CIVM

Giuseppe Agnello, un 2021 intenso e ricco di soddisfazioni.

Un anno positivo quello di Giuseppe Agnello che al termine dei molti impegni di campionato, divisi tra Campionato Italiano e Trofeo Italiano Montagna, mette nel suo personale palmares dei piazzamenti importanti.


E’ Infatti primo della classe E2-SH 2000 della massima competizione nazionale, titolo bissato nella stessa classe del TIVM, dove, nella classifica generale di gruppo, è secondo.
Dalle montagne della Lombardia alle viste mozzafiato della Sicilia, le tappe sono state tante e contro avversari di tutto rispetto ma il portacolori dell’ ACN Forze di Polizia è riuscito comunque a primeggiare su percorsi difficili e con avversari di tutto rispetto.
Ben 9 le gare disputate, partendo dalle Marche con il Trofeo Scarfiotti, Trofeo Vallecamonica, Alghero – Scala Piccada, Trofeo Faggioli a Gubbio, Lo Spino in terra toscana poi giù nella splendida Sicilia per la tappa trapanese della Monte Erice e per la Coppa Nissena. Degna cocnlusione di una stagione vincente la Salita di Orvieto, finale nazionale dedicata a tutti i campioni di classe dei vari gironi TIVM.

“E’ stato un anno intenso -ha dichiarato Giuseppe Agnello- Le gare sono state molte e mi hanno portato in tutta Italia, dalla Lombardia al Trentino. La fatica però ha dato i suoi frutti, e sono arrivati dei titoli e dei piazzamenti che, all’inizio della stagione, speravo ma non ero sicuro di riuscire ad ottenere. La costanza, l’impegno e la determinazione sono stati premiati. L’idea di fondo era quella d partecipare al Tivm Centro, competendo solo nelle gare del centro Italia, ma la frase che ci ha accompagnato questa estate e che recitava “l’appetito vien mangiando” è stata un vero e proprio mantra che mi ha portato a competere e a vincere la classe E2-SH nella massima competizione nazionale, nel CIVM. Il titolo di classe è stato bissato nel TIVM Centro ed impreziosito dal secondo posto generale di gruppo. E’ questo forse il vero rammarico della stagione perché è dovuto all’unico passo falso dell’anno, nella sfortunata gara di Popoli.

Ma con il senno di poi sono davvero felice di quanto ottenuto. Ovviamente da solo tutto ciò non sarebbe stato possibile, in particolare senza chi ha permesso alla mia Lotus Exige S1 di fare un vero e proprio salto di qualità a livello tecnico e di affidabilità e di chi ne ha curato la logistica ovvero Auriga Motorsport, Duemme Motorsport e TDD Ecu.

E grazie ovviamente a chi ha sostenuto questa avventura durata 6 mesi e diverse migliaia di chilometri ovvero Silmac, Gaggiomeccanica, Metalcastello, Bottonificio Lenzi 1955, OFM F.lli Malavolta, EL.MI. Elettronica, Venturi Coppie Gleason, OCIS, BBC Technologies, Valdauto, DevitCar.


Il mio pensiero, quello dei miei collaboratori, preparatori e partner è rivolto al 2022, stagione per la quale è iniziata già la preparazione della mia vettura. Si è conclusa infatti con con un 6° posto assoluto l’Individual Races Attack di Magione, gara in circuito, un ottimo test per fare un punto finale per intevenire in previsione della prossima stagione. Inutile nascondere che i titoli conseguiti nel corso di questa stagione agonistica mi hanno galvanizzato e non poco, quindi la voglia di ricominciare di essere competitivi e perché no, di vincere restano presenti.”

Ufficio Stampa

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker