Home » Salita » La Morano Campotenese pronta ad accendere i motori

La Morano Campotenese pronta ad accendere i motori

Molto fermento all’interno del borgo cosentino annoverato tra i più belli D’Italia tutto mobilitato e partecipe alla competizione organizzata dalla Morano Motorsport 6° appuntamento di Campionato Italiano Velocità Montagna e TIVM sud. Dalle 9.30 di domani, sabato 21 luglio, le due manche di ricognizione

Tutti presenti i big del Campionato Italiano Velocità Montagna alla 8^ Salita Morano – Campotenese, la gara organizzata dalla Morano Motorsport, che è il 6° Round della massima serie tricolore con validità per il Trofeo Italiano Velocità Montagna sud. In serata si conoscerà il numero dei partenti che domani, sabato 21 luglio, prenderanno parte alle due salite di ricognizione, passaggi utili ai piloti al volante delle auto da gara per scegliere le migliori regolazioni in vista della due gare. Gara 1 scatterà alle 9 di domenica 22 luglio, sui 7,1 Km che dalle porte di Morano si arrampicano fino sulle falde del massiccio del Pollino, 574 metri più in alto su una pendenza media del 5,33%. La SP 241 nel tratto interessato dalla competizione, da Morano ai pressi dello svincolo autostradale A2 uscita “Campotenese” sarà chiuso dalle 8 alla fine delle prove e della gara.

Il paddock, dove è possibile vedere i piloti unitamente ai team al lavoro sulle auto da gara, è situato all’interno del caratteristico centro, annoverato tra “I Borghi più belli d’Italia”. Molto fermento in tutto il caratteristico centro cosentino, completamente animato dall’evento molto sentito dagli abitanti, ma è previsto l’arrivo di un congruo numero di spettatori dall’intero sud della penisola. Il centro servizio si trova presso il Chiostro di San Bernardino, dove domenica si svolgerà la Premiazione circa 1 ora dopo la conclusione di gara 2.

Durante le prove in zona partenza sarà scoperta una Targa che gli organizzatori hanno dedicato al “Re de Pollino” il mai dimenticato pilota Tonino Ritacca ben 7 volte vincitore sulla strada alle falde del monte più alto dell’Appennino calabro

Articolate le disposizioni di sicurezza previste secondo la normativa regolamentare vigente. L’intera competizione è coordinata dal Direttore di Gara Rosario Moselli. Tutti finora rispettati i pronostici auspicati in sede di presentazione con le strutture ricettive riempite e arrivi in aumento per i prossimi due giorni.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Romba il 53esimo Trofeo Luigi Fagioli, Magliona e le Osella alla ribalta

Domenica alle 9.00 il via a Gubbio della prova umbra del Campionato Italiano Velocità Montagna. ...