Home » Salita » Isolani Racing Team:Passato,presente e futuro secondo Leo Isolani

Isolani Racing Team:Passato,presente e futuro secondo Leo Isolani

Isolani Racing Team:Passato,presente e futuro secondo Leo Isolani

Il Pilota e Team Manager marchigiano racconta i retroscena di una stagione da protagonista, con un occhio al domani

Il Campionato Italiano Velocità Montagna 2011 ha rappresentato per l’ Isolani Racing Team un’annata molto particolare.
Dopo aver festeggiato l’anno scorso i primi dieci anni di presenza fissa Ferrari nelle cronoscalate Italiane ed Europee abbiamo affrontato questa stagione con un organico quasi completamente nuovo e, dopo aver profuso per anni energie e risorse per cercare di trasmettere esperienza e consigli a piloti più giovani, con la conquista da parte mia del Titolo di Campione Italiano GTquale unico obbiettivo 2011. Obbietivo centrato con due gare di anticipo anzi tre, a voler essere precisi: prima di Gubbio a me bastava un solo punto per avere la certezza matematica ma la rinuncia al Trofeo Luigi Fagioli da parte del mio più diretto avversario ci ha fatto anticipare i festeggiamenti già dalla giornata di venerdì.
Detta così, questa potrebbe sembrare la descrizione di una stagione piuttosto “facile” per noi ma, come tutte le altre stagioni affrontate, si è trattato in realtà di un impegno costantemente in salita, dalla prima all’ultima gara.

Come Isolani Racing Team abbiamo sempre cercato di fare (e dare) molto per l’immagine e la promozione della Velocità in Salita. Da qualche anno a questa parte, grazie ad un gruppo di piloti costantemente impegnati nel CIVM, siamo riusciti ad ottenere spazi e visibilità sempre maggiori sui vari media: il rapporto e l’interscambio con i direttivi ACI Sport ha contribuito a diffondere le immagini delle nostre gare sulle varie testate sportive nazionali (non solo motoristiche) e sui principali network televisivi.
Per quanto riguarda il lato prettamente agonistico anche il Gruppo GTM ha visto un incremento di partecipazione, sia numerica che qualitativa, con una media di una decina e più di partecipanti ad ogni appuntamento tricolore. È proprio questo fatto che ci ha portati a non “dormire sugli allori” e a proseguire nell’affinamento dello sviluppo specifico per le salite della nostra Ferrari 575 GTC. Una vettura di base poco maneggevole con le sue generose dimensioni e non certo nata per i tracciati stradali ma, grazie al nostro lavoro, in grado di primeggiare su auto progettualmente più avanzate, di classi inferiori ma con una migliore maneggevolezza e potenze oramai prossime alla nostra 575. Un’auto giunta quasi al tramonto della sua carriera agonistica ma ancora in grado di suscitare forti emozioni nel pubblico di appassionati che, sempre più numerosi, ci seguono in gara e da casa grazie anche alla mole massiccia di informazioni divulgate via Internet.

Il QR-Code che indirizza i fans alla Facebook Page ufficiale Isolani Racing TeamA proposito di Internet, lo sketch preparato dai miei ragazzi a Gubbio con le pepatissime infermierine impegnate a “curare” la mia Ferrari (ma non solo) e a somministrarmi gogliardicamente un “tranquillante” per non farmi esagerare in gara (…) ha riscosso grande successo di colore, con numerosi immagini della giornata rimbalzate di forum in forum e sui vari social network. La mia gara di per sè ha rischiato di passare in secondo piano, con le difficoltà incontrate nel corso di una seconda salita estremamente scivolosa ed impegnativa.
Non sono passati inosservati invece due particolari che proprio nella gara Umbra hanno debuttato sulla mia vettura: due QR-Code che immortalati con gli smart phone di ultima generazione rimandano direttamente al nostro sito Internet e alla nostra Facebook Page ufficiale.

In un epoca sempre più veloce, all’ordine del “clicca e vai”, il mio grafico di sempre “Stivi” ha pensato a questo sistema per avvicinare sempre più pubblico, in maniera sempre più veloce, alle nostre attività.

Un piccolo upgrade che rientra nel completo rinnovamento del nostro sito, avvenuto in occasione della prima gara 2011 allo Spino. Grazie anche alla collaborazione di Michele Baldoni di MB Web (creatore del nuovo sito) stiamo pensando anche ad altre applicazioni aggiuntive che vedranno la luce nei prossimi mesi: lo spettacolo può continuare solamente proseguendo sulla strada della sua massima diffusione possibile!

Massimo impegno sul piano dell’immagine quindi, della tecnica, dello sport ma anche della sicurezza. Parallelamente ai risultati sportivi questa stagione sarà purtroppo ricordata come quella in cui ci ha salutati Georg Plasa, impegnato a dare il massimo sul velocissimo tracciato della Rieti/Terminillo. La componente di pericolosità congenita nel nostro sport è una parte importante della stessa adrenalina che unisce noi piloti a quanti seguono appassionati le nostre “imprese”. La fatalità è una componente impossibile da debellare, anche se molto è stato fatto sul piano della sicurezza e della riduzione del rischio.

Martine BurmeisterEvidentemente, c’è ancora molto lavoro da fare. Non dobiamo mollare questo fronte, come dobbiamo fare in modo che la nostra passione non venga mai meno: è questo il vero e unico motore che ci permette di andare avanti e di continuare con il massimo impegno verso i prossimi traguardi. Sono convinto che la stessa volontà di Georg (dovunque sia ora la sua anima) sia quella di continuare a darci dentro ed accelerare, di continuare a correre e vivere la passione che ci accomuna. Tutti.

In quest’ottica, ho molto gradito la presenza a Gubbio di Martin Burmeister, l’ingegnere elettronico di Plasa.
È stata una precisa volontà di Martin stesso il voler vivere una gara a stretto contatto con noi e questo mi ha dato quella spinta in più a dare del mio meglio, per onorare il suo impegno, la memoria di Georg e di tutti i miei ragazzi che mi hanno assistito al meglio quest’anno.
Mi auguro che Martin possa e voglia ripetere ancora l’esperienza con noi in futuro.

Sergio SantomoI ringraziamenti a tutto il Team sono stati fatti nel comunicato post gara diramato a Gubbio.

A motori spenti e ben fermi ora voglio ringraziare di cuore un altro personaggio a me sempre vicino e come me impegnato da anni nella diffusione di un messaggio forte di solidarietà. Sergio Santomo oltre ad essere un grande Amico è l’anima diAmbalt, associazione onlus marchigiana dedita alla cura ed assistenza dei bambini affetti da tumore e leucemia. Anche Sergio è stato presente con noi al Trofeo Fagioli, come in altre gare di questo 2011 e degli anni passati.

Sono anni che porto in giro per l’Italia e l’Europa i loghi Ambalt sulle mie vetture e su tutte le Ferrari dell’Isolani Racing Team. Io quel poco che posso fare come testimonial Ambalt lo faccio, ma il lavoro duro ed importante lo svolgono con dedizione Sergio e tutti i ragazzi, medici, infermieri e personale vario che seguono questi nostri piccoli fans. Ragazzi e bambini meno fortunati di noi ma con una voglia di vivere e di vincere che ci insegna sempre qualcosa, ogni volta che saliamo in macchina o che affrontiamo tutte le piccole grandi sfide che la Vita ci propina ogni giorno: NON MOLLARE, MAI!

E potete star sicuri che noi non molliamo …

La mia conquista dello scudetto di Campione Italiano GT nel CIVM 2011 è stata una grossa soddisfazione, ma non mi ritengo nè ci riteniamo appagati. Stiamo lavorando per un’eventuale partecipazione all’ultima gara in calendario (Pedavena) ma anche ad altri appuntamenti motoristici di prestigio, prima della conclusione di questa stagione trionfante.

Lo scudetto 2011 ci apre nuovi scenari e nuove possibilità che ci spingono a non mollare la presa e a continuare, sempre all’insegna del massimo impegno. Il rapporto con Ferrari si consolida sempre di più e mi auguro di riuscire a portare altre succulenti novità in salita nel prossimo futuro. Peraltro, in conclusione voglio anche ricordare che nonostante l’obiettivo principale dichiarato in apertura fosse la mia stagione, ad Ascoli ha debuttato con noi anche Pierdavide Sofia. Il giovane siciliano ha continuato il suo primo approccio nientemeno che con la Trento/Bondone e con la non meno impegnativa Rieti/Terminillo. Ora sta lavorando alla pianificazione della sua stagione 2012 che probabilmente vedrà ulteriori debutti nel nostro team, sia a livello di piloti che di vetture.

Continuate a seguirci, lo spettacolo è appena cominciato …

Leo Isolani

Maxi Car Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Nuove proposte della Commissione Salita sulle pre iscrizioni

La Giunta Sportiva ACI dovrà dare il via libera alle facilitazioni nelle procedure che favoriscono ...