Home » Rubriche » Interviste » Intervista a…: Salvatore Miccichè
Intervista a...: Salvatore Miccichè

Intervista a…: Salvatore Miccichè

Appuntamento con la rubrica “Intervista a…”, alle nostre domande ha risposto Salvatore Miccichè, giovanissimo pilota nisseno, nel 2014 si è messo in luce con la sua Radical SR4.

– Ciao Salvatore, la nostra classica prima domanda, Chi e` Salvatore Miccichè? Come hai cominciato a correre?


Ciao a tutti. Sono nato il 21 agosto 1993 a Caltanissetta. Ho cominciato nel ’99 con i kart proseguendo fino al 2010 a livello amatoriale. Poco prima di compiere i 18 anni, insieme a mio padre e all’amico Luigi Bruccoleri, decidiamo di fare un test nella sua pista Concordia a bordo di una Radical Prosport 1000. Dopo un buon approccio concludo l’anno svolgendo due gare in pista, in preparazione del debutto alla 58^ Coppa Nissena del 2012, la mia gara di casa, nonchè il sogno inseguito fin da bambino.

– Chi ti ha trasmesso la passione per le cronoscalate?

2014-img-CIVM-Coppa_Nissena-miccichã¨In parte mio padre ed alcuni amici del settore ma più di tutti il compianto RE Mauro Nesti, nell’avermi tenuto fra le sue braccia vicino la sua Lucchini durante la Coppa Nissena del ’93 quando ero nato solo da “29 giorni”. Per ricordarlo ho fatto aerografare il mio casco come il suo.

– Cosa ti ha dato questo sport?


Nonostante le poche gare all’attivo, tante soddisfazioni, gioie, emozioni e sogni realizzati con umiltà, impegno e tanti sacrifici.

– Hai qualche episodio particolare o curioso da raccontarci?

Ricordo particolarmente la mia seconda gara in salita, la Val d’Anapo Sortino del 2013, quando a fine gara non riuscivo a credere di essermi classificato ottavo assoluto, entrare nella top-ten non è roba da tutti i giorni.

– Nel 2014 hai gareggiato con la Radical, che stagione è stata?

Direi superlativa. Poche gare, ma una più bella e soddisfacente dell’altra. Dalla Monte Erice alla Coppa Nissena, per finire la Monti Iblei dove senza averci mai corso e senza effettuare le prove ufficiali, in gara sono riuscito a piazzarmi in decima posizione assoluta, e la Giarre-Milo in ottava, il tutto con la piccola Radical 1300 ben sistemata ad inizio anno dai fantastici ragazzi dell’Autosport Sorrento. Dunque contentissimo della stagione e dei risultati ottenuti. Non finirò mai di ringraziare la mia famiglia per tutto questo che sicuramente potrà essere un prezioso bagaglio di esperienza per il futuro.


– Progetti per il 2015?

10665309_10204722634734125_1120187673622325440_nProbabilmente farò qualche gara in Sicilia, purtroppo non ci sono le risorse per andare oltre.

– I sogni non finiscono mai, qual’è il tuo sogno nel cassetto?

Sono tanti, ne svelo solo uno…guidare in salita un Prototipo Osella. Chissà…

– Un saluto ai nostri lettori.

Un saluto agli amici lettori de ilTornante.it, ci vediamo presto nel CIVM in Sicilia.

– In bocca al lupo per il futuro, ti ringrazio per l’intervista!

Grazie a te per avermi coinvolto e crepi il lupo.

di Pietro Vizzari.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

AGO FALLARA CON LA MISSION TRICOLORE

AGO FALLARA CON LA MISSION TRICOLORE

Intervista al pilota reggino, che punta Monopoli per estendere il suo trend positivo con la ...