REGIONALI

Ingardia vince il 13° Slalom di Avola

Al pilota trapanese è bastata la sola prima manche su Formula Ghipard per portare l’affondo determinante. Sul podio anche il siracusano Lenares con la Proto che porta il suo nome e il  messinese Greco sulla Radica RS4. Successo organizzativo dell’Automobile Club aretuseo e della Siracusa Promotor Sport ASD, che hanno preso le redini della manifestazione da quest’anno.


Girolamo Ingardia si è imposto su Formula Ghipard nella 13^ edizione dello Slalom di Avola, grazie al punteggio ottenuto nella prima manche, l’unica a cui ha preso parte di 125,89, ovvero 2’5”89. L’alfiere della Trapani Corse, driver di Mazara del Vallo, ha imposto un gap di 5,42 al siracusano Fabio Lenares della Street Racer e di 6,85 a Giovanni Greco portacolori messinese della Tm Racing.

In premiazione il vincitore ha dichiarato: -“Ho voluto risparmiare la mia macchina perché la utilizzerò alla Monte Erice, è il mio debutto assoluto nelle cronoscalate e ne sono emozionato sin da ora. Ho rischiato facendo la prima manche a tutta, ma mi è andata bene”-.

Fabio Lenares si è detto soddisfatto della seconda piazza: -“Non potevamo ambire che a questo, abbiamo fatto delle regolazione e ci siamo migliorati, va bene cosi”-.

Sul terzo gradino del podio Giovanni Greco ha dichiarato: -“Questo percorso così stretto si addice di meno alla Radical 1600, per cui ho preferito non correre rischi e mantenere il piazzamento”-.


Quarta piazza per il messinese Santi Leo anche lui della Tm Racing,che è stato molto regolare restando in scia ai primi. Quinto assoluto e secondo di gruppo E2SS, l’augustano Camillo Centamore, al volante della grintosa Formula Junior, vettura che nelle cronoscalate è considerata storica.

Bellissime le sfide nelle classi, molte dei quali vissute in top ten. Sesto, settimo e ottavo, tre piloti del Gruppo E1 Italia:Gabriele Giaimo e Francesco Castello,sulle Fiat Cinquecento 1400, Marco Gammeri sulla Renault Clio Rs 2000, nell’ordine.

Nono e primo dei piloti di casa, Sebastiano Turrisi su Elia Avrio. Ha completato la Top Ten vincendo la classe 1000 delle E2SC, ancora un siracusano, il netino Rosario Di Pietro su Radical Sr4.

La disputa fra le estreme vetture silhouette del gruppo E2Sh si è chiusa a vantaggio di Antonino Carta su Fiat X 1/9 che al netto delle penalità ai birilli sarebbe entrato fra i primi dieci.

Fino all’ultimo metro si sono dati battaglia il messinese Francesco Pirri e Il palermitano Giovanni Buttacavoli  in gruppo S.S, entrambi con le Fiat 127. L’ha spuntata il driver della città dello stretto grazie ad una terza manche all’attacco.


Fra le Bicilindriche il successo è andato a Giorgio Consales con la Fiat 500 di gruppo 5 davanti a Giuseppe noto che ha comunque vinto il gruppo 2.

Massimo  Musso ha prevalso con la Renault Clio fra le vetture di Racing Start plus, mentre fra le Racing Start è arrivato il successo di Salvatore Giacalone

Lotta al secondo, nonché al decimo di punto pure in gruppo A fra Giuliano Frasca e Antonello Costa: ha avuto la meglio il primo al volante della Citroen Saxò VTS, rispetto alla Peugeot 106 16v.

Stesso trend in gruppo N, dove la sfida all’ultimo respiro è stata tra Paolo Caruso e il messinese di Novara Mario Radici su Renault Clio RS 16v. La terza posizione è andata a Giuseppe Messina vincitore della 1400, con la Peugeot 106R.

Top ten 13° Slalom Città di Avola: 1 Ingardia (F. Ghipard) in 2’05”89; 2 Lenares (Proto Lenares) a 5”42; 3 Greco (Radical SR4) a 6”85; 4 Leo (Radical SR 4) a 12”70; 5 Centamore (F. Junior) a 14”23; 6 Castello (Fiat Cinquecento) a 21”54; 7 Gammeri Renault Clio RS 2.0) a 22”00; 8 Turrisi (Elia Avrio) a 22”22; 9 Di Pietro (Radical Pro Sport) a 22”50; 10 Morici (Fiat Cinquecento) a 22”58.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker