Home » Salita » LA COPPA NISSENA PARLA DI SICUREZZA CON PIRRO

LA COPPA NISSENA PARLA DI SICUREZZA CON PIRRO

Il 5 volte vincitore della 24Ore di Le Mans a Caltanissetta in occasione dell’11° round di Campionato Italiano Velocità Montagna per la Tavola Rotonda “La Sicurezza Stradale e i giovani”. Poi partita a basket in carrozzina con gli atleti delle discipline paralimpiche.

La Coppa NIssena ha una funzione sempre più poliedrica. La gara organizzata dall’Automobile Club Caltanissetta, è ormai tradizionale occasione per perlare di soprt a tutto campo. Si è svolta nella mattinata di venerdì 23 settembre la Taola Rotonda “La Sicurezza Stradale e i giovani” nell’elegante Teatro Regina Margherita. Incontro dedicato agli studenti delle scuole cittadine, acui ha fatto da testimonial d’eccezione l’applaudito Emanuele Pirro.

-“E’ sempre un grande piacere ed onore per me essere in Sicilia e soprattutto essere alla Coppa Nissena – ha detto irro agli studenti nisseni – Faccio sempre di tutto per rispondere all’invito di Carlo Alessi. La vostra ospitalità ed il vostro calore sono davvero unici. Le corse in circuito sono belle ed emozionanti,ma i piloti delle cronoscalata e della Coppa Nissena in particolare meritano un rispetto diverso, sono dei piloti davvero bravi. Questa specialità offre uno spettacolo impareggiabile.”

Sulla sicurezza il driver F.1 e 5 volte vincitore della 24 Ore di Le Mans ha aggiunto: “Nelle corse si comete cercando ad ogni costo la vittoria, ma nelle sedi opportune e con mezzi opportunamente preparati. In ogni caso ogni pilota gestisce in prima persona il rischio. La bravura sta nell’avvicinarsi il più possibile al limite senza mai oltrepassarlo. Sulla strada le regole vanno rispettate allo stesso modo. Se in gara non siamo equipaggiati come prevede il regolamento non solo non possiamo gareggiare, ma rischiamo noi per primi di farci male. Un casco no allacciato è la prima cosa che si perde in caso d’emergenza e non serve assolutamente a nulla, come una scarpa slacciata è d’intralcio e vola via se si tenta di dare un calcio”-.

Il Dirigente dell’Automobile Club D’Italia Vincenzo Leanza, vantando le sue origini siciiane, ha poi annunciato l’arrivo in città di una autoscuola del network innovativo “Ready 2 Go” un’iniziativa ACI con metodi innovativi che portano il neofita a vivere e gestire al simulatore delle situazioni che se sconosciute al volante portano all’emergenza. Sono stati poi proiettati dei dati dell’aumentata incidentalità dovuta alla distrazione per causa dell’uso improprio degli smartphone.

Con la consueta simpatia il conduttore TV Salvo La Rosa ha coordinato l’incontro in cui diversi atleti diversamente abili hanno portato la loro testimonianza di come lo sport sia d’aiuto in ogni situazione e come contribuisca a motivare e rinsaldare anche i caratteri più provati. Sono stati presenti il maestro di pesistica Giovanni Scarantino (Tecnico della nazionale e papà dell’olimpico Mirco) ed il 20enne emergente pesista diversamente abile Cristiano Campione. Poi atleti nisseni delle Fiamme Oro e della Panormus di Palermo, unitamente a tutti i relatori e testimonial dell’incontro hanno animato una partita di basket in carrozzina in Piazza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

PAVAN: ECCO LA TURBO MINI MK2

Un progetto nato nel 2012 dalla passione di otto appassionati, che oggi conosce un’evoluzione significativa ...