RALLY NAZIONALI

IL 37° RALLY DELLA VALDINIEVOLE E MONTALBANO SARA’ UN “RALLY DAY”

Cambia il format, una delle gare più apprezzate in Toscana e non solo, con l’organizzazione sempre di Jolly Racing Team e Laserprom015.  


Sono in programma alcune novità sul percorso e sulla logistica, cercando di rendere sempre più la gara caratterizzata dal senso di appartenenza ai territori della Valdinievole e del Montalbano.  

Sei, in totale, le prove speciali in programma in un solo giorno di gara.

Cambia pelle, ma non la sostanza, il 37° Rally della Valdinievole e Montalbano, in programma per il 7 e 8 maggio a Larciano, con l’organizzazione curata dalla Scuderia Jolly Racing Team in collaborazione con Laserprom 015. Per l’edizione duemilaventidue della gara, una tra quelle più apprezzate in Toscana e non solo, vi sarà il passaggio da Rally nazionale non titolate come nel 2021, al format di “RallyDay”, vale a dire con lo svolgimento in un solo giorno, caratterizzato dalla lunghezza totale delle prove speciali da un minimo di 25 ad un massimo di 40 Km e con le prove (ripetibili al massimo tre volte) che devono stare entro una distanza tra i 3 ed i 7 Km l’una. Da tale tipo di gara sono escluse le vetture Super 2000, N4, N5, R4, R4 Kit, R5, A8/ProdE8, WRC, K11, RGT, FGT.

Un formato di gara dunque agile, sicuramente con i costi contenuti, il quale proporrà lo scenario competitivo in un fazzoletto di territorio che dalla Valdinievole guarda alle pendici del Montalbano. E con questo fatto si ribadisce l’intenzione di considerare appunto i luoghi attraversati dalla gara, la quale sarà l’ideale ponte tra le due zone, peraltro caratterizzate da innumerevoli bellezze artistiche e paesaggistiche.


Cuori pulsanti della gara sono dunque Larciano (sede di partenza ed arrivo e del quartier generale organizzativo, al Ready Center in Via G. Marconi), Lamporecchio ed anche Vinci, per i cui territori il rally porterà indubbiamente beneficio sotto l’aspetto turistico-ricettivo con l’afflusso di equipaggi, membri dei team ed appassionati.

In totale la gara propone sei prove speciali (due diverse da ripetere tre volte) per un totale cronometrato di 35,910 chilometri, a fronte dell’intero tracciato che ne misura 127,890. Rispetto al 2021 cambia la prova speciale “Lamporecchio” (Km 6,950), in versione più corta, nel rispetto del regolamento di settore ed invertita nel senso di marcia, con lo start previsto dal bivio per l’abitato di Spicchio, in direzione Pistoia. Invariata invece la prova di “Larciano” (Km. 5,020). Sulla prova di Lamporecchio è previsto anche lo svolgimento, al sabato 7 maggio, dello “shakedown”, il test vetture da gara, nei 2,200 chilometri iniziali della prova.

Partenza da Larciano alle 08,01 e arrivo alle 16,35.

Novità anche per quanto riguarda i riordinamenti che faranno da intervallo alla competizione. Si riproporrà il primo, dopo due prove, a Larciano, alla Coop. Vinicola Chianti Montalbano (come nel 2021) mentre quello dopo le altre due prove sarà a Vinci, in Piazza Guido Masi, di fronte al celebre Museo Leonardiano,attrattiva di molti turisti anche stranieri. A questa novità se ne affianca un’altra, anche in questo caso un riordinamento, previsto in Piazza Francesco Berni a Lamporecchio, dopo le ultime due prove e prima dello sventolare della bandiera a scacchi. Ciò per dare modo alla classifica di gara di assestarsi e non accumulare poi per le premiazioni previste sul palco di arrivo.

Articoli correlati

Back to top button