Home » Salita » LA 34^ PEDAVENA – CROCE D’AUNE CHIUDE IL CIVM 2016

LA 34^ PEDAVENA – CROCE D’AUNE CHIUDE IL CIVM 2016

Si concluderà sulle Dolomiti bellunesi il Campionato Italiano Velocità Montagna dal 7 al 9 ottobre. Zardo su Lola a caccia di conferme in casa, Magliona su Norma cerca il successo di fine stagione. Duelli decisivi in gruppo CN tra le Osella di Ligato e Lombardi, in Racing Start tra le MINI di Liuzzi, Pezzolla. 

Sarà la 34^ Pedavena – Croce D’Aune a concludere sulle Dolomitti bellunesi il Campionato Italiano Velocità Montagna, per il quale la competizione veneta organizzata dagli “Amici della Pedavena”, sarà 12° e conclusivo round. Pedavena sarà decisiva per l’assegnazione dei titoli tricolori di gruppo CN e di gruppo Racing Start. oltre che per il Trofeo Under 25 e per quello di gruppo Racing Start Plus

Si entrerà nel vivo venerdì 7 ottobre quando dalle 16 alle 21.30 alla Birreria Pedavena e nel piazzale antistante si svolgeranno le operazioni di verifica per i quasi 250 concorrenti iscritti. Sabato alle 9.30 si accenderanno i motori per le due salite di ricognizioni dei 7.785 metri di tracciato con le vetture da gara. Domenica 9 ottobre alle 9.30 il Direttore di gara Walter Robassa ed i direttori aggiunti Alberto Riva e Mauro Guazzi, daranno il via a gara 1, a cui seguirà gara 2. La Cerimonia di Premiazione un’ora dopo l’apertura del Parco Chiuso, concluderà la tre giorni feltrina a tutto motore.

Un elenco iscritti che promette adrenalina e che per gli alti numeri conferma fino in fondo l’ottimo trend registrato dalla serie ACI nel 2016. Riflettori puntati sulla decisiva sfida per il tricolore CN tra le Osella PA 21 EVO di Luca Ligato e Achille Lombardi. I due sono appaiati come lo sono arrivati al rush finale del campionato. Il 23enne calabrese della Jonia Corse sulla biposto del Team Faggioli e gommata Pirelli ha vanificato un buon vantaggio per una sfortunata uscita di strada in prova a Popoli e potrebbe conquistare anche il Trofeo Under 25 dove è a 1,25 punti dal leader Scola, assente. L’esperto e tenace lucano della AB Motorsport non ha mai mollato la presa sulla vettura curata da NP Racing ed equipaggiata con gomme Avon. In gruppo Racing Start altra sfida decisiva per i campionato tutta pugliese e tra MINI John Cooper Works, quella tra il sempre più incalzante Giacomo Liuzzi, che è balzato in testa con la vettura crata da AC Racing , davanti al sempre combattivo Ivan Pezzolla sullamacchina made in DP Racing. Nel ruolo di “Apripista” Gabriella Pedroni, la, Lady Trentina Campione Italiano di gruppo A che transiterà prima dei concorrenti sul tracciato con una Citroen Visa nella sua versione originale stradle e sarà di supporto nei servizi di automoto.it realizzati dal giornalista e pilota Emiliano Perucca Orfei, a sua volta protagonista in gruppo E1/1600 con la sempre incisiva Citroen C3 Max della 2T Couse & Reglage di preparazione Procar. Perucca Orfei realizzerà come di consueto delle dirette web dal campo di gara.

Per il successo in gara svetta senz’altro il nome del tenace trevigiano Denny Zardo che nella gara tricolore di casa vorrà confermare lo sviluppo della Lola Zytek che il portacolori Speed Motor ha seguito personalmente insieme al Team Dalmazia e che gli ha regalato la bella vittoria ad Orvieto lo scorso settembre sulla monoposto di gruppo E2SS. Cerca una conclusione di Campionato alla grande Omar Magliona sulla Norma M20 FC Zytek, con il sardo della CST Sport ha ritrovato nelle due gare siciliane il pieno feeling, dopo una parte centrale di stagione a fasi alterne con la biposto di gruppo E2SC. Tra i pretendenti al vertice certamente anche Adolfo Bottura, il trentino della Speed Motor sempre più a suo agio sulla Osella FA 30 Zytek curata dalla Fattorini Motorsport. Anche il giovane orvietano Michele Fattorini ha voluto onorare fino in fondo il campionato, anche per continuare il pieno adeguamento alla nuova Osella PA 2000 Honda, con cui ha già avuto molte soddisfazioni. Sfida decisiva nella classe 2000 dele monoposto tra il giovane siciliano Samuele Cassibba su Tatuus F. Renault e l’arrembante Diego Degasperi sulla Lola con motore Honda, il ragusano della Catania Corse ed il trentino della Vimotosporthanno animato un appassionante testa a testa in Sicilia. In classe 1600 ritorno nel tricolore per Franco Bertò sulla F. Renault, mentre in arrivo dalla Sicilia Antoniono Rotolo farà il suo esordio a Pedavena sulla Gloria, dopo le ottime prestazioni siciliane. Anocra in arrivo da Trapani Vincenzo e Francesco Conticelli, papà e figlio, rispettivamente sulla Osella PA 30 e sulla PA 2000 che onta un nuovo propulsore dopo il guasto che ha fermato il giovane Francesco ad Erice. In classe 100 delle biposto con motore preparato, farà il suo esordio il bravo Micehele Esposito sua piccola e sempre più pungente Osella PA 21 JRB spinta da motore BMW di derivazione motociclistica. Tra le biposto CN, con motore derivato dalla serie, ago della bilancia potrebbe rivelarsi il ravennate Franco Manzoni sempre più in pieno feeling con l’Osella PA 21 EVO.

Consistente come sempre a Pedavena il gruppo GT, dove spiccano le due Lamborghii Huracan in versione Super Cup del friulano Gianni Di Fant, reduce dall’ottimo esordio a Gubbio, a cui si aggiunge la nuovissima super car della casa di Sant’Agata Bolognese sulla quale esordirà il vicentino Bruno Jarach, per entrambi gara test in prospettiva 2017. Luca Gaetani torna al volnate della Ferrari 458 GT_Gt Cup per la conquista definitiva della Coppa di classe ed il podio tricolore al suo primo CIVM in Gran Turismo, mentre su vettura gemella arriverà a Pedavena anche il Campione 2013 e 2014 di Superchallenge Roberto Ragazzi, il padovano che cerca riscatto sul tracciato bellunese dopo lo stop forzato del 2015. Sul fronte Porsche presenti anche gli esperti Rosario Parrino sulla 911 GT3 e Sebastiano Frijo sulla versione GT Cup della vettura tedesca. Emozioni certe anche dal gruppo E1-E2SH dove per le auto in versione silhouette ci sarà il pistard bresciano Enrico Bettera ancora una volta a dare spettacolo e cercare un posto di vertice sulla Renault Megane Trophy; Abramo Antonicelli torna con l’ammirata BMW M3, mentre Luciano Gallina ripropone la Lancia Y nella versione estrema che alla Limabetone dello scorso agosto ha conquistato un successo assoluto con Zardo. Il pesarese Marco Sbrollini farà rombare al sua Lancia Delta EVO, cercando anche riscatto da una stagione in chiaroscuro. I piloti veneti Claudio e Nicola Zucol, Michele Massaro e Giuseppe Zarpellon, saranno tra i protagonisti al volante delle BMW. In classe 2000 c’è il vincitore della Coppa Ferdinando Cimarelli, il pesarese del Team Racing Gubbio che cerca ancora una conferma dalla sua Alfa 156, che cura in proprio, ma attenzione all’esordio di Giordano Di Stilio sulla Renault Clio. In classe 1600 molti i pretendenti al successo in gara come il pugliese Gasperino Tinella, il bresciano “Zio Fester” con la Honda Civic come il temibile pilota di casa Michele Ghirardo, ma anche Stefano De Gan ed il pesarese Maurizio Contardi saranno sule Honda Civic, mentre Tiziano Turrin sulla Citroen Saxo. In classe 1400, il vincitore di categoria, l’abruzzese Andrea Celli concluderà il suo ottimo CIVM sulla Peugeot 106, come il reatino Bruno Grifoni a cui è sfuggita quest’anno la coppa vinta nel 2015.

Sesto ed ultimo appuntamento per il Campionato Italiano Energie Alternative, la serie animata dalle scattanti Kia Venga alimentate a GPL, equipaggiate con Kers e preparate dalla BRC, che vede l’abruzzese Francesco De Juliis tra i favoriti della vigilia, ma il pugliese Nicola Gonnella ad un passo dal titolo, con l’ascolano Pasqualino Amodeo pronto ad approfittare di qualunque indecisione degli avversari. Molto numeroso il gruppo A dove il triestino del Team Borret Paolo Parlato vuole completare il suo CIVM sulla Honda Civic Type-R con cui ha conquistato il terzo posto nel tricolore ed il secondo di classe 2000, alle spalle  della TPedroni, Campione Itaiano su Mitsubishi, davanti al siciliano Salvatore D’Amico su Renault New Clio. Tra i protagonisti annunciato del gruppo anche l’esperto Fabrizio Bommartini su Renault Clio RS. In un affollato gruppo N sarà al via il neo Campione Italiano Rudi Bicciato, il pilota altoatesino della Scuderia Mendola che vuole testare alcune rivisitazioni sula Mitsubishi Lancer. Tra i tanti protagonista di ogni classe svetta il piemontese Giovanni Regis che con la sua Peugeot 106 di preparazione Ciarcelluti, vuole prendere il via di una gara a lui sempre gradita e confermare il terzo gradino del podio tricolore e secondo posto di classe 1600.

In Racing Start Plus, nella sfida tra MINI John Cooper Works, la giovane milanese Rachele Somaschini portacolori Elite Motorsport, dovrà impegnarsi per riprendere la vetta ed il Trofeo, contro un sempre più deciso e altrettanto giovane pugliese Andrea Palazzo, che ha rimontato sul finale di stagione con la sua MINI made in AC Racing. Per la Somaschini si tratterà di una nuovo impegno sportivo ma anche per una sempre utile occasione di essere testimonial della Fondazione per la ricerca contro la fibrosi cistica, che ha riscosso molto successo in questo CIVM. Ad impreziosire la categoria della auto sovralimentate anche un’altra presenza in rosa su MINI, quella dell’umbra Deborah Broccolini, presenza costante e proficua in questo CIVM. Sempre su MINI, esordisce nella categoria turbo anche il pugliese Francesco Savoia, neo vincitore della Coppa di classe 1600 Racing Start con la Citroen Saxo. Tra le auto con motore aspirato rush finale per il Trofeo tra gli abruzzesi Giuliano Pirocco, leader dopo la Sicilia, Serafino Ghizzoni su Renault New Clio, attualmente terzo, contro il 26enne bresciano Luca Zuurbier su Renault New Clio, che al suo esordio in salita ed in CIVM si è arrampicato fino al secondo posto. Esordio nel gruppo per il trevigiano Romy Dall’Antonia su Honda Civic Type-R, già campione di gruppo A ed attualmente protagonista nella gare del Tricolore Turismo in pista.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

FARRIS, OTTAVIANI E TACCHINI: LO STESSO TRIO SPEED MOTOR IN GARA A ERICE SI TRASFERISCE ORA ALLA COPPA NISSENA

Gli stessi tre piloti che hanno rappresentato la Speed Motor alla cronoscalata di Erice saranno ...