CIAR

Il PromoRacingTeam con due giovani equipaggi è pronto alla sfida nel GR Yaris Rally Cup 2022 a partire dal Targa Florio

Ancora pochi giorni e scatterà anche la seconda edizione del GR Yaris Rally Cup, il trofeo monomarca di Toyota Italia riservato alle Yaris GR derivate dalla serie in configurazione R1T4x4. L’appuntamento per la prima delle sei sfide in calendario è previsto il 5-8 maggio in Sicilia con la 106° edizione del Targa Florio.  
 
Tra i team presenti a Palermo anche la PromoRacingTeam, la squadra coordinata da Gianfranco Caranci che affida le sue vetture a due giovani equipaggi, la cui somma dell’età dei piloti è di soli 44 anni. Il più giovane è Jacopo Facco, 20 anni di Monselice (Pd), pilota alla sua sola seconda partecipazione a un rally ma con un lungo passato agonistico nella velocità in pista con le due ruote. Il più grande, che ha pur sempre solo 24 anni, è Gianluca Luchi. Il comasco ha alle spalle già una trentina di gare nazionali come pilota, ma molte di più come meccanico nei rally a fianco di suo padre Giacomo, tecnico di rilievo fin dai tempi della Lancia Martini e del Jolly Club.
 
Jacopo Facco sarà affiancato da Nicola Doria e Gianluca Luchi farà coppia con Gianluca Marchioni e saranno al via delle sei gare del Trofeo GR Yaris Rally Cup con due vetture curate dal preparatore Igor Ceriani di Rovellasca (Co). Entrambi i piloti hanno recentemente disputato alcuni km di test per provare la 4×4 giapponese da oltre 300 CV, che rappresenta una novità assoluta per entrambi. Inedite anche le gare in calendario ad eccezione del Rally di Como, la corsa di casa per Luchi. L’obiettivo principale per entrambi i ragazzi è quello di scoprire rapidamente le caratteristiche dell’auto, migliorarsi prova dopo prova, e puntare alla parte alta della classifica prima possibile.   
 
Jacopo Facco, pilota: «Finalmente si parte. Sono felicissimo e carico per la mia prima esperienza in un campionato importante come questo. Ho fatto un paio di test e l’auto mi è piaciuta molto. La Yaris ha un gran potenziale ma devo capire bene il suo comportamento perché vengo dalle moto e non ho grande esperienza con le auto: ma questo l’avevo già messo in preventivo. Sono fiducioso sulla scelta fatta e nella possibilità di misurarmi subito contro i migliori piloti che partecipano alle gare del Campionato Italiano Rally. Dopo le prime gare comincerò a guardare con attenzione le classifiche, specialmente quella riservata agli Under 23 che rimane il principale obiettivo in questo primo anno di rally. Ringrazio gli sponsor e la famiglia che mi permettono di affrontare questo importante programma».
 
Gianluca Luchi, pilota: «Ho fatto i primi test e ho trovato una vettura diversa rispetto a quelle che ho guidato in passato, ma dopo qualche regolazione e un po’ di adattamento mi sono trovato bene. Indubbiamente saranno nuove anche le gare. Ho guardato i filmati della Targa Florio e ho visto che troveremo delle strade molto più veloci rispetto a quelle dove di solito corro e anche per questo non vedo l’ora di affrontare le ricognizioni. Quando si parte per un nuovo campionato hai sempre grandi ambizioni, mi piacerebbe lottare per le prime posizioni e puntare ai premi ma prima aspetto di conoscere il livello dei miei avversari. A questo punto voglio ringraziare la mia famiglia, gli sponsor, ma innanzitutto la PromoRacingTeam di Gianfranco Caranci e il preparatore Igor Ceriani che stanno lavorando sodo per affrontare al meglio il campionato fin dalla prima gara».
 
Il Trofeo Toyota prevede sei appuntamenti nazionali, tutti su asfalto. Si parte con un rally importante e di lunga tradizione come il Targa Florio sulle veloci strade delle Madonie. La prima gara ha già il massimo coefficiente 2 ed è importante arrivare al traguardo per conquistare i primi punti. Alla fine di giugno sarà la volta del Rally di Alba e a distanza di un mese si va al Rally di Roma Capitale con coefficiente 1,5, valevole anche per il Campionato Europeo. Poi dopo le vacanze estive alla fine di agosto tutti al Rally 1000 Miglia a Brescia prima di spostarsi, sempre a distanza di circa un mese, al Rally Città di Modena. L’ultima e decisiva sfida sarà al Rally ACI Como, anche questo come il Targa a coefficiente 2, e dunque con molti punti in palio per il titolo.
 
Toyota Motor Italia attraverso il suo promoter T-Racing assegna un importante montepremi finale e a gara che premia la classifica assoluta, il team, il miglior equipaggio femminile e l’Under 23 per i più giovani come Jacopo Facco.
 
Gianfranco Caranci, team manager: «È oltre un anno che il mio team sta lavorando sul progetto Yaris GR. L’anno scorso abbiamo partecipato alle ultime gare della stagione conquistando ottimi risultati e questo è stato il primo stimolo per impegnarci al meglio nel 2022. La vettura nel frattempo è cresciuta nelle prestazioni grazie a una serie di novità introdotte dal promoter in termini di assetto e trasmissione e questo ha reso le vetture molto performanti e tecniche. Se poi vogliamo la sfida principale rimane anche quella umana. Sono molto contento di poter approcciare al campionato con due equipaggi composti da ragazzi molto giovani, spinti da passione e tanta determinazione. Io e tutta la squadra cercheremo di mettere a disposizione la nostra esperienza per aiutarli a crescere e per questo auguro a entrambi una stagione ricca di soddisfazioni e una veloce maturazione in questo sport molto bello e complesso».

Articoli correlati

Back to top button