Home » Salita » IL TRIDENTE ATENEO AL TROFEO VALLECAMONICA

IL TRIDENTE ATENEO AL TROFEO VALLECAMONICA

Sotto le insegne della scuderia siciliana il bresciano Giulio Regosa (Osella FA30), il sassarese Omar Magliona (Osella PA21 Evo) e il bolognese Fulvio Giuliani (Lancia Delta Evo) sono stati grandi protagonisti nelle prove odierne del 42° Trofeo Vallecamonica, ultimo round del Tricolore della Montagna in programma domani (domenica 21 ottobre) con start alle 9.30 da Malegno

BORNO (BS), 20 ottobre 2012. È iniziato l’atto finale del CIVM 2012 per la Scuderia Ateneo. Dopo le prove cronometrate di oggi, con tre punte di grande talento il team palermitano diretto da Agatino Pedicone è pronto ad affrontare domani, domenica 21 ottobre, il 42° Trofeo Vallecamonica, ultima prova del CIVM valida anche per il Challenge Europeo e la Coppa FIA. Per la squadra siciliana saranno regolarmente al via Giulio Regosa, che alla Malegno-Borno “gioca” in casa, Omar Magliona e Fulvio Giuliani.

L’esperto bresciano Regosa, al rientro in CIVM dopo tre mesi, ha sfruttato le due sessioni odierne di prova badando perlopiù a prendere confidenza con una vettura complessa e performante come l’Osella FA30 spinta dai 3000cc del potente motore Zytek, prototipo monoposto iscritto nel gruppo E2/M e gestito dal team Faggioli. Alla fine della giornata sono comunque state due salite di ricognizione positive per l’alfiere Ateneo, che domani cercherà di lottare per posizioni di vertice.

Oggi sono salito ‘tranquillo’ – spiega Regosa –, un po’ per capire bene i limiti di questa splendida vettura e un po’ per queste tre chicane artificiali da imparare. Sono contento di quanto fatto, ma si può sempre migliorare. Con la scuderia cercheremo di riuscirci domani. Affrontare una gara di casa ha sempre un sapore speciale.”

Il sassarese Magliona, che ha già in tasca il terzo Tricolore consecutivo tra i prototipi di gruppo CN, non ha vissuto particolari problemi ed è alla Malegno-Borno per onorare al meglio il campionato e i tanti appassionati di automobilismo. Quella odierna è stata dunque una giornata di prove filata via liscia per il veloce driver sardo, che anche al Trofeo Vallecamonica è al volante dell’Osella PA21 Evo Honda da 2000cc gommata Marangoni e curata dal Team Faggioli. Per la prima volta quest’anno lo scudiero Ateneo in gara sarà libero da impegni di classifica e potrà concentrarsi al meglio per un risultato di prestigio.

Strada bella e nessun problema con le tre chicane artificiali – dichiara Omar nel post-prove –: è tutto a posto insomma. Ora stiamo lavorando sugli ultimi ritocchi per il setup, in particolare all’avantreno. Sono dettagli, comunque, perché a parte un po’ di sottosterzo la mia Osella si è dimostrata competitiva. Vedremo domani se riusciremo a competere contro le vetture di classe 3000 per giocarci almeno la top-five assoluta. Sappiamo bene che è quasi impossibile su un tracciato simile, ma sarebbe il massimo per concludere al meglio un 2012 difficile ma ancora una volta vincente.”

Nel gruppo E1 il bolognese Giuliani correrà anche lui per chiudere al meglio una stagione che l’ha visto lottare e dare spettacolo per il titolo delle vetture Turismo più estreme, già vinto nel 2011 e stavolta sfuggitogli per un soffio. Il forte pilota e preparatore di Vado affronta il Trofeo Vallecamonica con la fiammante Lancia Delta Evo che cura in proprio attraverso la Fluido Corse, una delle auto più ammirate dai tifosi delle salite.

Nelle prove abbiamo iniziato bene dal punto di vista del mezzo commenta Fulvio –. La Delta è ok e l’assetto è già quello giusto. Inoltre il percorso mi piace ed è pressoché perfetto. Però in gara dovremo presentarci più ‘carichi’ ritrovando la concentrazione necessaria. Anche se non ci giochiamo nulla a livello di classifica, ci teniamo molto a fare bene qui.”

Il tracciato della Malegno-Ossimo-Borno misura 8,59 chilometri e presenta un dislivello tra partenza e arrivo di 531 metri. Il programma del dodicesimo round del Campionato Italiano Velocità Montagna prevede domanidomenica 21 ottobre il via di gara-1 alle 9.30 con gara-2 a seguire.

LUfficioStampa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

PAVAN: ECCO LA TURBO MINI MK2

Un progetto nato nel 2012 dalla passione di otto appassionati, che oggi conosce un’evoluzione significativa ...