Salita Autostoriche

LA CEFALÙ – GIBILMANNA CHIUDE IL TRICOLORE 2015

Dal 9 all’11 ottobre il Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche tornerà in Sicilia. Verifiche venerdì e sabato mattina, nel pomeriggio due salite di ricognizione e domenica la gara sugli 11,8 Km che portano al Santuario.


Si sono aperte ad inizio settimana le iscrizioni alla seconda edizione della Cronoscalata del Santuario, il familiare appellativo con il quale veniva chiamata la Cronoscalata Cefalù-Gibilmanna, che quest’anno torna a fregiarsi della validità per il Campionato Italiano Montagna Autostoriche. La classica corsa cefaludese, in passato valida anche per il titolo Europeo della specialità, si correrà il 10 e 11 ottobre sul classico percorso di 11.800 metri che dalla cittadina Normanna porta in cima al Santuario, e che lo scorso anno vide trionfare la Stenger-BMW di Totò Riolo.

Anche l’edizione di quest’anno nasce dalla collaborazione tra l’Automobile Club Palermo, presieduto da Angelo Pizzuto, ed il “Comitato Promotore i Normanni”, composto da Pietro Vazzana, Salvatore Cicero, Giovanni Giardina, Angelo Capuana, Pasquale Greco, Giovanni Serio, Giuseppe Guercio, Antonio Provenza e Roberto Genovese.”Concludiamo la triade delle prestigiose cronoscalate palermitane con la gara più nota e blasonata – ha dichiarato Angelo Pizzuto – certi di offrire ai protagonisti ed al pubblico uno degli scenari più spettacolari del “tricolore” della montagna”.

Il programma è stato ovviamente ampiamente rivisto proprio in virtù della validità tricolore, che prevede lo svolgimento della gara in più giornate. Si inizierà, quindi, venerdì 9 ottobre con la prima sessione di verifiche tecniche e sportive che avranno luogo a partire dalle ore 18 presso il Porto di Presidiana. Sabato mattina nuovamente verifiche (dalle 8 alle 11,30) ed a partire dalle ore 13,30 le due salite di prova in vista della gara di domenica che si disputerà in unica manche con inizio alle ore 10 ed alla quale potranno partecipare anche le “vetture moderne” nel numero massimo di 35 unità.

Molti dei protagonisti del Campionato Italiano Autostoriche affronteranno certamente la trasferta siciliana poiché le classifiche dei cinque raggruppamenti sono ancora abbastanza fluide quando mancano ancora due gare alla fine della stagione: la Coppa del Chianti Classico, il 27 settembre, poi la Cronoscalata del Santuario.


In 4° Raggruppamento in testa si trova l’abruzzese Simone Di Fulvio con la Osella PA 9/90 motorizzata BMW. A tre lunghezze c’è il piemontese Paolo Cantarella leader della classe SN 2500 con la Osella PA .

Nel 3° Raggruppamento alla ribalta il drive e preparatore pistoiese Alessio Pacini con la Fiat X1/9 Silhouette, con un solo punto di vantaggio sul reggiano Giuseppe Gallusi su Porsche. Per il 2° Raggruppamento è testa a testa tra Guido Vivalda su Porsche Carrera RS e Giuliano Palmieri su De Tomaso Pantera e su Porsche, appaiati al comando, mentre nel 1° Raggruppamento Tiberio Nocentini con la sua bellissima Chevron B 19 Cosworth, ha un discreto margine su Angelo De Angelis. Infine tra le monoposto del 5° Raggruppamento le Formula Italia di Alessandro Trentin e Aldo Panfili sono separate da un solo punto.

A mischiare le carte degli abituali protagonisti ci saranno ovviamente i migliori driver siciliani, a cominciare da Totò Riolo, che lo scorso anno si è imposto sul nuovo tracciato in 7’07″37 alla media di 99,400 km/h. Attese anche la sport di Barbaccia, vincitore della recente Termini-Caccamo, le Porsche di Mannino, Guagliardo, “Claudio 65”, Vazzana, Di Lorenzo e Bellomare e le BMW di Savoca e Fullone, anche se bisognerà attendere la chiusura delle iscrizioni, fissata per il 7 ottobre per avere un quadro esatto dei protagonisti.


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker