Cronoscalate

L’ALFONA CHE VERRÀ

A Sarno, secondo posto fra Turismo per la feroce compatta di Luigi Sambuco. Altre due uscite nel 2020 e poi una radicale evoluzione per il 2021. Motore, peso e assetto nel mirino. 


L’ALFONA CHE VERRÀE’ tornato ai box, felice come un bambino. Sebbene a Sarno non sia arrivata per poco la vittoria fra le auto col tetto addosso, il capitano della SaMo Competition si e’ divertito tantissimo sulla 147 duemila che ha tirato fuori dal suo garage, dopo un lungo stop. Luigi Sambuco ha lottato a lungo col bravissimo Giuseppe Lo Sapio, primo agli scacchi ed autore di una gara molto brillante su una X1/9 dal cuore motociclistico e dal peso sensibilmente inferiore, circa 3 quintali, rispetto alla 147 del veterano di Palma Campania.

Una battaglia nella battaglia che ha infiammato ulteriormente il vasto e pregiato parterre di protagonisti dell’intensa due giorni di Sarno. Per il Trofeo Nappi e per il Super Master Racing di fine stagione, subito qualche correttivo sul setting della rossa 147 per alzare la sua quota performance, ma il vero lavoro di ampio respiro e’ previsto per il 2021. Il motore attuale e’ il Twin Spark originale da due litri, da circa 240-250 hp, ma la soluzione accessoria che più e’ gettonata in casa SaMo resta sempre quella di affidare al rinomato Lotto Moreno, Gas39, la rivisitazione di un potente cuore Alfa D2, fra quelli disponibili nella factory di Luigi Sambuco. La potenza in quel caso si attesterebbe a circa 300 cv.

L’ALFONA CHE VERRÀInterventi importanti saranno effettuati per contenere il peso, che dovrebbe scendere di circa un quintale rispetto ai 900 attuali. Il vulcanico Vincenzo Pagano, in arte SgommoTronik, si occuperà anche dell’assetto e dell’autotelaio dell’Alfona, ove dara’ ancora una volta prova delle sue grandi capacità tecniche, come dimostrato con le due potenti Black Mamba e Silver Mamba, le due vincenti compatte da lui realizzate su base Renault Clio, proprio nelle officine di Palma Campania. La suggestione di bissare il titolo italiano salita conquistato proprio da Sambuco nel 2018 con un’altra Alfa, la sua celebre 155 ex Moreno Soli, potrebbe essere il tema agonistico più intenso del 2021 in quota SaMo Competition. L’Alfona che verrà non sarà chiamata solo a ruggire, ma a mordere e soprattutto a vincere. 

Francesco Romeo 


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker