CRZ

IN 178 AL VIA DEL RALLY DELLA VALPOLICELLA

Pubblicati gli elenchi iscritti del 3° Rally della Valpolicella – Trofeo Città di Negrar, del Rally Storico della Valpolicella – Trofeo Città di Sant’Anna e della Regolarità Sport della Valpolicella – Trofeo Città di Sant’Anna: saranno ben 178 gli equipaggi che sabato 8 maggio saranno ai nastri di partenza per la prova d’apertura della Coppa Rally Zona 3.


Come da pronostico il Rally della Valpolicella ha fatto il tutto esaurito, anzi… di più!

La gara, organizzata dal Valpolicella Rally Club, con la collaborazione di Verona Motorsport, per rispondere alle diverse esigenze regolamentari dei vari campionati per cui ha validità, ha dovuto estendere il numero di partecipanti dai previsti 150 a ben 178 equipaggi.

Sono quindi 110 le vetture iscritte al 3° Rally della Valpolicella – Trofeo Città di Negrar, 25 quelle presenti al 1° Rally Storico della Valpolicella – Trofeo Città di Sant’Anna e 43 i protagonisti della 1° Regolarità Sport della Valpolicella – Trofeo Città di Sant’Anna.

La prova d’apertura della Coppa Rally Zona 3 con 110 iscritti, potrà contare su uno schieramento di ben 15 vetture della classe R5, ciascuna portata in gara dai migliori specialisti, ad iniziare dall’equipaggio destinato ad aprire le danze che è composto dal vicentino Efrem Bianco con alle note il valdobbiadenese Dino Lamonato, da anni sono protagonisti nelle gare del triveneto e qui sono presenti a bordo di una Skoda Fabia EVO R5.


Sempre con una vettura della casa Ceca, saranno al via la famiglia da corsa composta da Pietro De Tisi navigato da Alessandro Gaio ed il padre Giorgio affiancato da Simone Gaio.

Non ha voluto mancare l’esperto Adriano Lovisetto con Christian Cracco su Fabia EVO che nel 2019 si è piazzato sul secondo gradino del podio.

Il primo dei piloti di casa a far scattare il cronometro sarà Mattia Targon con Andrea Prizzon, sempre su Fabia, per una battaglia tutta scaligera che vedrà sicuramente interessati per la vittoria finale anche – in ordine di apparizione – Federico Bottoni con al fianco Sofia Peruzzi su Fabia R5, Luca Hoelbling con Federico Fiorini a bordo della Hyundai i20 R5 reduci dall’esperienza mondiale dell’Arctic Rally, ed il sempre presente nelle gare di casa Roberto Righetti con Arianna Faustini e l’inseparabile Citroen DS3 R5.

Questi sono solo alcuni dei protagonisti che daranno vita alla terza edizione di un Rally della Valpolicella che sulla carta si preannuncia più incerto che mai al momento di indicare un papabile vincitore.

Senza dimenticare comunque gli altri protagonisti, come ad esempio gli iscritti in classe S1600 con ben 6 Renault Clio al via, e neppure le sempre più competitive vetture della classe R3C, tutta monopolizzata della casa francese con la Clio, e nemmeno la categoria R2, che sta sempre più diventando classe propedeutica per i giovani e dove in questo caso la battaglia è tra le Peugeot 208 e le Ford Fiesta.


Il tutto per una battaglia sul filo dei secondi, giocata tra abilità di guida e prestazioni dei mezzi, e che il selettivo percorso approntato per questa edizione, promette ancor più avvincente.

La gara, oltre al C.R.Z. Sarà valida anche per il Trofeo 15 Pollici, il Trofeo Rally Veronesi, il Trofeo ACI Vicenza e per l’R Italian Trophy.

Novità di quest’anno il 1° Rally Storico della Valpolicella – Trofeo Città di Sant’Anna, una gara dedicata alle vetture che hanno contribuito alla storia di questo sport e che torneranno in questo caso a sfidarsi a colpi di cronometro sulle stesse prove speciali che hanno contribuito a costruire la loro fama nel tempo.

In questa gara sono 25 gli equipaggi iscritti, e sarà la splendida Lancia Stratos del pilota di Marostica Giorgio Costenaro con al fianco Lucia Zambiasi ad aprire le danze.

Dietro di loro partirà il rientrante pilota di casa Riccardo Andreis navigato da Stefano Farina con una Porsche 911 Gruppo B, mentre Nicola Patuzzo lascia la Toyota per tornare con la Ford Sierra Cosworth 4×4.

A tal proposito, quello delle Sierra sarà bel gruppo di vetture al via, con 4 esemplari presenti nella versione integrale e sulla carta tutte destinate a giocarsi un ruolo da protagoniste.

Oltre e Patuzzo, troviamo l’esperto Riccardo Bianco e Nicola Rutigliano, il giovane ma già veloce Giovanni Costenaro con Matteo Gambasin recenti vincitori al Rally del Bardolino Storico e Agostino Iccolti con Flavio Zanella.

Nell’ancora più bella versione a due ruote motrici, saranno invece due le Ford Sierra ai nastri di partenza.

La miscellanea di vetture iscritte parla comunque di storia del rallysmo degli ultimi decenni, oltre alle varie versioni di Porsche 911 al via, sempre pericolose saranno le intramontabili BMW M3, la Toyota Celica di Gasparini, le tante Opel, declinate nelle versioni Kadett GT/E, Ascona, Manta e GSi per terminare con la Fiat 131 Abarth di Pagani, l’A112 Abarth di Castagna e naturalmente, le immancabili Fiat 127, navi scuola di intere generazioni di rallysti.

Nutrito sarà anche il gruppo di equipaggi che si darà battaglia per la 1° Regolarità Sport della Valpolicella – Trofeo Città di Sant’Anna, in questo caso saranno 43 gli equipaggi ai nastri di partenza per l’abito trofeo, questa volta giocato non sulla velocità ma sulla precisione del passaggio a tempo imposto.

Molti gli specialisti del pressostato che si daranno appuntamento in Valpolicella, tutti con vetture indimenticabili per chi ha vissuto di pane e corse, ad iniziare dalla prima auto che prenderà il via: quell’Audi Quattro Gruppo B che negli anni ’80 ha riscritto i libri di tecnica delle vetture da rally e qui in Valpolicella portata su strada dall’equipaggio composto da Davide Gerosa e Fabio Coghi, poi, anche in questo caso, ogni vettura meriterebbe una storia a se per il fascino e per i ricordi che rivivono nella mente di ogni appassionato grazie ad un elenco partenti di tutto rispetto.

La gara sarà valida per la Coppa Regolarità Sport e la Coppa Verona Regolarità Sport promosse dalla scuderia Pro Energy Motorsport.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker