Home » Pista » IL TROFEO NAPPI SORRIDE ALL’AUTOSPORT SORRENTO

IL TROFEO NAPPI SORRIDE ALL’AUTOSPORT SORRENTO

Vittoria di gruppo e quarto assoluto su Dallara, per Francesco Celentano. Buone notizie anche da Gio Di Somma, sul trono di classe al debutto con la Wolf e piazzamento per Danilo Testa, esordiente sulla Radical SR4 1600.

Tutto bene, tutti bene.

Il Trofeo Nappi ha riservato anche nel 2019 delle molteplici soddisfazioni al motor team sorrentino. Gio Di Somma aveva la curiosità di conoscere la Wolf Thunder da litro di cilindrata che anima le sfide del CIP e dopo le prime uscite di conoscenza della vettura, ha iniziato a disegnare tornate sempre più efficaci a Battipaglia, raggiungendo con metodo lo stesso crono del 2018. Vittoria di classe 1000 e piazzamento finale a metà del gruppone di appartenenza, costituto da auto più potenti e guidate da piloti allenati da impegni agonistici costanti e ravvicinati, lo rassicurano sul suo grado di competitività personale. Un lungo in un tornante a gomme nuove appena montate, lo ha privato di un risultato agli scacchi ancora migliore, ma il giovane aiuto chef di Vico Equense si considera soddisfatto per la prestazione finale ottenuta e la resa di questa vettura per lui inedita, sembratagli certamente molto aderente, agile e reattiva, anche in considerazione degli pneumatici da salita utilizzati e dell’inferiore cavalleria del motore della sua Wolf rispetto alla dotata concorrenza di giornata. Giornata di debutti anche per Danilo Testa, che per la prima volta guidava la potente Radical SR4 di casa con motore da 1,58 litri. Il giovane sorrentino tiene innanzitutto a rivolgere i propri complimenti ai compagni di team Celentano e Di Somma, autori anche stavolta di prestazioni maiuscole che confermano il loro status di piloti veloci e costanti. Oltre ad una sincera stima nei confronti dei dirimpettai di tendone, Testa tiene a ringraziare tutti gli elementi del team, da Tonino Esposito ed Alessio Canonico fino all’ingegnere Palmiotto ed ai tecnici, che hanno fatto il massimo per metterlo sempre nelle migliori condizioni possibili. Per una precisa scelta, Testa ha corso anche in questa occasione con gomme usate. La diversa corposità di risposta della 1600 rispetto alla 1340 merita maggiore attenzione nel dosaggio della potenza e nella percorrenza delle svolte, vista la superiore velocità con cui si arriva alla curva successiva. Non è pertanto facile recepire in poche tornate questa diversità di comportamento dinamico fra i due motori 1340 e 1585: pertanto la sesta posizione di classe e i buoni crono di passo e di picco, mantenutisi perlopiù simili nelle varie sessioni, restituiscono un quadro comunque positivo dell’esperienza al Trofeo Nappi di Danilo Testa, il quale ha dichiarato di correre sempre con onore in manifestazioni arricchite da piloti così veloci ed esperti in un team che per la sua splendida dimensione umana molto simile ad una famiglia, conferisce anche al driver occasionale come me una notevole e preziosa serenità nell’approccio.

Leoncino di giornata è stato Francesco Celentano, figlioccio agonistico di Tonino Esposito sin da quando non campeggiava ancora barba sul suo viso d’adolescente. Il giovane sorrentino ha metabolizzato più che bene le ulteriori modifiche attuate dallo staff tecnico dell’AutoSport Sorrento sulla monoposto Dallara, vettura di rinomata griffe sulla quale la squadra campana ha operato molto efficacemente con vari step, attingendo al proprio vasto patrimonio conoscitivo. I risultati di giornata hanno pienamente corroborato il sapiente lavoro di sviluppo e le doti velocistiche del pilota, sfociando in una vittoria di divisione e in un ottimo quarto posto assoluto, acuti che regalano ampi sorrisi anche a Tonino Esposito, dettosi felice di essere ritornato ad un ruolo più squisitamente vicino al management dei piloti, come all’ inizio della sua lunga carriera nel motor sport. Sintetico quanto eloquente, il commento di Celentano: Grandissimo lavoro fatto dal team sulla macchina, che trovo puntualmente più veloce in ogni occasione. Bravissimi tutti in squadra, mi sono divertito tantissimo e sono contento dei risultati raggiunti a Battipaglia in questa gran bella manifestazione. Tutto bello, davvero. Adesso aspetto indicazioni da Tonino per conoscere i miei prossimi impegni agonistici.

Francesco Romeo
Resp.Comunicazione AutoSport Sorrento

Maxi Car Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Pronti per la ripartenza nel rispetto delle regole che verranno dettate dal governo

Al centro della riunione virtuale di ieri l’analisi della situazione dei vari settori del motorsport ...