Home » Kart » KARTING SHOW AL PORTO DEGLI ULIVI

KARTING SHOW AL PORTO DEGLI ULIVI

Il trofeo organizzato dai Team Rms di Palmi e Tr Kart, ha registrato la presenza di trenta piloti di quattro categorie. Il tracciato di 650 metri è apparso curato come sicurezza passiva e quota tecnica alla guida. Fatti e nomi di questa bella giornata di velocità sul traliccio. 

La stagione 2015 di gare cittadine nella provincia di Reggio Calabria, ha preso il via con l’appuntamento nel parco commerciale Porto degli IMG-20150512-WA0005Ulivi di Rizziconi, nome che ha dato il titolo al trofeo di domenica 10 maggio. La definizione e la logistica del percorso, valido come cifra tecnica e quota di sicurezza passiva, sono stati curati dal Motor Team di Mimmo Condina e dai suoi ragazzi: al veterano reggino è toccato anche il consueto ruolo di Direttore di Gara. Trenta piloti si sono sfidati nei 650 metri ricavati in una porzione del vasto parcheggio dell’agglomerato commerciale dell’hinterland gioiese, divisi in quattro macro-classi di cilindrate.

Nella classe 60 unificata, doppia vittoria per Davide Alessi, che dopo aver strappato per pochi centesimi la pole position ad Antonino Piria, ha ingaggiato un duello proprio col pilotino scillese, il quale è uscito fuori di catena nella bagarre del corpo a corpo delle prime fasi di gara-1. Ciò ha consentito ad Alessi di accompagnarsi al traguardo in beata solitudine, sino alla vittoria finale. Secondo un regolare e veloce Girolamo Crea, terzo in rimonta e distaccato di un giro Piria, tornato in pista con le vene sporgenti ed autore IMG-20150512-WA0007del giro più veloce di sessione nel vano tentativo di recupero. In gara-2 si attendeva il duello fra Alessi e Piria, ma quest’ultimo si girava nella prima piega a destra e perdeva tempo prezioso, vanificando così un’altra potenziale grande prestazione. Il figlio d’arte ha mostrato un ottima padronanza del mezzo ed una notevole velocità istintiva, ma deve crescere sotto il profilo della gestione delle situazioni avverse. I suoi sette anni appena, sono una splendida attenuante. Alessi vince anche gara-2 e fa sua la classifica finale di gruppo al netto delle due manches con 55 punti, vetta guadagnata con velocità ed intelligenza tattica. Secondo complessivo Piria con 40 punti, davanti ad un buon Crea che ha chiuso positivamente a quota 35. La classe 125 Easy ha contato ben 12 piloti allo start, risultando la più partecipata e combattuta. Alla fine delle ostilità, chiude a quota 51 punti Dante Baglio, costante nel ritmo e bravo e fortunato a tenersi fuori dalla bagarre: con una doppia vittoria di astuzia, si è preso la vetta di classe. Punti 36 per Santo Sergi, anche lui uscito sostanzialmente indenne dalla lotta dei 18 giri.Terza piazza con 28 punti per Michele Baglio. Quarto classificato Aldo Musicò, quinto Agostino Timpani. Rimpianti per Alessio Giacobbe, il più veloce in assoluto come passo ed autore anche di bei sorpassi, ma che qualche contatto di troppo lo ha ricacciato indietro in classifica.

Nella 125 Over, classe destinata ai veterani della guida a livello tombino, doppio successo perentorio per Damiano Falco, bravissimo come sempre nell’interpretare ogni nuova pista con la medesima riconosciuta bravura. Già al termine delle qualifiche del mattino, aveva IMG-20150512-WA0008mostrato il suo database velocistico, firmando il miglior tempo con 28.24, rimasto il superattico di giornata fra le fotocellule. Nel doppio confronto non c’è stata storia, con il poleman che dallo start al finish non ha visto nessuno negli specchietti: i 55 punti finali in classifica globale, non potevano non arrivare. Duplice seconda piazza anche per Antonello Gramuglia, che ha chiuso a 44 punti la graduatoria del Trofeo: il veterano di Bagnara ha guidato con sagacia e buon passo fino alla fine, relegando solo ad un paio di passaggi iniziali della prima manche, la bagarre della lotta con Domenico Cannistrà. Proprio Cannistrà ha chiuso con un doppio quarto posto complessivo,dopo aver patito non pochi problemi di guidabilità con l’anteriore del suo kart, che lo ha portato a mollare la presa nel finale di gara-1, attaccato da quel Cotroneo che ha convinto nella doppia sfida per velocità in crescendo e sicurezza nei sorpassi. Il percorso verso la forma migliore continua, per questo protagonista passato della guida a livello tombino.Tornerà nei piani alti.

Nella 125 ProUnder, otto monellacci della ottavo di litro hanno ingaggiato un bel duello, per taluni da subito con il semaforo. Qualcuno fra questi esperti e veloci piloti, non ha curiosamente familiarizzato con lo start allo spegnimento del poker di luci, generando un paio di false partenze ed un bel po’ di bagarre allo start. Al netto di ogni problematica iniziale, la gara è stata molto divertente ed è vissuta soprattutto IMG-20150512-WA0009sul doppio confronto fra Domenico De Maria e Domenico Cannizzaro, con la vittoria di una manche a testa per i due amici-rivali. Nel primo round De Maria, con l’astuzia del veterano, ha rintuzzato gli attacchi di uno scatenato Cannizzaro, mentre nella seconda manche quest’ultimo ha allungato per quel paio di secondi utili a ricacciare dietro lo sfidante: il guasto occorso incredibilmente a Giovinazzo in gara-2, quando come in gara-1 era nettamente al comando dopo una splendida pole in 28.30, secondo crono di giornata, ha permesso così a Cannizzaro di vincere e chiudere secondo la classifica con 43 punti, ad un solo punto dal vincitore di graduatoria De Maria. Rocco Giovinazzo ha di che schiaffeggiarsi la fronte: l’unico avversario più forte di lui è stato un misero cavo dell’acceleratore, che rompendosi inopinatamente mentre era agevolmente in testa, gli ha impedito la vittoria nella seconda gara e quella nel Trofeo. Beffa.Quarto il sempre generoso Rocco Pirrottina, autore di bei duelli e bei sorpassi come da proprio repertorio, mentre Michele Sciotto, solitamente protagonista, ha perso la possibilità di essere fra i migliori per la sua irruenza nel decifrare la sequenza semaforica allo start. Nella classe KF3, vittoria in solitudine per Andrea Alessi.

Francesco Romeo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Alex Irlando si allena per il Campionato del Mondo OK FIA Karting

La pausa estiva è finita per Alex Irlando che torna sul suo BirelART a presa ...