TCR Europa

GRINTA E CUORE PER GIACOMO GHERMANDI NEL TCR EUROPE A PORTIMAO

Nemmeno un virus intestinale e una serie di contatti fermano il pilota bolognese, che vede la bandiera a scacchi in entrambe le manche nel primo appuntamento stagionale


Caparbietà e determinazione non sono di certo mancate a Giacomo Ghermandi, in occasione del primo appuntamento stagionale del TCR Europe andato in scena sul tracciato di Portimao. Il pilota bolognese, in pista con la Cupra Leon Competición della Scuderia Ghermandi by Lema Racing, non si è infatti arreso di fronte ad una serie di vicissitudini che ne hanno condizionato il rendimento in pista, riuscendo a vedere il traguardo in entrambe le gare ed accumulando una grande dose di esperienza utile per il futuro.

Arrivato in Portogallo con l’obiettivo di macinare chilometri e reggere l’arduo confronto con i migliori specialisti della categoria a livello europeo, Ghermandi si è reso protagonista di un week-end in costante crescita, che lo ha visto battagliare con i diretti competitor nella categoria ‘Diamond’ (riservata agli Over-35) ed acquisire una bella iniezione di fiducia in vista dei prossimi appuntamenti in calendario.

Dopo l’apparizione in qualità di wild-card nel round finale dello scorso anno a Barcellona, per il driver emiliano si trattava infatti della prima presa di contatto con una realtà nuova ed estremamente competitiva, nella quale sono presenti team e piloti che vantano anni di esperienza nella categoria. Ciò nonostante, Ghermandi ha voluto affrontare con grande entusiasmo questa nuova sfida, che lo vedrà gareggiare nel corso della stagione sui principali autodromi europei.

Che il livello fosse altissimo lo si è subito percepito nel momento in cui, dopo le giornate dedicate ai test collettivi, il confronto con il cronometro è entrato nel vivo grazie alle prove libere ufficiali.  Con quattordici piloti racchiusi nello spazio di 1”, Ghermandi con gomma nuova è riuscito a contenere il distacco dalla vetta, puntando a migliorare ancora in vista delle qualifiche.
Sfortunatamente, nella notte il bolognese è stato colpito da un fastidioso virus intestinale che ha condizionato pesantemente le sue prestazioni, con le temperature estive di Portimao che hanno contribuito a rendere la situazione ancora più complessa. Pur in condizioni fisiche precarie, “Jack” è rimasto a ruota dei propri avversari diretti, chiudendo il turno di qualifiche a soli 3 millesimi dal portoghese Moura.


In gara-1, Ghermandi si è reso protagonista di un ottimo start che gli ha subito consentito di guadagnare due posizioni. Purtroppo, dopo poche curve ha dovuto frenare bruscamente per evitare una collisione verificatasi davanti a sé, perdendo la posizione in quel momento acquisita. Come se non bastasse, dopo alcuni giri ha subìto anche un pesante colpo da parte di un avversario che ha reso la sua vettura pressoché inguidabile: a quel punto, complice anche uno stato di forma tutt’altro che perfetto, il bolognese ha saggiamente preferito non forzare il ritmo, puntando alla bandiera a scacchi e chiudendo in ventesima posizione.

Ghermandi si è presentato quindi al via di gara-2 con il coltello tra i denti, deciso a voler migliorare il risultato del giorno precedente. Il pilota emiliano si è fatto largo con determinazione nelle fasi convulse subito dopo lo start, guadagnando ben quattro posizioni e transitando in sedicesima piazza assoluta al termine del primo giro. Nel corso della seconda tornata, l’italiano è stato speronato da un avversario, riportando seri danni alla vettura ma riuscendo comunque a portare a termine la gara, concludendo in P17 e ad un passo dalla zona punti.

Giacomo Ghermandi: “Diciamo che la fortuna…non è stata propriamente nostra amica in questo fine settimana! Puntavamo a macinare quanti più chilometri possibili nei test collettivi, ma poi un guaio al sensore del pescaggio benzina ci ha costretto a saltare una sessione. Superato questo inconveniente, sentivamo di avere il passo per giocarcela in qualifica, se non fosse che un virus intestinale mi ha…praticamente messo KO dal punto di vista fisico. Le qualifiche e soprattutto gara-1 sono state molto difficili, ma almeno sono riuscito ad arrivare in fondo e a vedere la bandiera a scacchi. L’indomani stavo molto meglio: dopo un’ottima partenza mi trovavo ad un passo dalla zona punti, quando un pilota portoghese ha deciso di…distruggere la mia gara, danneggiandomi la vettura e costringendomi a rallentare. Abbiamo chiuso in P17 ed in terza piazza tra i Diamond, ma la crescita complessiva nell’arco del week-end è stata comunque molto importante e ci spinge a guardare con grande entusiasmo al prossimo appuntamento. Un ringraziamento va a coloro che hanno fatto il tifo per noi e ai nostri sponsor, con i quali siamo pronti a vivere insieme una stagione ricca di emozioni!”

La Scuderia Ghermandi tornerà in pista nel secondo atto stagionale del TCR Europe, in programma nel weekend del 20-22 Maggio sul tracciato francese di Le Castellet.

Articoli correlati

Back to top button