Home » Salita » Il FIA Hill Climb Masters in Lussemburgo

Il FIA Hill Climb Masters in Lussemburgo

Nuova gara importante nel panorama delle competizioni della FIA, gli «FIA Hill Climb Masters» si disputeranno nel Granducato di Lussemburgo gli 11 e 12 ottobre 2014. La gara di Eschdorf è stata scelta per questa primissima edizione per via della sua posizione geografica vantaggiosa e coerente con gli obiettivi dei Masters e grazie alla comprovata esperienza dei suoi organizzatori.

«Tra le candidature pervenute per l’avvio di questi primi Masters, quella del Lussemburgo è apparsa come la più naturale, ha spiegato Paul Gutjahr, Presidente della Commissione Hill Climb della FIA. Il Granducato è situato nel cuore dell’Europa ed è pertanto un ottimo punto di raduno per i piloti. La gara potrà radunare la crema della disciplina, tra cui gli inglesi, che si vedono di rado sul continente ma che partecipano a casa loro ad un campionato molto competitivo.»

Regolarmente studiato nelle riunioni del Consiglio Mondiale dello Sport Automobilistico negli ultimi mesi, il progetto degli «FIA Hill Climb Masters» ora prende una dimensione molto concreta.

«Le cronoscalate si basano su una storia lunga e tradizioni forti, ha dichiarato Jean Todt, Presidente della FIA. La disciplina è ultra competitiva ed allo stesso tempo accessibile. Sono questi gli aspetti che la FIA intende sviluppare attraverso i Masters. Oltre a radunare l’élite, questa competizione, compatta e concentrata in un solo fine settimana, rappresenterà un mezzo ideale di comunicazione per promuovere la cronoscalata in quanto porta d’ingresso dello sport automobilistico e si inserisce perfettamente nel Piano di Sviluppo dello Sport che la FIA sta mettendo in atto.»

«Ospitare un evento della FIA di questa portata è un onore per il Granducato di Lussemburgo, ha detto il Presidente della Commissione Sportiva dell’ACL, Lucien Frank. Lo sport automobilistico lussemburghese ha festeggiato quest’anno i suoi 100 anni di esistenza e la prima cronoscalata nel nostro paese è stata disputata nel 1932. Sono degli appassionati dello sport automobilistico che sono all’origine dell’ACL ed ogni anno i nostri eccellenti piloti vengono incoraggiati durante le gare da una folla di spettatori. I Masters ci offrono l’opportunità unica ed ideale di organizzare una grande competizione della FIA ed essere l’epicentro internazionale di questa disciplina spettacolare e conviviale.» «Nel 2013, la gara di Eschdorf ha celebrato il suo 25° compleanno, ha detto il presidente del Club organizzatore e del Comitato organizzatore, Nico Scheier. La nostra gara gode già di un’ottima reputazione a livello internazionale. Con i Masters viene raggiunta una dimensione superiore e le macchine in gara saranno più internazionali che mai, con una qualità e una varietà mai raggiunte prima. Sarà allo stesso tempo un onore ed una sfida maggiore che rileveremo con grande entusiasmo, per amore dello sport e della cronoscalata, che merita davvero di ottenere visibilità e riconoscimento. Il concetto elaborato dalla FIA è attraente.»

Corto (2 km), il tracciato di Eschdorf ha la reputazione di essere esigente – come può esserlo una partita a scacchi blitz. Breve ma intenso: la medaglia d’oro conferita al vincitore verrà vinta probabilmente per un centesimo di secondo e premierà un velocista ed un esperto di traiettorie perfette.

Il punto d’incontro dei migliori piloti

I piloti ammissibili ai Masters saranno i piloti classificati nel 2014 tra i primi dodici (per categoria) del Campionato Europeo della Montagna della FIA e della Coppa Internazionale della Montagna della FIA, i primi tre dei campionati di zona della FIA, i primi cinque (per categoria) di ogni Campionato nazionale o i primi tre di ciascun gruppo di un Campionato nazionale, oltre alla miglior pilota femminile ed al miglior pilota Junior (sotto i 23 anni) designati da ciascuna federazione nazionale.

Oltre ad incoronare il «Campione dei Campioni» sulla base di criteri di prestazione pura, i Masters comprenderanno anche una Coppa delle Nazioni, la cui classifica verrà basata su un indice di regolarità tra i primi tre piloti di ogni squadra nazionale. Le vetture saranno suddivise in tre categorie, che vanno dalla categoria 2 della FIA che raduna le monoposto, i prototipi e le vetture silhouettes alla categoria 1 della FIA delle vetture di turismo e gran turismo, passando per la categoria 3 delle vetture conformi alla loro specifica regolamentazione nazionale.

Il regolamento sportivo degli «FIA Hill Climb Masters» può essere consultato qui.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Nessuna nuova restrizione per l’organizzazione e l’effettuazione delle manifestazioni automobilistiche iscritte nel Calendario Nazionale ACI

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (Dpcm) del 18 ottobre conferma tutte le ...