ETCR

Le Giulia ETCR by Romeo Ferraris pronte alla calda sfida ungherese del PURE ETCR

La Romeo Ferraris è pronta alla sfida del quarto appuntamento della stagione PURE ETCR 2021.


Dopo il trionfale giro di boa del precedente round di Copenhagen, dove la Giulia ETCR by Romeo Ferraris ha conquistato non solo la vittoria assoluta della serie, ma anche la doppietta grazie ai risultati di Philipp Eng e Luca Filippi. I due sono confermati alla guida della vettura che si è imposta con superiorità in Danimarca, mentre sulla seconda auto è previsto l’arrivo di Gigi Ferrara. Il pilota barese, che già disputò con le vetture di Romeo Ferraris le ultime due gare del FIA WTCR 2018, ritorna in azione sulla scena internazionale grazie all’assenza di Oliver Webb. L’inglese sarà infatti impegnato nella concomitanza con la 24 Ore di Le Mans, e Ferrara avrà l’importante compito di portare consistenti punti per la classifica costruttori, dividendo il sedile con Rodrigo Baptista. Digo con 149 punti, è il miglior alfiere della Romeo Ferraris nel campionato piloti al quinto posto, mentre dopo il doppio podio di Copenhagen, il costruttore di Opera è secondo in campionato con 350 punti totali.

Michela Cerruti, Team Principal Romeo Ferraris: “Quelli appena trascorsi sono stati giorni molto intensi. Arrivavamo in Danimarca con il cuore molto pesante per la scomparsa di mio padre Aldo, e siamo andati via con la gioia di avergli dedicato una doppietta che onora al meglio la sua memoria e l’impegno profuso in questo progetto. La sfida di questo fine settimana in Ungheria è altrettanto importante, non solo a livello tecnico, perché sarà il primo circuito in cui il PURE ETCR si confronterà direttamente con le altre categorie, ma anche perché permetterà di verificare quali saranno i valori in campo dopo che in Danimarca abbiamo avuto la sfida di un cittadino. Inoltre Budapest rappresenta la gara di casa per i nostri partner di questa stagione, M1RA, che ovviamente vorranno fare molto bene sotto gli occhi del pubblico e delle autorità locali”.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker