CIGT

Imperiale Racing sbanca Imola: il team è campione italiano Gran Turismo Sprint nelle classi Pro-Am e AM

È con uno straordinario risultato con due campionati italiani quello che Imperiale Racing ha portato a casa dal weekend di Imola, l’ultimo del Campionato Italiano Gran Turismo Sprint 2023.

I successi sono arrivati nella classe Pro-Am con la Lamborghini Huracàn GT3 Evo #54 guidata da Philippe Denes (USA) e Dmitriy Gvazava (KGZ), vincitori in gara uno e secondi in gara due per festeggiare il titolo, e con la Lamborghini #16 portata in gara da Massimo Ciglia (IT) e Giuseppe Fascicolo (IT): la vittoria in gara uno ha garantito loro il titolo, quella in gara due lo ha suggellato.

Le qualifiche hanno tradotto in risultato il lavoro delle prove libere. Gvazava ha strappato il terzo posto di classe Pro-Am e l’ottavo assoluto nella prima sessione (1’42”253) mentre Denes ha fermato i cronometri sul tempo di 1’41”602, secondo tempo di classe e quarto assoluto. In gara uno l’equipaggio ha messo in mostra una straordinaria rimonta che ha permesso loro di vincere nella classe Pro-Am e di chiudere al secondo posto assoluto. In quel momento i due hanno agganciato la testa della classifica e in gara due avrebbero dovuto chiudere davanti agli avversari Luka Nurmi e Jules Castro per laurearsi campioni italiani. Durante la seconda gara i due hanno fatto ancora di più: terminando al secondo posto di classe con i rivali quinti. Denes e Gvazava hanno così potuto festeggiare il loro primo successo tricolore riportando Imperiale Racing sul gradino più alto del podio.

Soddisfazione e spumante anche per Ciglia e Fascicolo. In Q1 Ciglia ha conquistato la pole position della classe AM chiudendo in 1’43”459. Nella seconda sessione Fascicolo ha chiuso al secondo posto stampando un 1’43”558. In gara uno la competizione è stata tiratissima ed è risultato decisivo il sorpasso che Fascicolo ha messo a segno fra la Variante Alta e la staccata della Rivazza all’ultimo giro, facendo esplodere di gioia il muretto che attendeva qualche centinaia di metri più avanti l’arrivo della vettura. Con questo successo ottenuto all’ultimo respiro i due si sono matematicamente laureati campioni italiani della classe AM. Altrettanto agguerrita è stata gara due, dove Fascicolo e Ciglia hanno potuto spuntarla per la seconda volta consecutiva per poco più di un decimo dopo aver recuperato sui rivali che erano scattati davanti a loro allo spegnersi dei semafori.

Luca Del Grosso (Team Manager): “Questa doppia vittoria è una soddisfazione immensa, un’emozione che ci ha travolto tutti: piloti, tecnici e meccanici. Era davvero complicato riuscire a vincere nella classe Pro-Am, dove a Imola c’erano molti equipaggi in lizza per il titolo. Prima di quest’ultima doppia gara partivamo con un ritardo di 12 punti dalla testa del campionato. La rimonta compiuta dai piloti fra gara uno e gara due è stata emozionante, il coronamento del duro lavoro portato avanti da tutto il team nell’arco di questa stagione. Non dico che la vittoria in classe AM ce l’aspettassimo, visto l’alto grado di difficoltà che caratterizza queste gare, ma solo una penalità ci aveva impedito di vincere già al Mugello con una gara d’anticipo. Quella era stata una delusione, ma devo dire che vincere così, con questa doppietta in classe AM e Pro-Am, forse rende tutto ancora più magico. Voglio ringraziare quanti ci hanno sostenuto nel corso della stagione, in primis la famiglia Pignatti, ii piloti, tutti i meccanici e gli ingegneri che hanno lavorato duramente lungo questi mesi e tutti i nostri partners”.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio