Home » Rally » CIRT » Il Tuscan Rewind chiama a raccolta i big del Campionato Italiano Rally Terra
Campionato Italiano Rally Terra

Il Tuscan Rewind chiama a raccolta i big del Campionato Italiano Rally Terra

I migliori driver delle strade bianche arrivano a Montalcino per la chiusura stagionale. L’ennesima sfida tra colossi in R5 e molti duelli di classe apparecchiano un rally imperdibile. Start venerdì 22 ore 14:30, alle 15.05 la SPS1 in diretta su RAI Sport. Sabato 23 i verdetti arriveranno dopo altre 7 speciali. Arrivo alle ore 16.00

L’ultimo appuntamento della stagione rallistica firmata ACI Sport sta per andare in scena al 10° Tuscan Rewind, quinta tappa che completerà il percorso valido per il Campionato Italiano Rally Terra 2019. La corsa organizzata da Eventstyle srl si svolgerà il prossimo week end, venerdì 22 e sabato 23 novembre, a Montalcino e assegnerà un punteggio a coefficiente 1,5. Sicuramente non mancherà lo spettacolo considerate le 123 vetture attese sugli sterrati senesi. 85 per il rally moderno che proporrà nuovamente l’affiancamento sperimentale delle vetture Side by Side al CIRT, oltre all’attesissima sfida finale per il Campionato Italiano Rally che mette ancora in palio lo scudetto. In più 31 auto storiche, oltre alle 7 della Regolarità Sport, impegnate nell’ultima sfida del Trofeo Terra Rally Storici, la competizione tutta sullo sterrato che il prossimo anno prenderà la forma di Campionato nel 2020 grazie alla nascita del nuovo CIRT Auto Storiche.

Prevista battaglia per la vittoria finale, considerata la lotta scudetto che riguarda i quattro top driver del CIR. Il titolo del CIRT è già stato assegnato, ragione in più i polverosi di affrontare il rally senza troppe pressioni e puntare alle posizioni che contano. Ci proverà per primo il nuovo Campione Italiano Stephane Consani. Il pilota di Aix en Provence sarà ancora in coppia con Thibault De La Haye sulla Skoda Fabia R5 di Erreffe Rally Team, a caccia dell’en plain per completare l’opera con il quinto sigillo al Tuscan. Alle sue spalle in cerca del primo acuto gli altri rivali. Ancora da secondo della classifica generale, Nicolò Marchioro si presenterà all’ultimo round con Marco Marchetti sempre sulla Skoda Fabia R5 di RB Motorsport gommata Yokohama. Il padovano avrà il vantaggio della conoscenza della gara, già affrontata un anno fa quando chiuse in terza posizione. Stesso discorso per Paolo Andreucci, anche lui presente alla nona edizione del Tuscan conclusa con uno sfortunato ritiro nel finale per problemi ai freni. Quest’anno il garfagnino ci riproverà con la Peugeot 208 di MM Motorsport in coppia con Rudy Briani. Tra i due in classifica in terza posizione c’è Umberto Scandola, anche lui immancabile all’appuntamento di chiusura, al debutto nel Tuscan affiancato da Guido D’Amore sulla Hyundai i20 R5 di Hyundai Rally Team Italia. Sarà la prima a Montalcino anche per Andrea Dalmazzini, che rientrerà tra le fila del Terra dopo l’assenza negli ultimi due rally. Lui e Andrea Albertini terranno a battesimo la nuova Ford Fiesta R5 di GB Motors. Un secondo rientro di spessore riguarda Giacomo Costenaro, sicuramente uno da tenere d’occhio con la Skoda Fabia R5 di GF Racing, alle note come sempre Justin Bardini.

Cercherà l’ennesima conferma nella stagione del debutto nel Terra l’aretino Massimo Squarcialupi con il fratello Giovanni sulla Fiesta R5, mentre vorrà concludere al meglio la sua annata in crescita l’altro veronese sulla seconda i20 R5 Luca Hoelbling, nuovamente affiancato da Federico Fiorini. Completano il numeroso gruppo di R5 – in totale 30 – due esperti delle strade bianche come Luciano Cobbe, insieme a Fabio Turco e Tullio Luigi Versace con Cristina Caldart.

Tra i protagonisti del CIRT anche due equipaggi armati di vetture R4, con la coppia Giuseppe Messori e Antonella Caputo a sfidare Filippo Baldinini e Diego Zanotti nel duello tra Mitsubishi Lancer Evo X.

Sfida a quattro invece per quanto riguarda il Trofeo N 4 Ruote Motrici. Mattia Codato, affiancato da Christian Dinale, vorrà confermarsi al volante della Lancer Evo X dopo la vittoria già acquisita nella competizione firmata Yokohama. Di fronte a lui nuovamente Piergiorgio Bedini con Marco Pollicino su altra Mitsu, oltre a Christian Gabbarrini con Stefano Pudda e William Toninelli con Cinzia Tomasi, entrambi a bordo di Subaru Impreza STI.

Saranno tre gli alfieri del Terra impegnati in classe R2. Si rinnova la sfida tra le Peugeot 208 dei giovani Michele Liceri, l’under sardo che rientra in Campionato con Salvatore Mendola, contro Simone Baroncelli, il toscano di Montale affiancato da Simona Righetti. Ai due ragazzi si unisce la terza vettura del Leone portata in gara da un altro equipaggio sardo formato da Andrea Gallu e Fabio Salis.

Il Tuscan sarà decisivo per la Coppa ACI Sport di Gruppo N Due Ruote Motrici. Partirà da favorito il leader Davide Cagni con alle note Stefano Palu su Renault Clio. Si unirà quindi al gruppo del CIRT anche Vincenzo Monni alla guida di Peugeot 106 S2 navigato da Maurizio Carta.

Maxi Car Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

CIRT 2019 positivo per Andrea Gallu e Giuseppe Pirisinu

Una stagione più che positiva quella dell’equipaggio sardo, Andrea Gallu e Giuseppe Pirisinu, che hanno ...