WSK

I vincitori delle manches alla WSK Super Master Series di Lonato

Le manches eliminatorie a Lonato hanno indicato i maggiori protagonisti della quarta e ultima prova della WSK Super Master Series nelle quattro categorie MINI, OKJ, OK e KZ2. Prefinali e Finali domenica 25 Aprile in diretta streaming su www.wsk.it.


Dopo le 42 manches eliminatorie disputate fra venerdì e sabato, la quarta e ultima prova della WSK Super Master Series al South Garda Karting di Lonato ha indicato la lista dei finalisti che domenica si contenderanno il titolo nelle categorie MINI, OKJ, OK e KZ2, nell’evento che ha visto la partecipazione di ben 316 piloti provenienti da 44 nazioni.

Il gran finale di domenica 25 Aprile è in diretta Streaming con inizio alle ore 10:40 per le due Prefinali di ogni categoria, e a seguire le quattro Finali: alle 14:20 Finale OK, quindi 14:50 Finale MINI, 15:20 Finale KZ2, 15:50 Finale OKJ. In quest’ultima prova saranno assegnati ben 140 punti per i vincitori di Prefinale (da 60 punti a scalare per le altre posizioni) e della Finale (da 80 punti a scalare), che favoriscono un bel ventaglio di candidati per la conquista dei titoli.

Denner e Celenta impongono il ritmo in KZ2.

In KZ2 prevale il francese Emilien Denner (Intrepid Driver Program/Intrepid-TM Racing) con la pole position in prova e due vittorie di manches, ma la concorrenza è pronta a farsi valere, a partire da quello che appare il suo maggiore antagonista, l’italiano Francesco Celenta (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing), anche questi autore di due vittorie. In evidenza anche l’italiano Alex Irlando (CRG Racing Team/CRG-TM Racing), l’olandese Marijn Kremers (BirelART Racing/BirelART-TM Racing), lo svedese Viktor Gustavsson (Leclerc by Lennox/BirelART-TM Racing) e lo spagnolo Pedro Hiltbrand subito molto competitivo al debutto con il Team Leclerc by Lennox Racing. Attardato invece il capoclassifica provvisorio, il finlandese Juho Valtanen (KR Motorsport/KR-Iame) solamente 12mo al termine delle manches.


La classifica KZ2 dopo le manches: 1. Denner; 2. Celenta; 3. Irlando; 4. Kremers; 5. Gustavsson; 6. Hiltbrand; 7. Renaudin; 8. Palomba; 9. Iglesias; 10. Van Walstijn.

Dominio di Camara nella OK.

Nella OK ha dettato legge il brasiliano Rafael Camara (KR Motorsport/KR-Iame), leader del campionato e autore di tre vittorie nelle manches che lo confermano in testa alla classifica provvisoria. Ottima la prova dell’italiano Luigi Coluccio (Kosmic Racing/Kosmic-Vortex), con una vittoria, e dei compagni di squadra di Camara, l’inglese Arvid Lindblad, l’italiano Andrea Kimi Antonelli che è secondo in campionato, e l’americano Ugo Ugochukwu.

La classifica OK dopo le manches: 1. Al Dhaheri; 2. Ferreira; 3. Dedecker; 4. Nakamura-Berta; 5. Slater; 6. Bohra; 7. Deligny;  8. Macintyre;  9. Gubenko; 10. Kutskov.

Poker di Al Dhaheri in OKJ.


Nella OK-Junior è il pilota degli Emirati Arabi Rashid Al Dhaheri (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) che sale alla ribalta al suo rientro nel campionato dopo aver dovuto saltare i due precedenti appuntamenti di La Conca e Sarno. Al Dhaheri si è imposto in 4 manches, ma fra i migliori si fanno notare anche il brasiliano Matheus Ferreira (KR Motorsport/KR-Iame) insieme al suo compagno di squadra, il belga Douwe Dedecker, ambedue con 3 vittorie, oltre al giapponese Kean Nakamura-Berta (Forza Racing/Exprit-TM Racing) che aveva fatto registrare la pole position in prova. In recupero il capoclassifica provvisorio, il giamaicano Alex Powell (KR Motorsport/KR-Iame), dopo una sfortunata qualificazione nelle prove.

La classifica OKJ dopo le manches: 1. Al Dhaheri; 2. Ferreira; 3. Dedecker; 4. Nakamura-Berta; 5. Slater; 6. Bohra; 7. Deligny; 8. Macintyre; 9. Gubenko; 10. Kutskov.

Gran bagarre nella MINI.

Dopo 15 manches eliminatorie, la situazione nella MINI sembra ancora aperta a qualsiasi risultato. Il duello di vertice comprende i due leader di campionato Christian Costoya (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) e l’olandese René Lammers (Baby Race/Parolin-Iame), con l’olandese che dopo le manches è andato a scavalcare in classifica l’avversario di un solo punto. Costoya ha perso qualche posizione, ma è pronto a recuperare. In bella evidenza si è posto il russo Gerasim Skulanov (CRG Racing Team/CRG-TM Racing), ma anche il tailandese Enzo Tarnvanichkul (Team Driver/KR-Iame) e l’italiano Emanuele Olivieri (Formula K Serafini/IPK-TM Racing), oltre al belga Dries Van Langendonck (BirelART Racing/BirelART-TM racing) e il colombiano Matias Orjuela (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing).

La classifica MINI dopo le manches: 1. Lammers; 2. Tarnvanichkul; 3. Skulanov; 4. Costoya; 5. Olivieri; 6. Orjuela; 7. Van Langendonck; 8. Cosma-Cristofor; 9. Ivannikov; 10. Peebles.

Il programma della WSK Super Master Series Rd.4, Lonato

Domenica 25 Aprile: 8:30 Warm up, 10:40 Prefinali, 14:20 Finale OK, 14:50 Finale MINI, 15:20 Finale KZ2, 15:50 Finale OKJ.

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker