Home » Salita » LA LUZZI – SAMBUCINA ENTRA NEL TRICOLORE ED APRE IL C.I.V.M. SUD.

LA LUZZI – SAMBUCINA ENTRA NEL TRICOLORE ED APRE IL C.I.V.M. SUD.

Gramenzi1Oltre centosettanta iscritti alla gara calabrese che domenica 12 maggio esordirà nel Campionato Italiano Velocità Montagna quale prima prova della Zona Centro Sud. Molti gli accreditati alla vittoria in ogni categoria. Exploit della Racing Start con 26 vetture al via.

Luzzi (CS), 8 maggio 2’013. La 18^ Luzzi – Sambucina sarà la prima prova del Campionato Italiano Velocità  Montagna Zona Centro Sud. La gara organizzata dalla Tebe Racing in collaborazione con il Comune di Luzzi sarà anche valida per il Trofeo Italiano Velocità Montagna girone sud. Ottimo il riscontro delle adesioni con iscrizioni chiuse a quota 171 ed un eccellente livello di vetture e piloti protagonisti annunciati a caccia dei primi preziosi punti tricolori sui 6,150 Km che uniscono il caratteristico centro cosentino con l’Abbazia Cistercense di Sambucina.
Venerdì 10 maggio il programma entrerà nel vivo con le operazioni di verifica che si terranno nella zona industriale
in contrada Gidora dalle 14.30 alle 20.00. Sabato 11 maggio alle 10 partirà la prima delle due salite di prove  ufficiali che permetteranno ai concorrenti di familiarizzare con il percorso al volante delle vetture da gara, quindi, mettere a punto le migliori regolazioni. Domenica 12 maggio alle 9.30 il Direttore di gara Francesco Tartamella e
l’aggiunto Rosario Moselli, daranno il via a gara 1 della prima prova di C.I.V.M. sud, a cui seguirà gara 2. Ottimi nomi e vetture performanti in ogni gruppo e classe sono garanzia di alta spettacolarità ed agonismo alle stelle per il successo in gara e la caccia ai unti di campionato. Ventisei vetture tra monoposto e prototipi, tra le monoposto del gruppo E2/M svettano immediatamente i nomi del pugliese Francesco Leogrande, già terzo lo scorso anno ed ora su Osella FA 30 Zytek, la vettura di riferimento nelle salite; il giovanissimo orvietano Michele Fattorini che dopo il sesto posto del 2012 si ripropone al volante della Lola Zytek da 3000 cc con cui ha conquistato la seconda posizione ad Iglesias la scorsa domenica; il toscano Franco Cinelli torna in C.I.V.M. anche lui con una Lola Zytek che ben conosce. In classe 2000 annunciato duello sardo campano tra Sergio Farris su F.Master e Angelo Marino al debutto sulla Lola Dome. Il catanese Orazio Maccarrone ed il calabrese Antonio Ferragina si confronteranno con le Gloria. Particolarmente effervescente il gruppo delle biposto E2/B dove sotto i riflettori c’è sicuramente il giovane talento locale Domenico Scola jr. su Osella PA 21/S Honda, vincitore dell’edizione 2012 della corsa, che inizierà dalla gara di casa la sua rincorsa al C.I.V.M.. Il trapanese Vincenzo Conticelli riparte alla rincorsa del primato con l’Osella PA 30 Zytek, ma dovrà fronteggiare, tra gli altri, il trentino Christian Merli che sta continuando la positiva fase di sviluppo della nuova Osella PA 2000 Honda, con cui ha esordito nel tricolore ad Iglesias. Atteso debutto anche per la Ligier JS51 spinta dal motore BMW da 3000 cc capace di erogare molti cv ed affidata dalla Scuderia Vesuvio all’esperto castrovillarese Rosario Iaquinta. Gara d’allenamento per il catanese Domenico Cubeda con la Radical SR4, in attesa di salire sulla nuova vettura attesa per il prossimo appuntamento. Sempre su Radical nuova avventura tricolore per il potentino Achille Lombardi. Sulle biposto calabresi Elia Avrio Francesco Ferragina, Giuseppe Rubino ed Eugenio Scalercio. In gruppo CN torna il sempre più abile pilota Ettore Bassi sulla Osella PA 21/S Honda, il celebre attore non ha voluto mancare ad una gara che gi è particolarmente cara. Sempre nel gruppo delle prototipo preparate secondo regolamento nazionale con motore di derivazione di serie, ci sarà il giovane trapanese Francesco Conticelli, già protagonista nelle ultime due stagioni. Il calabrese Carmelo Scaramozzino ha invece optato per una biposto di classe 1600.

In gruppo GT torna il catanese Serafino Ladelfa che ha scelto la Ferrari F430 curata dalla DP Racing, mentre su una 360 del cavallino sarà Ivan Fava. Particolarmente affollato il gruppo E1, dove al via della stagione si presenteranno, tra gli altri il teramano Campione in carica Marco Gramenzi di nuovo su Alfa 155 V6, Alfa 155 GTA per un altro teramano assai esperto, Roberto Di Giuseppe che cercherà di riscattarsi dalla sorte avversa del 2012. Avversario di riferimento per tutti il sempre aggressivo napoletano Piero Nappi ch torna in campo con la sua ammirata Ferrari 550, nella classe regina del gruppo vi sarà anche la Lancia Delta S4 del pugliese Lucio Peruggini e la Ford Escort Cosworth dell’umbro Fabio Pelorosso. In classe 2000 non mancano le attese con il napoletano Luigi Sambuco che mira al successo con l’Alfa 147 Cup, ma dovrà fronteggiare le gemelle del siciliano Salvatore Macrì, del locale “Kalè” e la Renault Clio Cup del  catanese Alfio Ivan Tudisco. In classe 1600 il pilota di Villapiana Giuseppe Aragona si ripresenta con la Peugeot  106, come Giovanni Aiello ed il siciliano Ignazio Cannavò, sempre su Peugeot ma di classe 1400 il catanzarese  Gianluca Rodinò. Parte in modo incerto il gruppo A dove si trova il campano Sandro Acuzo che non ha nascosto le  ambizioni al titolo con la Mitsubishi Lancer EVO, ma le minacce arrivano dalla classe 2000, dove arriva l’abruzzese Serafino Ghizzoni con la Renault Clio, il pugliese Domenico Lalinga su alfa 156, i calabresi Francesco Urti ed Eugenio Aceto rispettivamente su Alfa 147 e Alfa 156. In classe 1600 torna l’arrembante giovane reggino  Chirico su Peugeot 106 che avrà tra i principali avversari l’esperto salernitano Francesco Paolo Cicalese al volante della Honda Civic EK1. Per il gruppo N duello annunciato tra le Mitsubishi Lancer EVO del rientrante salernitano Giovanni del Prete e Mario Lupinacci. In classe 2000 sarà il catanese Giuseppe Corona con la Honda Civic a cercare  il successo, dopo il secondo posto del 2012, tra le 1600 sfida tra giovani salernitani sarà quella tra Cosimo rea su  Citroen Saxo ed il rientrante Antonio Vivone ora anche lui passato alla francese Saxo, ma a contrastare l’intera  categoria proverà Eugenio Molinaro su Peugeot 106, idolo locale ed esperto driver. Un autentico exploit per il  gruppo Racing Start che conta ventisei vetture al via, una conferma per la categoria riservata alle auto  strettamente in versione stradale promossa dalla Federazione nelle ultime due stagioni. Tanti i nomi in vista e tutti  certi protagonisti, come il pescarese campione in carica Roberto Chiavaroli passato alla Renaut New Clio, mentre su una nuova MINI Cooper S salirà il giovane pugliese Ivan Pezzolla; l’esperto poliziotto salernitano principale  contendente di gruppo nel 2012 Gianni Loffredo, è rimasto fedele alla Opel Corsa OPC, stessa vettura per  l’esordiente siciliano Ariano Lo Piccolo, l’altro pescarese Sergio Santuccione, in arrivo dalle GT, terrà a battesimo la nuova Volkswagn Polo GTI con doppia sovralimentazione, il pugliese Oronzo Montanaro, è sceso da una gruppo N ed ora al volante della Renault New Clio, come l’altro fasanese Giovanni Angelini; sulla Honda Integra sarà il  cosentino Luigi Malizia, mentre sulla versione Civic Type- R salirà il catanese Salvo D’Amico dopo numerose stagioni in gruppo A.

Calendario Campionato Italiano Velocità Montagna 2013 zona Centro Sud: 12 maggio, 18^ Luzzi – Sambucina; 9
giugno, 56^ Coppa Selva di Fasano; 30 giugno, 52^ Coppa Paolino Teodori; 14 luglio, 23^ Trofeo Lodovico Scarfiotti Sarnano Sassotetto; 4 agosto, 15^ Cronoscalata del Reventino;

Finali: 1 settembre, 41^ Rieti – Terminillo 49^ Coppa Bruno Carotti; 15 settembre, 59^ Coppa Nissena; 29 settembre, 31^  Pedavena – Croce D’Aune.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

TONINO ESPOSITO: COMPLIMENTI AD ACHILLE LOMBARDI

Il patron dell’AutoSport Sorrento tributa il driver potentino per l’ennesimo tricolore conquistato, per la fedeltà ...