Home » Rally » CIR » Il Rally del Ciocco di Umberto Scandola si conclude dopo sei prove a causa di una leggera toccata

Il Rally del Ciocco di Umberto Scandola si conclude dopo sei prove a causa di una leggera toccata

Amaro ritiro nel primo appuntamento del Campionato Italiano Rally 2018. Nella prova speciale numero 5 il pilota veronese tocca leggermente danneggiando la sospensione posteriore destra della ŠKODA FABIA R5. Il rally si conclude qualche km dopo quando Scandola-D’Amore occupavano la quinta posizione tra gli equipaggi iscritti al CIR

Parte in salita il Campionato Italiano Rally per Umberto Scandola e Guido D’Amore. Quasi alla conclusione del primo giro di prove speciali del 41° Rally del Ciocco e Valli del Serchio (Lu) il portacolori di ŠKODA Italia Motorsport ha toccato la parte posteriore della FABIA R5 danneggiando una sospensione. Il tentativo di riparazione effettuato dallo stesso equipaggio ha permesso alla Fabia R5 di affrontare la prova successiva, prima di fermarsi definitivamente dopo aver effettuato la prova numero 6 Renaio. Al momento del ritiro Scandola occupava l’ottava posizione assoluta, quinta tra i concorrenti iscritti alla serie nazionale

Le insidie del Rally del Ciocco e della Valle Serchio hanno stoppato le ambizioni di Umberto Scandola e Guido D’Amore a un terzo della lunga tappa di sabato 24 marzo. Dopo aver disputato le prime quattro prove speciali, con il principale obiettivo di prendere confidenza con le nuove regolazioni della vettura, il pilota veronese ha pagato duramente una piccola sbavatura.

“Mi spiace dovermi ritirare per un leggero contatto dopo pochi km di gara” – racconta Umberto Scandola. “Tra i tanti obiettivi di questo rally ci eravamo ripromessi di trovare le migliori regolazioni della vettura per prendere la giusta confidenza e sfruttare al meglio i nuovi pneumatici. Su un pezzo sconnesso ho perso leggermente il posteriore è ho toccato la ruota posteriore destra. Siamo usciti dalla prova speciale di Tereglio lasciando qualche secondo, poi io e Guido siamo intervenuti con gli attrezzi di bordo per cercare di sistemare il problema. Abbiamo affrontato la prova successiva con attenzione ma al termine della stessa abbiamo dovuto alzare bandiera bianca perché si era rotto definitivamente il braccetto della sospensione precedentemente stortato. Peccato perché dopo i dati raccolti nelle prime prove del mattino eravamo pronti per fare delle regolazioni al successivo parco assistenza che ci avrebbero dato la possibilità di recuperare secondi preziosi in classifica cercando di migliorare la quinta posizione tra gli equipaggi dell’italiano a poca distanza dal podio”. 

Adesso il team ŠKODA Italia Motorsport si preparerà al meglio per il secondo appuntamento del Campionato Italiano Rally sugli asfalti del blasonato Rallye di Sanremo (IM) nel fine settimana del 12-14 aprile. In questi giorni sono previste ulteriori sessioni di test e sviluppo per mantenere al top la competitività della ŠKODA FABIA R5 che ha permesso a Scandola-D’Amore di concludere al secondo posto la stagione 2017.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Suzuki Rally Cup: Rally Due Valli ad Andrea Scalzotto, Rivia il top del trofeo

L’appuntamento della Suzuki Rally Cup è stato vinto da Andrea Scalzotto e Nicola Rutigliano a ...