CIGT

Il Campionato Italiano Gran Turismo cresce ancora. A Misano ben 35 equipaggi al via della serie Sprint

La seconda prova stagionale in riva all’Adriatico segna il record di partecipazioni degli ultimi cinque anni. Diretta delle due gare su Acisport TV (SKY 228) e su tutte le piattaforme web del campionato.


È un record di partecipazioni degli ultimi cinque anni quello che il Campionato Italiano Gran Turismo  sta per segnare al Misano World Circuit in occasione della seconda prova della serie Sprint che si correrà in questo fine settimana. Dopo l’ottimo esordio di Monza, infatti, ben 35 equipaggi sono pronti a scendere in pista lungo i 4.226 metri del tracciato romagnolo al volante di altrettante vetture delle classi GT3, GT Cup e GT4.

GT3 Saranno  diciotto le vetture della classe maggiore con una folta rappresentanza di Ferrari 488 GT3 Evo. E proprio una Rossa, quella dell’Easy Race con l’equipaggio  Greco-Crestani  si presenta a Misano in testa al campionato in coabitazione con  l’Audi R8 LMS di Agostini-Ferrari. La pattuglia della casa di Maranello è completata dalle tre vetture dell’AF Corse affidate a Schreiner-Hudspeth, S.Mann-Vilander e P.Mann-Casè,  dalle due del Kessel Racing con Cuhadaroglu-Fumanelli e Steven Earle, da quella della Ram Autoracing con Lippi-Filippi e dalla Rossa del rientrante Daniele Di Amato (RS Racing), mentre il “Dream Team” Audi Sport Italia è  completato dalla seconda vettura di Mancinelli-Postiglione. Quattro, invece, le Lamborghini Huracan. Alle  due dell’Imperiale Racing con gli equipaggi  Frassineti-Ghiotto e Llarena-Middleton e a quella dell’LP Racing con Cecotto-Perolini,  si aggiunge  la vettura del VSR di Vincenzo Sospiri con Tempesta-Iacone, già al via nella classe GT Cup nella tappa inaugurale di Monza. Due  le Honda NSX GT3 della Nova Race affidate a Guidetti-De Luca e Zanotti-Cabezas Catalan, mentre una sola vettura per BMW e Mercedes con, rispettivamente, la M6 GT3 di Comandini-Zuz (Ceccato Racing)  e la AMG GT3 di Segù-Baruch (Antonelli Motorsport).

GT4 Sette gli equipaggi iscritti nella classe entry level, dove spiccano i leader della classifica provvisoria PRO-AM, Mattia Di Giusto  e Fabio Babini (Porsche Cayman-Ebimotors), ma il pilota di Faenza cederà il seggiolino a Riccardo Pera, assente a Monza pe un concomitante impegno. La compagine di Enrico Borghi avrà una seconda vettura per Arrigosi-De Castro, mentre altre due Cayman saranno schierate dall’Autorlando per Carboni-Romani e Cerati-Ghezzi. Due le Mercedes AMG GT4 presenti, entrambe con i colori Nova Race, per Di Fabio-Magnoni e Ferri-Garbelli, e una BMW M4 GT4 (Ceccato Racing) per Fascicolo-Neri, equipaggio leader della GT4 AM in coabitazione con Cerati-Ghezzi.

GT CUP Un nuovo arrivo caratterizza la classe riservata alle vetture in configurazione monomarca. Rispetto a Monza si aggiunge la Lamborghini Huracan ST del  FFF Racing Team affidata a Luciano Privitelio, portando a dieci gli equipaggi iscritti.  Le altre Lambo al via saranno quelle di Dionisio-Barri (Team Italy), Mugelli-Pegoraro (Best Lap) e Pavlovic-Fischbaum (Bonaldi Motorsport), mentre Ferrari sarà presente con tre 488 Challenge Evo per i leader della classifica provvisoria, Linossi-Vebster (Easy Race), oltre a Demarchi-Risitano (SR&R) e  Pitorri-Simonelli (Best Lap). Tre anche  le Porsche 991 4.0  per La Mazza-Nicolosi e Berton-Riva, entrambe con i colori  Krypton Motorsport, e per i fratelli Lino e Carlo Curti (Tsunami RT).


Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker