Home » Rally » CIR » GIANDOMENICO BASSO, CON GRANAI ALLE NOTE TRIONFA AL 42° RALLY IL CIOCCO E VALLE DEL SERCHIO, GARA DI APERTURA DEL CAMPIONATO ITALIANO RALLY.

GIANDOMENICO BASSO, CON GRANAI ALLE NOTE TRIONFA AL 42° RALLY IL CIOCCO E VALLE DEL SERCHIO, GARA DI APERTURA DEL CAMPIONATO ITALIANO RALLY.

A PINELLI-CELLI (HYUNDAI I20 R5) LA GARA “BREVE” DI COPPA RALLY DI ZONA

Simone Campedelli, Tania Canton (Ford Fiesta R5 #2, Project Team)

Il Ciocco (Lu). Il veneto Giandomenico Basso, con Lorenzo Granai alle note, a bordo della Skoda Fabia DP Autosport, gommata Michelin, si è aggiudicato una edizione spettacolare e tiratissima del rally Il Ciocco e Valle del Serchio, gara di apertura di un Campionato Italiano Rally che, per i prossimi appuntamenti, promette scintille. Basso, campione di grande spessore, aggiunge la quarta perla alla sua collana di vittorie al rally Il Ciocco e parte con il piede giusto nella corsa al titolo tricolore: costantemente alle calcagna del leader Andrea Crugnola nella prima parte di gara, con un blitz in testa a metà rally, il pilota di Montebelluna ha preso definitivamente il comando – per non lasciarlo più fino al traguardo finale di Castelnuovo Garfagnana – quando la rottura dell’idroguida ha fermato il battistrada. Andrea Crugnola, con Pietro Ometto a fianco, è stato velocissimo, fin da subito, con la Volkswagen Polo GTI R5 Hk Racing. Mentre incrementava, seppur di pochi secondi, il suo vantaggio sulla accanita concorrenza, è incappato nella rottura dell’idroguida, che lo ha costretto al ritiro, nella undicesima delle quindici prove in programma. A quel punto era Simone Campedelli, con Tania Canton alle note, a issare la sua Ford Fiesta R5 Orange1 Racing – con cui si è aggiudicato la scenografica e affollatissima prova spettacolo del venerdì a Forte dei Marmi – al secondo posto finale, staccato di soli quattro secondi e nove decimi, in una gara che ha visto il cesenate sempre a podio, ma di rado in grado di tirare la zampata vincente, anche per qualche valutazione non centrata, insieme al team. A completare un podio dai distacchi molto risicati, il pluricampione europeo e italiano Luca Rossetti, con Eleonora Mori a dettare le note, a bordo della Citroen C3

Andrea Crugnola, Pietro Ometto (Volkswagen Polo R5 #1, Gass Racing)

R5 ufficiale con la quale debuttavano. Dopo avere preso le misure alla macchina, nella seconda parte di gara il pilota friulano è riuscito ad arginare l’assalto al podio dell’irlandese Craig Breen, con Paul Nagle alle note, a bordo della Skoda Fabia R5 Metior. Il pilota con trascorsi nel Mondiale Rally in veste di pilota ufficiale Citroen WRT, al debutto sulle strade del “Ciocco”, ben conosciute da tutta la agguerrita concorrenza, è stato bravo a crescere con costanza, abbassando i tempi sulle ripetizioni delle prove, mancando il podio per poco più di due secondi e mezzo. Anche il bresciano Stefano Albertini, con Fappani alle note, può essere soddisfatto della sua “prima” nel CIR con una Skoda Fabia R5 Tam-Auto competitiva, con una prima parte di gara molto aggressiva. Per lui il primato tra gli iscritti al Campionato Italiano Rally Asfalto, che vede Rudy Michelini, con Perna (Skoda Fabia R5 PA Racing) secondo – e settimo assoluto – mentre Antonio Rusce, con Farnocchia (VW Polo GTI R5), è ottavo assoluto e terzo nel CIRA. Grande agonismo anche nel Campionato Italiano Due Ruote Motrici che, al rally Il Ciocco, ha trovato però un vero dominatore nel giovane fiorentino Tommaso Ciuffi, con Gonella a fianco, che ha concluso dominando la serie tricolore e chiudendo ottimo tredicesimo assoluto con la Peugeot 208 R2B ufficiale Peugeot Italia. Bella gara anche per Luca Panzani, con Pinelli, e la Ford Fiesta R2B, secondo al debutto con la nuova vettura, a poco più di trenta secondi da Ciuffi. Diciannovesimo assoluto un divertito e impegnato Andrea Marcucci, “padrone di casa” su queste strade e che non resiste al richiamo dei suoi rally, stavolta con la Peugeot 208 T16 R5 e con il fido Gonnella alle note.

Luca Rossetti, Eleonora Mori (Citroen C3 R5 #7, FPF Sport)

Menzione particolare merita la prova spettacolo di Forte dei Marmi. Un nuovo percorso, parzialmente rinnovato, che è piaciuto molto ai piloti. Anche a Simone Campedelli, autore del miglior tempo – e vincitore, per questo, del 3° Trofeo Rossi-Guglielmini, dedicato alla memoria di Giorgio Rossi e Flavio Guglielmini, due indimenticabili glorie rallistiche della Versilia, consegnatogli all’arrivo del rally. Ma soprattutto c’è stato un grande, grandissimo abbraccio di pubblico, con il paddock Bardahl – title sponsors del rally – adiacente al tracciato della “spettacolo”, in cui erano esposte Porsche da competizione e moto, preso d’assalto con entusiasmo per tutta la giornata.

“Credo che il rally Il Ciocco e Valle del Serchio sia stato un degno palcoscenico per la partenza del Campionato Italiano Rally 2019. – commentava alla fine Valerio Barsella, capace coordinatore generale dell’evento – La nostra gara vantava un elenco di partenza eccezionale e tanti pretendenti alle vittoria, con piloti di grande valore nazionale e internazionale. Di notevole caratura anche la gara “regionale”, valevole per la Coppa Rally di Zona. In più abbiamo avuto ben 114 iscritti, con un altro piccolo record nel fatto tutti gli iscritti hanno verificato e preso il via, senza alcuna defezione”.

 

A PINELLI-CELLI (HYUNDAI I20 R5) LA GARA REGIONALE DI COPPA RALLY ACISPORT DI ZONA

Il rally Il Ciocco e Valle del Serchio 2019 ha dato il via anche alla rinnovata Coppa Rally AciSport di Zona a massimo coefficiente. A vincere è stato Fabio Pinelli, con Celli, unico con una Hyundai i20 R5 gommata Hankook, in mezzo ad uno stuolo di Skoda Fabia R5. Tra queste, quella guidata da Luca Pierotti, con Manuela Milli alle note, è stata in testa fino alla ultima speciale svolta, prima di perdere oltre un minuto e mezzo per una foratura, retrocedendo in terza posizione. Tra il vincitore e Pierotti si inseriva, al secondo posto finale, Jacopo Civelli, con Giuseppe Tricoli alle note, anche lui su Skoda Fabia R5.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

IL 55° RALLY DEL FRIULI VENEZIA GIULIA PRONTO ALLE SFIDE DEI PROTAGONISTI DEL “TRICOLORE”

Una classifica di Campionato Italiano corta cerca conferme sulle strade friulane, che tornano nella massima ...