della E2-SS che si preannuncia molto incerta per l’esito finale. Quarto “alfiere” fra le sport è il veterano Gianni Urbani con l’Osella Pa 21 S in un CN nel quale spiccano diversi nomi; su tutti, quello del pugliese Francesco Leogrande, campione d’Italia 2021 del gruppo, anche lui su Osella Pa 21. Passando alle turismo, troviamo Gianluca De Masi con la Bmw 318 Coupè nella classe 2.0 della Racing Start Plus, che vede illustri pretendenti alla vittoria, mentre nella Racing Start è di scena un altro vicino di casa, Sauro Rossi di Acquasparta, che rimane nella combattuta classe 1.6 ma stavolta con la Citroen Saxo e poi vi è un tuderte, Samuele Pazzaglia, all’esordio con la Mg Zr 105 nella classe 1.4. Completa il lotto, fra le auto storiche, l’eugubino Eric Nicchi con l’Alfa Romeo Giulia, ancora fresco del primo posto finale in campionato nella classe T1300 del II Raggruppamento. Verifiche sportive e tecniche nella giornata di venerdì 22 ottobre dalle 9.30 alle 18.30, prove ufficiali in due sessioni sabato 23 a partire dalle 8 e partenza di gara 1 alla stessa ora di domenica 24, con gara 2 a seguire.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker