CIVM

GHEZZI vs PERUGGINI: STAR WARS A QUOTA 1600

Patto agonistico fra i due fighters della divisione GT, attori protagonisti della Trento Bondone 2019: i dettagli di una sfida esplosiva. 


Vantaggio pari, già dallo start. 

Senza indugi o sotterfugi. 

Senza disparità tecniche. 

Il capitano della Scuderia Trentina Beppe Ghezzi, dopo aver deglutito a passo da record le 182 curve della crono più importante d’Europa nel 2019 ed aver saltato la sfida diretta in GT nel 2021 per l’assenza dal campionato di Lucio Peruggini, ritroverà allo start di luglio il suo più fiero e ravvicinato rivale per la lotta al Trono del Bondone, così da celebrare come si conviene una nuova sfida fra loro ed una nuova edizione della crono delle crono. 


Trovatisi ad hoc telefonicamente, i due veterani hanno segnato il perimetro della sfida trentina: Peruggini sarà al via su una Ferrari 488 in esecuzione Challenge, mentre Ghezzi si presenterà alle fotocellule su una Porsche 991 o 992 in configurazione Cup. 

GHEZZI vs PERUGGINI: STAR WARS A QUOTA 1600

Un altro epocale derby Porsche contro Ferrari quindi, andrà di scena da livelletta 350 ad altitudine 1658: Ghezzi e Peruggini hanno deciso di scontrarsi su versioni paritetiche come livello di preparazione e diverse rispetto alla Type 911/997 ed alla Huracan Evo con le quali avevano acceso la miccia della megatonica sfida del 2019, entrambe di taglia GT3, proprio per rendere più equilibrata possibile questa appassionante tenzone.

Dopo l’animosità iniziale per il reclamo post- gara, i rapporti fra i due sono costantemente migliorati ed oggi si nutrono di rispetto, simpatia e stima reciproca. 

Ghezzi, recordman fra le GT al Bondone con il tempo di 10.28.62, vanta titoli italiani ed europei in pista, conquistati su varie Porsche gestite dall’AutOrlando, mentre Peruggini ha messo a curriculum la vittoria di cinque campionati italiani della montagna: tre con la Ferrari 458 V8 e due con la Lambo Huracan V10. 

GHEZZI vs PERUGGINI: STAR WARS A QUOTA 1600

Nel 2021 Peruggini ha poi ceduto ad un quotato collezionista la propria decorata coupé emiliana concedendosi un anno di pausa agonistica, riuscendo comunque a vincere d’autorità la sola gara tricolore a cui ha partecipato, la Luzzi-Sambucina, con una Ferrari 458 presa a nolo da Robertino Ragazzi. 


Proprio quella crono calabra dominata sia al sabato che alla domenica è apparsa come una fragorosa prova di forza del driver pugliese della AB Motorsport, che lo accredita per un posto al sole fra le GT anche nel Civm VentiVentidue. 

Articolo di FRANCESCO ROMEO 

Articoli correlati

Back to top button