Home » Salita Autostoriche » Il Trofeo Fabio Danti – 31^ Limabetone/Coppa Mauro Nesti pronto alle sfide con 113 iscritti

Il Trofeo Fabio Danti – 31^ Limabetone/Coppa Mauro Nesti pronto alle sfide con 113 iscritti

Il fine settimana che sta arrivando proporrà la sesta prova del tricolore della montagna per autostoriche, la manifestazione sportiva più titolata della provincia di Pistoia.                                                                                                     

San Marcello Pistoiese, 19 luglio 2018 –  Manca solo il rombo dei motori, al Trofeo Fabio Danti – 31^ Limabetone – Coppa Mauro Nesti in programma per questo fine settimana, sesta prova del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche.

I tornanti che scalano l’Abetone, sulla celebre Strada Statale 12 “del Brennero”, sono pronti ad accogliere un’altra entusiasmante sfida tra gli specialisti delle cronoscalate, con l’organizzazione orchestrata dalla Abeti Racing, congiuntamente all’Automobile Club Pistoia.

In queste ore il lavoro organizzativo di questo evento sportivo a maggior titolazione in provincia di Pistoia, si sta concentrando sull’allestimento del percorso di gara, con la massima attenzione per la sicurezza attiva e passiva per pubblico e piloti, in attesa quindi delle prove ufficiali, due manche al sabato, e la successiva gara della domenica, su una salita unica.

In totale, sono 113, gli iscritti, suddivisi in 79 “storiche” e 34 “moderne” ed oltre alla competizione è prevista una parata per vetture Ferrari, Porsche ed Abarth.

Per il successo assoluto l’osservato speciale sarà il fiorentino Stefano Peroni, al volante della monoposto Martini MK 32, con la quale insegue il primato anche nel 5° Raggruppamento, oltre che il tris di allori all’Abetone (l’ultimo fu la scorsa edizione con una Osella).  Per il resto, si assisterà a grandi duelli alla distanza, caratterizzati anche ovviamente dalle varie lotte di classe, come nel primo raggruppamento, dove Tiberio Nocentini (Chevron B19), leader della classifica, cercherà lo spunto vincente per staccare Angelo De Angelis (Nerus), il secondo in classifica, mentre sarà assente il terzo, Di Fazio, per cui Alessandro Rinolfi,  (Morris Mini Cooper S) che lo segue in classifica, avrà modo di prendergli terreno prezioso.

Il secondo raggruppamento, conoscerà certamente il serrato duello alla distanza tra i due leader a pari merito della classifica, il sempreverde Giuliano Peroni (Osella PA3) ed il suo omonimo Palmieri (Porsche Carrera RS), e sono previste belle performance anche nel terzo raggruppamento. Qui, Andrea Fiume (Osella PA8/9), leader con 34 punti, mancando i due che lo seguono sul podio, dovrà guardarsi dalle incursioni di Salvatore Asta (BMW 2002 TI), attualmente quarto e desideroso di incrementare la sua posizione.

Nel quarto raggruppamento, il leader Walter Marelli (Osella PA9/90) ha davanti a sé la possibilità di incrementare sugli inseguitori diretti, i varii Bonucci, Vivalda e Lottini, assenti in questa occasione. Sarà presente invece il quinto in classifica provvisoria, Franco Menichelli (BMW M3), pronto a prendere punti pesanti. Attenzione anche a Sandro Zucchi (Lucchini SN85) e pure a Marco Ulivi (Renault 5 GT turbo), rispettivamente sesto e settimo nella generale di gruppo.

Tra le vetture “moderne” prenota invece il successo il pistoiese Franco Cinelli, pilota blasonato che alla LimAbetone ha già vinto diverse volte, l’ultima in ordine di tempo lo scorso anno. Proverà il nuovo alloro al volante della Radical SR4.

Un nastro di asfalto, quello della LimAbetone, capace di trasmettere forti sensazioni a chi guida, incastonato nella valle del torrente Sestaione, tra i monti del “Libro Aperto” e “dell’Uccelliera” teatro, negli anni, di duelli spettacolari che nel tempo hanno visto protagonisti piloti che hanno scritto pagine di storia automobilistica. Nomi come Nicola Larini, Arturo Merzario, oltre che ai grandi specialisti, a partire dal compianto  Mauro Nesti, scomparso nel 2013 (al quale è dedicato un trofeo particolare), all’indimenticato Fabio Danti (cui è intitolata la gara dal 2001, l’anno successivo alla sua prematura scomparsa in gara a Caprino Veronese), a Pasquale Irlando, Franz Tschager, Simone Faggioli e molti altri di una lista tanto “nobile” quanto anche interminabile.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Il 30 settembre la 39^ Coppa del Chianti Classico

Una gara in salita riservata alle autostoriche ai vertici Europei e Italiani che ogni anno ...