Home » Salita » IL C.I.V.M. ARRIVA A GUBBIO PER IL 47. TROFEO LUIGI FAGIOLI

IL C.I.V.M. ARRIVA A GUBBIO PER IL 47. TROFEO LUIGI FAGIOLI

Dal 24 al 26 agosto nella caratteristica cittadina umbra il nono appuntamento con il Campionato Italiano Velocità Montagna che entra nella fase clou. A iscrizioni ancora aperte presenti tutti i big del tricolore ACI-CSAI. Venerdì il Premio Barbetti a Montermini.

22/08/2012 – Sarà il nono appuntamento del Campionato Italiano Velocità Montagna il 47° Trofeo Luigi Fagioli, Gubbio – Madonna della Cima, organizzato dal Comitato Eugubino Corse Automobilistiche. Doppia gara sui 4.150 metri di tracciato tecnico e scorrevole che copre una pendenza media del 6,5% su un dislivello di 270 metri, un concentrato di intense emozioni per i protagonisti al volante ed il grande pubblico tradizionalmente presente nella prestigiosa cornice. Uno sforzo comune per garantire tutto l´appoggio necessario all´evento sportivo e piena sicurezza al percorso della gara, molto sentita nell´intera Umbria, per la quale si sono prodigati oltre agli organizzatori, anche le pubbliche Amministrazioni Comunale e Provinciale.

Iscrizioni aperte fino alla mezzanotte di oggi, 22 agosto, ma già i numeri sono molto incoraggianti ed i migliori big del tricolore ACI-CSAI hanno tutti confermato la presenza nella famosa cittadina medievale nel cuore dell´Umbria. Venerdì 24 agosto dalle 14.00 alle 19.30 le verifiche sportive, presso il Centro Servizi al Convento Cappuccini in Via Tifernate e le tecniche presso l´Istituto Tecnico Commerciale di Viale Paruccini. Sabato 25 agosto alle 10 partirà la prima salita di prove ufficiali, alla quale seguirà una seconda ricognizione del percorso da parte dei concorrenti al volante delle vetture da competizione, con l´intero tracciato già perfettamente allestito per la corsa. Domenica 26 luglio alle 10 il Direttore di gara Fabrizio Fondacci, ed il suo aggiunto Marcello Cecilioni daranno il via a gara 1 del 47° Trofeo Luigi Fagioli, a cui seguirà gara 2. Per le 16 in località Madonna della Cima, presso l´arrivo, è prevista la Cerimonia di Premiazione.

Nella serata di venerdì 24 agosto prevista la Cerimonia di consegna del “Memorial Angelo e Pietro Barbetti”, prestigioso premio ai più altisonanti nomi dell´Automobilismo, che quest´anno sarà consegnato ad Andrea Montermini, pilota F.1 che celebra le nozze d´argento con l´automobilismo ed il ventennale con il marchio del Cavallino Rampante.

Se finora il C.I.V.M. è stato il campionato forse maggiormente acceso ed incerto, a partire dalla gara eugubina l´atmosfera è destinata a diventare incandescente, ora ogni punto può essere decisivo per la rincorsa al titolo assoluto e di gruppo, oltre all´aggiudicazione dei Trofei e Coppe di classe del Tricolore.
Per la corsa all´assoluto torna in campo il pluricampione fiorentino Simone Faggioli al volante dell´imbattuta prototipo monoposto Osella FA 30 Zytek, l´alfiere Best Lap ha appena conquistato il suo quinto titolo di Campione Europeo della Montagna ed ora vuole concentrarsi nella rincorsa all´ottavo Tricolore, dove è al comando della classifica. Solo cinque lunghezze dividono dalla vetta l´indomabile trentino Christian Merli che ha addirittura corso domenica scorsa nella gara della serie cadetta a Luzzi in Calabria, per provare soluzioni diverse sulla sua Radical SR4 Prosport, l´agile e scattante biposto di gruppo E2/B che l´abile portacolori Vimotorsport ha portato ai vertici della classifica di gruppo ed è in lotta per il titolo assoluto. Sempre tra le formula del gruppo E2/M tre Lola dalle grandi ambizioni, quella con i colori della Scuderia Etruria dell´esperto e sempre combattivo Franco Cinelli, del trentino Adolfo Bottura, sempre più a suo agio con i tanti cavalli del motore Zytek da 3000 cc. ed il sempre più emergente Michele Fattorini, il giovanissimo orvietano dell´Autosport Sorrento che ha attaccato addirittura la vetta della classifica nella agra di Luzzi prima di essere rallentato da una crisi di gomme. In classe 2000 a difendere la leadership dell´ under 25 arriverà dalla provincia di Ragusa l´alfiere Catania Corse Samuele Cassibba con la F. Master che ben conosce, mentre darà un saggio dei progressi fatti il reatino dell´ACN Forze di Polizia Graziano Buttoletti, passato di recente alla Gloria monoposto da 1000 cc.. Nel gruppo delle biposto E2/B, preparate secondo normativa europea, oltre al leader Merli, tornerà in gara il potentino Achille Lombardi che a piccoli ma significativi passi è sempre più in confidenza con l´agilità della Radical SR4, mentre con un buon credito verso cattiva sorte ed un pesante gap dalla concorrenza, ci sarà il trapanese Vincenzo Conticelli con la Osella PA 30 Zytek.

Duello più ravvicinato che mai quello per il gruppo CN dove il calabrese di Pubblimedia Rosario Iaquinta su Osella PA 21/S Honda arriva in Umbria con due punti e mezzo di vantaggio sul sardo dell´Ateneo Tricolore 2011, Omar Magliona, che invece dispone della versione EVO della biposto ultima nata di casa Osella. Tra i due ago della bilancia sarà senz´altro il giovane Francesco Conticelli, portacolori della Catania Corse che ad ogni presenza senza inconvenienti in gara, ha fatto sentire la sua incisività sull´Osella PA 21/S Honda EVO. In gruppo GT il veneto di Rubicone Corse Antonio Forato potrà ipotecare il titolo con la Lamborghini Gallardo, complice l´assenza del più diretto rivale il siracusano Ignazio Canavò, trattenuto in Sicilia da motivi di famiglia. Il pescarese Sergio Santuccione dopo la buona prestazione ferragostana di Popoli, sarà però in ottima forma con la Porsche 996. Scoppiettante, incerto e come sempre appassionante il gruppo E1, con il bolognese dell´Ateneo Fulvio Giuliani che dovrà chiedere molto all´aerodinamica della sua Lancia Delta EVO, per cercare l´assalto al leader teramano AB Motorsport Marco Gramenzi, insidioso in qualunque condizione con l´Alfa 155 V6, in particolare su tracciati scorrevoli dove l´ex vettura DTM esprime bene le sue doti. Tra i due ci sono solo tre punti di differenza. Dritto al successo in gruppo punta anche il napoletano Piero Nappi, fresco del successo domenica scorsa, con la Ferrari 550, particolarmente adatta al tracciato umbro. Torna in campo anche un altro protagonista come il teramano Roberto Di Giuseppe che spera di aver risolto i problemi che hanno afflitto l´Alfa 155 GTA. Il campano Sandro Acunzo con la Renault New Clio vorrà accorciare le distanze di classe 2000 dal trapanese Daniele Amato su Opel Astra GSI. Sarà la gara di casa per la lady dell´E1 Deborah Broccolini che cercherà nuovi e determinanti punti con la Citroen C1, vettura con la quale vede sempre più da vicino una seconda Coppa Dame e di classe. Presenti le due ammirate BMW Superstars del maceratese Abramo Antonicelli e dell´ascolano Amedeo Pancotti, che animeranno un appassionante duello per la Coppa riservata alle auto in arrivo dalla serie in circuito.

Tutti presenti i primi attori del gruppo A con il bolzanino della Scuderia Mendola Rudi Bicciato che vorrà rinsaldare il comando con la Mitsubishi Lancer EVO, ma dovrà battersi con la gemella del portacolori vesuviano della Global Rally Luigi Sambuco, tra i due sarà una grande gara a Gubbio. In classe 2000 potrebbe essere occasione utile per il catanese della Scuderia Etna Salvatore D´Amico per allungare le mani sulla Coppa di categoria complice una Renault New Clio sempre ottima nel 2012, ma il tracciato è congeniale anche alla Honda Civic del triestino del Borret Team Motor Paolo Parlato. In classe 1600 il veneto Michele Mancin ha la coppa di classe nel mirino al volante della Citroen Saxo dopo le buone prove di cui finora è stato protagonista. Tutti presenti anche i big del gruppo N con il sempre verde Lino Vardanega in forza alla New Media e pronto a difendere la testa della classifica con la Mitsubishi EVO X, nella stessa classe ci sarà il giovane toscano della Scuderia Etruria Lorenzo Mercati sulla versione Lancer della vettura giapponese dei tre diamanti, in una gara che piace molto all´aretino. Duello per il secondo posto tra il piemontese Giovanni Regis, leader incontrastato di classe 1600 con la Peugeot 106 curata da Ciarcelluti, come la Honda Cibvic type-R con cui il pugliese della Fasano Corse Oronzo Montanaro, reduce dal successo in gruppo a Luzzi, è primo in classe 2000 e staccato di due punti e mezzo dalla seconda piazza di gruppo. Tra i giovani il salernitano della Scuderia Piloti Forlivesi Cosimo Rea, deve innanzi tutto sconfiggere la sfortuna che lo ha fin troppo seguito nella stagione al volante della Citroen Saxo VTS, con cui sa essere molto aggressivo. Nel gruppo Racing Start si infittisce sempre il duello tra i due al vertice della classifica, il pescarese dell´Autosport Abruzzo Roberto Chiavaroli, attuale leader, al volante della rivelazione MINI Cooper S, che avrà contro il poliziotto salernitano dell´ACN Forze di Polizia Giovanni Loffredo con la brillante Opel Corsa OPC, con cui è reduce dalla vittoria calabrese di domenica scorsa a Luzzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

TONINO ESPOSITO: GRAZIE A CHI CI HA VOTATO

Il patron dell’AutoSport Sorrento tributa team ed organizzatori che hanno premiato la sua quotata lista ...