CRONOSCALATE

GIUSEPPE VACCA SPOSA MISS PA30

Emozione mista a tanta umiltà per il veloce driver sardo, che rileva la potente Osellona del gran veterano Piero Nappi, realizzando il suo sogno di sempre. 


Non si è lasciato sfuggire l’occasione per arrivare alla celeberrima grand’ammiraglia di casa Osella, suo obiettivo costante fin dal primo approccio con le gare in salita ed alla prima finestra utile, ha avvicendato la sua precedente PA2000 Evo con l’Osellona della massima taglia. 

L’esemplare è quello posseduto per qualche stagione da Capitan Piero Nappi, dotato di un possente motore 8 cilindri Zytek realizzato dalla nota factory LRM. Il tuner della vettura di Vacca sarà ovviamente Paco74, noto specialista delle barchette torinesi e legato da un rapporto agonistico ormai pluriennale col giovane pilota sardo. 

La trattativa ha avuto luce verde già nel 2021 inoltrato, ma per varie contingenze si è aspettato lo start del 2022 per rendere nota questa succosa news, che va ad insaporire ulteriormente il già appetitoso menù del Civm all’orizzonte. 

GIUSEPPE VACCA

Il commento di Giuseppe Vacca: “Sono contento di aver finalmente realizzato il mio sogno, regalandomi una delle migliori vetture del circus, guidata in precedenza da un’istituzione del motorsport italiano. Dopo aver posseduto e guidato prima la CN 1600 ed a seguire la 2000 libera, faccio il salto definitivo verso la massima espressione di casa Osella. Mi approccio con tantissima umiltà a questa nuova bellissima vettura, ben consapevole che avrò tanto da imparare, lavorando con metodo ed abnegazione. Compatibilmente con il budget e gli impegni lavorativi proverò a fare più gare possibili del Civm, così da accumulare km e quindi esperienza preziosa su una vettura tanto impegnativa. Non ho smania di dimostrare nulla, piuttosto tanta voglia di mettermi in gioco per parametrarmi alle nuove esigenze di guida di una vettura da 500 cv. Paco 74 sarà per me una guida imprescindibile, una figura che mi permetterà di decifrare nel modo giusto la nuova situazione tecnica in cui mi misuro. Nella terza settimana di gennaio, la data è ancora in bilico, effettuerò la prima presa di contatto con la vettura, sulla pista di Sarno. 


Dopo il primo test inizierò a lavorare sulle cover esterne, realizzando ex novo lo stampo delle carrozzerie super light presso la mia factory. Per quest’anno dovrei correre in nero, colore caratteristico della fibra di carbonio. Sono entusiasta, lo ribadisco, ma assolutamente con i piedi per terra. Spero di confezionare una prima stagione positiva, con una crescita graduale ma costante. 

Quanto alla mia ormai ex PA2000 Evo, non posso che salutarla con grande affetto, perché è una vettura dal grandissimo valore velocistico. 

Articolo di FRANCESCO ROMEO 

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker