LAMBORGHINI SUPER TROFEO

KIKKO GALBIATI SI CONFERMA PROTAGONISTA A MISANO NELLA WORLD FINAL E NEL SUPER TROFEO EUROPE LAMBORGHINI

Il giovane pilota bresciano, impegnato nel prestigioso appuntamento con la Huracàn del Novamarine GSM Racing, ottiene un doppio quarto posto prima di essere eliminato da un contatto nella Finale Mondiale mentre era in lotta per il podio


Il lungo fine settimana di Kikko Galbiati a Misano, in occasione dell’ultima tappa stagionale del Lamborghini Super Trofeo Europe e della World Final, si chiude con un’ulteriore iniezione di fiducia ma anche un pizzico di rammarico. Il veloce pilota bresciano, impegnato nel doppio appuntamento sul tracciato romagnolo al volante della Huracàn schierata dal Novamarine GSM Racing, si è infatti confermato tra i principali interpreti della categoria a livello internazionale, navigando costantemente nelle posizioni alte della classifica ed in lotta per il podio.

Mentre le due gare della serie continentale hanno regalato un convincente doppio quinto posto per il giovane driver bresciano, meno fortunata è stata l’esperienza nell’attesissima Finale Mondiale. Dopo il decimo posto colto in gara-1 svoltasi in notturna (alle prese con problemi nel set-up), Galbiati poteva ambire ad un risultato di prestigio nella seconda manche, quando è stato estromesso dalla gara in seguito ad un contatto verificatosi mentre si trovava a ridosso del podio.

Un modo amaro, dunque, per chiudere un’esperienza che si era aperta sotto i migliori auspici, ma che ha comunque confermato il grande valore di Kikko in un contesto agonistico di grande competitività. Per lui si è trattata comunque di un’ottima occasione per misurarsi ad alti livelli, avendo colto al volo l’opportunità offertagli dal team monegasco diretto da Andrea Grillini e ripagando in pieno le aspettative della vigilia.

L’evento della Casa di Sant’Agata Bolognese sul tracciato intitolato a Marco Simoncelli si è aperto con il round finale del Super Trofeo Europe, con Galbiati che sin da subito si è dimostrato molto veloce: dopo il settimo tempo ottenuto nella Q1 con il crono di 1:33.748, il 23enne lombardo si è ripetuto nella seconda sessione di qualifica, prenotando la sesta casella in griglia per gara-2. Nonostante fosse costretto a scontare una penalità di 3” in griglia (secondo quanto previsto dal regolamento per i piloti presentatisi da soli al via), Galbiati si è reso autore di una prima manche solida e concreta, al termine della quale ha centrato il quinto posto sotto la bandiera a scacchi. Un piazzamento che il giovane Kikko è riuscito a bissare anche in gara-2, tenendosi fuori dai guai in un finale convulso che ha assegnato il titolo europeo 2021.


Dopo la positiva prestazione nel Super Trofeo Europe, la concentrazione si è focalizzata esclusivamente verso il prestigioso appuntamento con la World Final Lamborghini. Nelle qualifiche, Galbiati si è confermato con un buon 1:33.896 che gli è valso un posto in sesta fila per gara-1, riuscendo ad abbassare il proprio crono di ben mezzo secondo nella qualifica successiva, ottenendo un eccellente 1:33.368 che gli è valso il quinto posto sulla griglia di partenza.

La prima gara si è rivelata piuttosto difficile per Kikko, alle prese con problemi di assetto che gli hanno impedito di sfruttare appieno il potenziale della vettura, con un decimo posto colto in notturna sotto la bandiera a scacchi che non ha soddisfatto le sue aspettative. Partito in gara-2 con l’obiettivo di dare la caccia al podio, Galbiati ha condotto la prima parte in maniera egregia nelle prime posizioni del gruppo, almeno fino a quando non è stato coinvolto in un contatto innescato da altri due concorrenti che gli ha danneggiato irreparabilmente la vettura, costringendolo al ritiro. Un esito davvero sfortunato per una gara partita con grandi ambizioni, anche se rimane la soddisfazione di ave mostrato un passo decisamente competitivo.

“Il week-end non è stato particolarmente fortunato – sottolinea Galbiati – anche se credo che abbiamo lavorato nel migliore dei modi per cercare di essere sempre più competitivi durante le varie sessioni in pista. Siamo riusciti a migliorare progressivamente e questo ci ha consentito di avvicinarci sempre più alle prime posizioni. Peccato soprattutto per le Finali Mondiali: in gara-1 ci è mancato il passo, mentre nella seconda manche tutto funzionava al meglio quando sono stato coinvolto in un contatto che ha provocato dei danni alla vettura. Ho provato anche a resistere, ma ben presto ci siamo accorti che non era possibile proseguire la gara in quelle condizioni. Ringrazio il Novamarine GSM Racing e Lamborghini Squadra Corse per questa bella opportunità, così come i miei sponsor che sono venuti qui a Misano per sostenermi. Un ringraziamento anche alla mia famiglia per il prezioso supporto, così come a tutti coloro che hanno fatto il tifo per me in questa occasione. Torneremo sicuramente più forti di prima!”

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker