Home » Pista » IDA PETRILLO ANCORA PROTAGONISTA

IDA PETRILLO ANCORA PROTAGONISTA

Ennesima uscita positiva per l’ex kartista campana, perfettamente a suo agio sulla Radical Sr4 1340 durante il Trofeo Natale Nappi. Altra conferma del valore di Michele Esposito, arriva invece con la quinta piazza assoluta di  kermesse.

Dieci anni di velocità a ruote basse e due di Autosport Sorrento, in quota Radical Sr4. Le conferme sulla velocità istintiva della giovane e bella Ida Petrillo , non hanno mai tardato all’appuntamento con la pista.

Il recente Trofeo Natale Nappi ha visto la lady campana esprimersi in sequenza su un gran passo, sia in termini di prestazione velocistica pura che di costanza nel saperla riprodurre in tutte le uscite. Il feeling con la squadra è ormai totale e le operazioni di settaggio ad personam per il suo stile di guida, comportano stint brevi ed efficaci. Di Ida colpiscono velocità, costanza e personalità.

IDA PETRILLOCosì ai nostri microfoni: La macchina era settata su un altro stile di guida e con un’altra risposta in frenata, per cui con la squadra ci siamo interfacciati per regolare quest’aspetto nel modo più confacente alle mie esigenze e ci siamo riusciti in pieno. Sono contenta sia dei tempi che della costanza con cui li ho ottenuti e soprattutto mi sono divertita davvero tantissimo. Secondo me la Radical, mi riferisco anche a quanto mi dicono altri piloti più navigati, è una macchina ideale per chi corre da poco, come per chi invece al volante ci sta da tanto, in quanto la sua facilità di guida è immediatamente percepibile. Attorno a me c’erano driver molto sgamati e veloci e queste occasioni diventano anche formative. Ringrazio l’Autosport Sorrento per il clima sereno e familiare con cui esercitano la loro professionalità e sono contenta che anche loro siano  molto soddisfatti del mio operato. Vedremo di essere adesso allo start di Sarno, per il challenge di fine anno. Potrei essere della partita.

In tema di conferme, Michele Esposito rimbalza ancora la sua bravura centrando un ottimo quinto posto finale nella lunga timing list delle barchette sport, cedendo solo a quattro big su altrettanti prototipi due litri, ben più potenti e alate. Il filotto delle Cn2 arrivati alle sue spalle, danno una volta di più la misura del suo talento e del valore della Sr4 Evo sviluppata negli anni dalla factory sorrentina.

Un arma affilata, reattiva e versatile, che si fa ben maneggiare da una vasta platea da corsa.

Francesco Romeo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

New Rally Team Verona al via del Trofeo d’Italia Drifting ACI Sport 2020

Il New Rally Team Verona torna sulle piste di Drifting in occasione della prova unica ...