RALLY NAZIONALI

IL TROFEO MAREMMA E’ DI NUOVO INTERNAZIONALE

Definito il percorso e varato il programma per l’edizione del ritorno della gara in un respiro internazionale, quello dell’IRCup, il campionato di cui aprirà le sfide.


Tante le novità, a partire dal cambio radicale della collocazione in calendario, anticipando ad aprile, mantenendo le vetture storiche.

E’ stato un inverno intenso, quello di MaremmaCorse 2.0, per cercare una collocazione sempre più importante per la propria gara di riferimento, il Trofeo Maremma, che quest’anno tocca ben la 46^ edizione.

Un inverno fitto di contatti, di riunioni, sfociato nell’annuncio che la gara tornerà ad avere un respiro internazionale, quello del ritorno a far parte dell’IRCup, la serie internazionale di cui era parte integrante sino al 2010.

Così, da gara nazionale aperta alla partecipazione straniera, in questo 2022 il Trofeo Maremma torna nell’attico delle manifestazioni più titolate in Italia e la prima novità che propone è il radicale cambio di data. Storica, la sua collocazione alle porte dell’autunno, da quest’anno lasciata per andare al mese di aprile, il 2-3 del mese, praticamente operando un cambio con l’altra gara di MaremmaCorse 2.0, il “Colline Metallifere” che si sposta dunque ad ottobre.


Un cambio di livello, che ha imposto un lavoro importante per rimodulare il format di gara, con un chilometraggio più lungo di gara, che certamente non mancherà di soddisfare i palati “più fini”.

Un programma di gara articolato, in due giornate che saranno certamente “ad alta tensione”, visto pure che questo sarà il primo appuntamento dei quattro che costituiscono il telaio dell’IRCup.  La gara sarà valida anche per il Premio Rally Aci Lucca e per il Trofeo Rally Toscano (coefficiente 1,5).

Il Rally INTERNAZIONALE IRCup conta un totale di 8 prove speciali per km 94,380 cronometrati ed un totale di 426,690. Saranno n.1 prova da ripetere 2 volte + 2 prove da ripetere 3 volte

Il Rally STORICO, valido per il TRZ di 3^ zona conta 6 prove speciali per km 78,300 competitivi a fronte dei totali 299,780. Saranno 2 prove da ripetere 3 volte.

Il Rally NAZIONALE ha anch’esso 6 prove speciali, 3 da ripetere 2 volte per 62,990 chilometri sul totale che ne misura 261,640.


Le partenze avvieranno alle 15,31 di sabato 2 aprile dal Viale Italia in Follonica, dove tutti i concorrenti faranno ritorno domenica 3 a partire dalle 17,52. Le auto storiche, per il primo giorno, svolgeranno solamente la cerimonia di partenza, mentre per la seconda giornata di gara partiranno in testa alla corsa.

 Diverse le convenzioni stipulate dall’organizzazione con le strutture alberghiere con tariffe agevolate per i concorrenti ed il loro seguito: Hotel Lido di Follonica (sede della Direzione Gara e nelle cui adiacenze vi sarà il riordinamento notturno), Resort Marina di Scarlino, “Alberguccio Ranch Hotel” di Scarlino, Villaggio “Il Veliero” a Follonica.

ENI REWIND ANCORA AL FIANCO DELL’EVENTO

Anche per quest’anno il main sponsor della competizione sarà Eni Rewind, la società ambientale di Eni che opera in linea con i principi dell’economia circolare per valorizzare i terreni, le acque e i rifiuti attraversoprogetti di risanamento e di riqualificazione sostenibili. Per la società è una conferma della sinergia con il

territorio e una rinnovata occasione per confermare il proprio impegno nelle attività di bonifica, di messa in sicurezza e di valorizzazione delle ex aree minerarie che hanno un forte valore identitario per la comunità locale. Un momento di partecipazione in cui Eni Rewind racconta agli stakeholder la visione strategica delle proprie attività anche per il recupero efficiente e sostenibile di risorse e asset. Rewind è l’acronimo di Remediation and Waste Into Development, una sintesi efficace della mission aziendale. Inoltre, dal 2020 la società ha avviato una progressiva trasformazione da service company di Eni a operatore di mercato nellosviluppo di progetti e servizi ambientali per terzi.

Articoli correlati

Back to top button