CRONOSCALATE

Il trentino Christian Merli vince la 41^ Alpe del Nevegal

Lo ha fatto a tempo di record, con autorità. Dopo aver stravinto gara 1 con il nuovo record di 2.31.11, Merli ha fatto meglio in gara 2, abbassando nuovamente il record per percorrere i 5.500 metri che dal rettilineo di Caleipo si inerpicano fino all’Alpe in Fiore.


Con 2.29.20 è il primo pilota della storia a scendere sotto il “muro” dei 2.30. Nel prestigioso albo d’oro dell’ Alpe del Nevegal il campione trentino raggiunge, a quota quattro titoli, un altro grande delle cronoscalate: Ezio Baribbi. A rendere ancora più luminoso il trionfo di Christian Merli in Nevegal sono i piloti che lo accompagnano sul podio dell’edizione 2015: l’altro trentino Matteo Moratelli, secondo con la Osella PA 2000, grazie ad una grandissima seconda gara (2.37.35 per un crono totale di 17.25 superiore a quello del vincitore) e il trevigiano Denny Zardo, terzo, al debutto sulla Ligier JR 49 Bmw. Zardo, anche lui inseguiva il quarto trionfo sul Colle dei bellunesi, pur migliorando il proprio tempo in gara 2 (2.39.85, 2.38.60) non è riuscito a difendere la seconda posizione dall’attacco di Moratelli. Tutti e tre, comunque, molto bravi.

La top ten assoluta è stata completata dal quarto posto di Adolfo Bottura, su Osella Fa 30; dal quinto di Federico Liber, velocissimo con la Gloria C8P; dal sesto di Diego De Gasperi, su Lola Honda; dal settino, primo degli austriaci, di Andreas Gabat, su Ford Escort Cosowrth, vincitore nel 2014; dall’ottavo di Andreas Stollnberger, su Dallara F3; dal nono di Gino Pedrotti, su Formula Renault; dal decimo di Enrcio Zandonà, su Reynard Monoposto.

Ventiseiesimo assoluto, primo di classe E2B 1300, il primo dei bellunesi: l’alpagoto Domenico Dall’O’ su Radical Prosport.


Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker