CIVM

GIOSY D’ANGELO ANCORA PROTAGONISTA

Anche al Terminillo è andato in scena il sequel vincente del pilota campano e della sua Black Mamba, griffata Samo Competition. Col successo reatino fra le duemila ed il secondo posto di E1, rivetta ulteriormente la doppia leadership di classe e gruppo.


GIOSY D’ANGELO ANCORA PROTAGONISTAAl Bondone si era conclamato il sorpasso in classifica, tappa dopo la quale serviva capitalizzare ogni appuntamento del Civm col massimo bottino utile contingente, dando così ancora maggiore forma e sostanza alla rincorsa al titolo finale. Concorrenza permettendo, ovviamente. Ieri l’ItalSalite prevedeva l’ottava sfida stagionale, quella Rieti-Terminillo scritta in maiuscolo grassetto nel personale Menù Preferiti dell’imprenditore salernitano. La positiva sessione di prova del sabato strizzava l’occhio alle ambizioni di spruzzare ancora di champagne il cofano della Black Mamba,  stante la competitività mostrata pure in Lazio dal tandem Giuseppe D’Angelo & Samo Competition. Il copione della domenica restava comunque tutto da sbobinare, con le insidie del caso. La pioggia infatti complicava la faccenda, costringendo il management della crono reatina ad accorciare il tracciato, rendendo così ancora più sapido il piatto della Rieti-Terminillo: una gara notoriamente dal grande sapore ma anche dalla difficile degustazione tecnica, probante com’è per le caratteristiche proprie del percorso. La sapiente scelta delle più idonee mescole delle coperture Pirelli, fornite e consigliate dalla Greco Gomme, si giovava dei preziosi input di capitan Luigi Sambuco, che consigliava il montaggio degli pneumatici da asciutto dopo una perlustrazione live del percorso. Una scelta di compromesso, vista la diversità di condizioni lungo gli 8 km di gara, che sarebbe stata però pagante. Nei primi due km asciutti D’Angelo partiva infatti col passo da leader, per poi rendere qualcosa dal terzo km in avanti, segnato da un fondo più umido e qualcosina ancora nella parte finale, via via sempre meno secca e quindi aderente. Il compendio delle prestazioni espresse con le slick però, consentiva comunque una sonante vittoria di classe ed un eccellente secondo posto di gruppo, con il trono di raggruppamento sfumato per una manciata di centesimi appena. Un fatturato di giornata che incentiva ulteriormente la doppia posizione di testa nel gruppo E1 e nella classe 2000, entrambi due chiari obiettivi del pilota di Paestum, alla caccia di un risultato omologo a quello colto nel 2018 da Gigino Sambuco, campione italiano di divisione sulla ruggente 155 D2 di casa.

GIOSY D’ANGELO ANCORA PROTAGONISTAQuesta l’analisi del week end laziale di Giosy D’Angelo: Sono molto contento, è stato tutto quasi perfetto. Ho centrato un’altra vittoria di classe 2000, che mi proietta ancora più in alto in graduatoria. Sebbene il primato di giornata di gruppo E1 non sia arrivato per soli tre decimi, c’è da considerare che il detentore della prima posizione è un pilota certamente e notoriamente veloce, nonché buon conoscitore della strada, da driver locale qual è. Pertanto il secondo posto, alla luce anche di quanto comporti in termini di punti, è un bottino che saluto con soddisfazione. Resto infatti al comando della doppia classifica di categoria e raggruppamento. Non è stato facile guidare in condizioni tanto diverse, con il fondo che dal terzo km in avanti era sempre meno aderente per via delle chiazze d’umido, via via più frequenti ed ampie. In un paio d’occasioni ho anche dovuto tenere a bada la vettura di traverso, intenzionato com’ero a cercare la doppia affermazione. Non posso che ringraziare la Samo Competition che mi ha dato una macchina ancora una volta perfetta, con il prezioso assistente tecnico Giacomino sempre accanto a me in ogni fase, con Vincenzo Pagano autore di un cambio gomme con tempi incredibili e con Gigino Sambuco che prima dello start mi ha dato l’imbeccata giusta per la scelta delle gomme più azzeccata. A proposito di coperture, ringrazio la Greco Gomme per l’ottimo prodotto Pirelli fornitomi e per i preziosi consigli della vigilia. Come non posso esimermi dal ringraziare Lotto Moreno (Gas39) per il motorone eccezionale che in ogni gara e a dispetto della temperatura e dell’altitudine, sprigiona sempre una coppia ed un allungo straripanti. Fantastico. Niente da dire anche sul cambio PowerShift, impeccabile pure in questo appuntamento. Con il feeling che sento di aver raggiunto con la Black Mamba e la qualità dei miei partner tecnici, guardo con entusiasmo ai prossimi impegni.

Francesco Romeo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker